Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Avere e non avere

By Ernest Hemingway

(73)

| Paperback | 9788806045913

Like Avere e non avere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

28 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    - perché tanta amarezza? - non voglio che sia finita. ma lo è, e non c'è più niente da fare.

    « abbiamo preso tante di quelle bastonate che il nostro unico orgoglio è saper incassare. »

    « 'comunque vada, un uomo solo non ha uno straccio di possibilità.'
    chiuse gli occhi. gli ci era voluto molto tempo per dirlo e tutta la vita per impararlo. ...(continue)

    « abbiamo preso tante di quelle bastonate che il nostro unico orgoglio è saper incassare. »

    « 'comunque vada, un uomo solo non ha uno straccio di possibilità.'
    chiuse gli occhi. gli ci era voluto molto tempo per dirlo e tutta la vita per impararlo. »

    Is this helpful?

    Armonia said on Sep 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L’Avana. Alla mattina presto “coi vagabondi ancora addormentati lungo i muri, prima che i furgoni del ghiaccio comincino il loro giro dei bar”, Harry Morgan viene avvicinato in un locale da tre

    continua a leggere su

    http://www.mangialibri.com/node ...(continue)

    L’Avana. Alla mattina presto “coi vagabondi ancora addormentati lungo i muri, prima che i furgoni del ghiaccio comincino il loro giro dei bar”, Harry Morgan viene avvicinato in un locale da tre

    continua a leggere su

    http://www.mangialibri.com/node/12760

    Is this helpful?

    raffaella galluzzi said on Aug 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    avere o essere?

    Questo romanzo cubano è uno dei meno belli fra quelli di Hemingway, parere assolutamente personale.
    dentro c'è una Cuba, marginale e romanzata, con personaggi desolatamente alcolizzati, disperati, senza un motivo valido per vivere e troppo vigliacch ...(continue)

    Questo romanzo cubano è uno dei meno belli fra quelli di Hemingway, parere assolutamente personale.
    dentro c'è una Cuba, marginale e romanzata, con personaggi desolatamente alcolizzati, disperati, senza un motivo valido per vivere e troppo vigliacchi per morire.
    Forse lo scrittore che s'intravede verso la fine è lui?
    Sicuramente l'attacco a certa borghesia americana è feroce e palpabile, come una certa vena maschilista che sa molto di rabbia finalizzata.
    C'è sempre da imparare da un maestro.
    Molti dialoghi, molto efficaci.

    Is this helpful?

    Maxfag said on Feb 1, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse il romanzo più politico di Hemingway. Il suo eroe, Harry Morgan, è un contrabbandiere, e si muove sullo sfondo dei mari del Golfo, tra le Keys e Cuba. Tre racconti legati dal protagonista.

    Una particolarità: il libro contiene quella che è stat ...(continue)

    Forse il romanzo più politico di Hemingway. Il suo eroe, Harry Morgan, è un contrabbandiere, e si muove sullo sfondo dei mari del Golfo, tra le Keys e Cuba. Tre racconti legati dal protagonista.

    Una particolarità: il libro contiene quella che è stata definita la "migliore scena di sesso" della letteratura del XX secolo.

    In realtà, è uno dei libri minori dell'autore, apprezzabile, ma non un capolavoro.

    Is this helpful?

    Marco Benini said on Jul 31, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un solo grande personaggio.

    Un personaggio memorabile — il contrabbandiere Harry Morgan — che naviga sulla pagina con molta più forza esplosiva della storia imbastita da Hemingway per trasformare i primi due bellissimi racconti (che vedono appunto H. Morgan protagonista assolut ...(continue)

    Un personaggio memorabile — il contrabbandiere Harry Morgan — che naviga sulla pagina con molta più forza esplosiva della storia imbastita da Hemingway per trasformare i primi due bellissimi racconti (che vedono appunto H. Morgan protagonista assoluto), in un romanzo "sociale" mal riuscito e privo, a mio giudizio, della forza evocativa e corale presente, ad esempio, in "Manhattan Transfer" di Dos Passos,

    Is this helpful?

    Alberto Setzu said on Mar 21, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book