Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Avete visto JJ?

Di

Editore: Mondadori

3.7
(56)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 269 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8804538546 | Isbn-13: 9788804538547 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Orcese

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Teens

Ti piace Avete visto JJ??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Alice Tully sa perfettamente che fine ha fatto JJ. Nessuno meglio di lei sache cosa accadde in quella giornata di maggio di sei anni prima... ma leriesce ancora difficile credere che un fatto simile sia successo davvero.Possibile che una bambina di dieci anni uccida un'altra bambina? Le immagini,i suoni di quegli avvenimenti sono impressi per sempre nella sua memoria. Nonpotrà mai dimenticare, anche se sta cercando di vivere una vita normale e dilasciarsi il passato alle spalle.Età di lettura: da 13 anni.
Ordina per
  • 5

    Interesting Dilemma

    The story is about a 17 year old girl who committed an atrocious crime as a 10 year old child. She was incarcerated and has been released to a placement home. Slowly the author reveals the crime and the events that led up to it. Very careful character development makes you swing back and forth ...continua

    The story is about a 17 year old girl who committed an atrocious crime as a 10 year old child. She was incarcerated and has been released to a placement home. Slowly the author reveals the crime and the events that led up to it. Very careful character development makes you swing back and forth on whether you believe the girl is evil or just as evil as the rest of us. Nice book!

    ha scritto il 

  • 3

    preso in biblioteca

    Me lo aspettavo diverso, mi ero fatta tutta un'altra idea di questo libro, quindi mi ha sorpreso.
    Di certo non è un libro facile. E' scritto in modo semplice, "per ragazzi", ma affronta argomenti non proprio semplici: più che l'omicidio, a mio avviso, l'argomento più "duro" è rappresntato d ...continua

    Me lo aspettavo diverso, mi ero fatta tutta un'altra idea di questo libro, quindi mi ha sorpreso.
    Di certo non è un libro facile. E' scritto in modo semplice, "per ragazzi", ma affronta argomenti non proprio semplici: più che l'omicidio, a mio avviso, l'argomento più "duro" è rappresntato dal rapporto con la madre, la sua professione e i suoi abbandoni.
    Mi è piaciuto abbastanza, tutto sommato.

    ha scritto il 

  • 3

    Alice Tully

    Alice ha sedici anni, ormai, e sta iniziando una nuova vita, piena di cose che prima d'allora non aveva mai avuto: un lavoro, una casa, un fidanzato..
    Una strana angoscia però la perseguita ogni secondo della giornata. La paura che qualcuno la riconosca, perché Alice non è sempre esistita. ...continua

    Alice ha sedici anni, ormai, e sta iniziando una nuova vita, piena di cose che prima d'allora non aveva mai avuto: un lavoro, una casa, un fidanzato..
    Una strana angoscia però la perseguita ogni secondo della giornata. La paura che qualcuno la riconosca, perché Alice non è sempre esistita. Prima c'era Jennifer Jones, JJ.
    La stessa JJ che, a soli dieci anni, uccise la sua amica Michelle.

    In questo libro, diviso in quattro parti, scopriamo la verità su quel terribile giorno di sei anni prima, e impariamo a conoscere Alice, a cui un nome nuovo non basterà per togliersi di dosso il suo soprannome: JJ, l'assassina.

    Recensione completa sul mio blog:
    http://ombre-angeliche.blogspot.com/2010/11/avete-visto-jj.html

    ha scritto il 

  • 5

    Uno dei pochi libri letti da piccola che mi ricordo bene, data la crudezza del tema trattato e la velocità con cui l'ho letto. Mi è piaciuto molto e lo consiglio a tutti, nonostante faccia parte della collana "junior".

    ha scritto il 

  • 5

    Alice Tully ha un lavoro come cameriera e vive con Rosie, l'assistente sociale che si occupa di lei. Ma Alice esiste solo da sei mesi: prima c'era Jennifer Jones, JJ. Le hanno cambiato nome perché a dieci anni ha ucciso la sua migliore amica, Michelle. Quando un giornale scopre la sua nuova ident ...continua

    Alice Tully ha un lavoro come cameriera e vive con Rosie, l'assistente sociale che si occupa di lei. Ma Alice esiste solo da sei mesi: prima c'era Jennifer Jones, JJ. Le hanno cambiato nome perché a dieci anni ha ucciso la sua migliore amica, Michelle. Quando un giornale scopre la sua nuova identità, Alice ha l'occasione di ricordare la sua infanzia, con una madre sempre assente e assorta nella sua carriera di modella (e non solo), fino a quel tragico giorno, cominciato con una richiesta terribile...

    Povera JJ! Non si può non provare pena per questa bambina che si porta dentro, giustamente, un enorme senso di colpa. Sebbene sia rivolto a un pubblico di giovanissimi (è un +13), è molto interessante anche per gli adulti per le domande che spinge a porsi. è davvero possibile cambiare? è giusto che il colpevole abbia la possibilità di rifarsi una vita, quando la vittima non ce l'ha più, una vita? Quanto ha diritto la stampa di occuparsi di casi "scottanti" ricordando i carnefici con nome e cognome, mentre delle vittime ci si dimentica facilmente?

    ha scritto il 

  • 4

    Kate che fu Alice che fu Jennifer

    Jennifer Jones quando era ancora una bambina ha commesso il più terribile dei delitti e sei anni dopo, quando l’istituto dove è rimasta in custodia la rilascia e le concede la libertà vigilata dietro falso nome per proteggerla sia dalla stampa che dal pericolo di possibili ritorsioni, il suo non ...continua

    Jennifer Jones quando era ancora una bambina ha commesso il più terribile dei delitti e sei anni dopo, quando l’istituto dove è rimasta in custodia la rilascia e le concede la libertà vigilata dietro falso nome per proteggerla sia dalla stampa che dal pericolo di possibili ritorsioni, il suo non è certo uno di quei casi di cronaca di cui la gente si dimentica facilmente. Oppressa dal senso di colpa e dal ricordo di un’infanzia alla mercé di una madre stupida e completamente amorale, cercherà di sfuggire a quanti ancora la perseguitano nel tentativo di trovare quella serenità che le è stata negata fin da bambina. Come in una immaginaria matrioska, ognuna delle identità che assume Jennifer Jones nel periodo successivo alla sua liberazione, prima Alice e poi Kate, contiene l’altra e la nasconde nella speranza che un giorno il mondo intero la dimentichi e lasci finalmente libera lei di ricominciare a vivere e la sua coscienza di cercare un possibile equilibrio tra senso di colpa e comprensione.
    Il tema del libro, come giustamente indica la dicitura in quarta di copertina, è durissimo e rivolge al lettore importanti quesiti morali. Ha diritto Jennifer Jones di tornare in libertà? Cambiare è possibile? Capire le ragioni dell’altro, lo rende meno colpevole?
    Scritto benissimo, con un uso calibrato e sapiente dei tempi della narrazione, affronta con intelligenza un tema importante denso di implicazioni.

    ha scritto il