Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Autostop per Baghdad

In memoria di Marla Ruzicka, pacifista

Di

Editore: Tea

4.0
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8850212763 | Isbn-13: 9788850212767 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Genere: Biography

Ti piace Autostop per Baghdad?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il 16 aprile 2005, sulla strada per l'aeroporto di Baghdad, un'autobomba esplode contro una macchina di passaggio uccidendo quattro persone. Una delle vittime è Marla Ruzicka, giovane operatrice umanitaria americana e anima dell'organizzazione CMC (Campaign for Innocent Vìctims of Conflict). Di origine californiana, Marla, che aveva soltanto ventotto anni, era famosa nell'ambiente delle cooperazioni internazionali per la tenacia con la quale seguiva i proprio obiettivi. Dopo essere stata capace di strappare al Senato americano due milioni e mezzo di dollari per le vittime civili in Afghanistan, si era impegnata per gli iracheni, contribuendo con le sue pressioni alla decisione USA di stanziare quasi trenta milioni di dollari. Un anno dopo la sua morte l'amica giornalista Jennifer Abrahamson ha completato il progetto cominciato insieme: raccontare la storia di Marla e il suo impegno per ricordare le vittime dimenticate della guerra.
Ordina per
  • 3

    Per Marla solo amore

    Personalità strabordante, difficile, incontrollabile, determinata. Attivista politica, pacifista, operatrice umanitaria, sola, combattiva e outsider. Vale la pena di leggere la biografia di Marla Ruzicka, uccisa a soli 28 anni da un bomba a Bagdad, anche se l'autrice, amica di Marla, non è sempre ...continua

    Personalità strabordante, difficile, incontrollabile, determinata. Attivista politica, pacifista, operatrice umanitaria, sola, combattiva e outsider. Vale la pena di leggere la biografia di Marla Ruzicka, uccisa a soli 28 anni da un bomba a Bagdad, anche se l'autrice, amica di Marla, non è sempre all'altezza del destino e della personalità di cui da testimonianza.

    ha scritto il 

  • 0

    Una ragazza non solo buona e idealista.
    Per vivere fino in fondo i suoi ideali, Marla si reca dove c'è il dolore, vive con la gente. Condivide.
    Non fa la pacifista da salotto, la predicatrice al sicuro. Va là dove si sente chiamata.
    Consuma piano piano il suo fisico per l'ansia ...continua

    Una ragazza non solo buona e idealista.
    Per vivere fino in fondo i suoi ideali, Marla si reca dove c'è il dolore, vive con la gente. Condivide.
    Non fa la pacifista da salotto, la predicatrice al sicuro. Va là dove si sente chiamata.
    Consuma piano piano il suo fisico per l'ansia di donare la sua energia agli altri, ma non ci riesce del tutto poichè una mina la stronca giovane.
    Avrebbe potuto organizzare comode manifestazioni a casa, gridare slogan da quattro soldi senza nulla da perdere. Ha scelto di condividere a costo di giocarsi la vita.
    Se esistono dei santi laici, Marla è una di quelli.
    Gli altri sono solo venditori di fumo.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro è stato scritto in memoria di Marla Ruzicka, iperattiva pacifista morta il 16 aprile 2005 a soli 28 anni, a seguito di un attentato suicida sulla strada che porta all'areoporto di Bagdad. La cosa che mi ha intristo di questo libro non sono tanto gli orrori e i "danni collaterali", in ...continua

    Questo libro è stato scritto in memoria di Marla Ruzicka, iperattiva pacifista morta il 16 aprile 2005 a soli 28 anni, a seguito di un attentato suicida sulla strada che porta all'areoporto di Bagdad. La cosa che mi ha intristo di questo libro non sono tanto gli orrori e i "danni collaterali", incalcolabili che la guerra ha provocato e che Marla ha tentato in tutti i modi di lenire, ma il fatto che questa eccezionale ragazza, che grazie a suo impegno e al suo carisma è riuscita dove nessuno era riuscito mai, ovvero a far stanziare dal Governo degli Stati Unito fino a 38 milioni di dollari per i risarcimenti alle vittime delle guerre in Irak e Afganistan, fosse una persona così sofferente, anoressica, bulimica, alcolizzata e costantemente depressa. Come se il dare così tanto agli altri distruggesse la persona umana.

    ha scritto il 

  • 3

    è la storia affascinante di una ragazza americana che ha dato tutta sè stessa per aiutare gli altri. Marla non era perfetta, aveva le sue nevrosi ed a volte era insopportabile. Ma era dotata di un'incredibile forza d'animo. A mio parere, il difetto del libro sta nello stile di scrittura: troppo ...continua

    è la storia affascinante di una ragazza americana che ha dato tutta sè stessa per aiutare gli altri. Marla non era perfetta, aveva le sue nevrosi ed a volte era insopportabile. Ma era dotata di un'incredibile forza d'animo. A mio parere, il difetto del libro sta nello stile di scrittura: troppo giornalistico, quasi impersonale ed un pò lento.

    ha scritto il