Avevano spento anche la luna

Voto medio di 1536
| 300 contributi totali di cui 284 recensioni , 14 citazioni , 1 immagine , 0 note , 1 video
Ha scritto il 06/01/18
Un libro fatto di storia, dove il coraggio si lega con l’altruismo, la speranza si fonde con l’amore ma anche un romanzo denso d’odio, di rabbia, di cattiveria, di egoismo ma soprattutto di morte.
Lina una bambina lituana quindicenne viene prele
...Continua
  • 1 commento
Ha scritto il 11/12/17
Una storia molto dura.
Mi è piaciuto soprattutto perché racconta fatti di cui spesso nemmeno si fa cenno nelle scuole, ovvero i gulag ed i campi di lavoro in Siberia ideati da Stalin durante il suo governo.
Situazioni terribili si succedono
...Continua
Ha scritto il 30/11/17
“Vi siete mai chiesti quanto vale una vita umana? Quella mattina la vita di mio fratello valeva un orologio da taschino”.
Un breve spaccato su un capitolo della storia del ‘900 poco noto: la deportazione da parte del regime comunista della popola
...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/09/17
Di rado si sente parlare della deportazione del popolo lituano in Siberia. In questo libro, con una descrizione lucida e molto puntuale, si comprende come l'odio di questo popolo verso la Russia non sia ancora assopito. Da leggere e riflettere su com ...Continua
Ha scritto il 12/08/17
"alla fine ho imparato che, anche nel profondo inverno, dentro di me regnava un'invincibile estate" Albert Camus

Ha scritto il Jul 11, 2016, 19:39
"Venti minuti" gridò l'agente. Buttò la sigaretta accesa sul pavimento pulito del nostro soggiorno e la schiacciò sul legno con lo stivale. Stavamo per diventare sigarette.
Ha scritto il Feb 09, 2016, 21:05
Piantai un seme d'odio nel mio cuore. Giurai che sarebbe cresciuto fino a diventare un albero imponente, le cui radici li avrebbero strangolati tutti.
Ha scritto il Feb 09, 2016, 21:05
Il successo significava sopravvivere. Il fallimento significava morire. Io volevo la vita. Volevo sopravvivere.
Pag. 55
  • 1 mi piace
Ha scritto il Sep 14, 2014, 14:51

Mi ricordai che il papà aveva parlato del fatto che Stalin avesse confiscato la terra, gli attrezzi e gli animali ai contadini. Ordinava loro quali raccolti produrre e decideva quanto sarebbero stati pagati. Pensavo che era una cosa ridicola. Co
...Continua
Pag. 98
Ha scritto il Sep 14, 2014, 14:50
Vi siete mai chiesti quanto vale una vita umana? Quella mattina la vita di mio fratello valeva un orologio da taschino.
Pag. 32

Ha scritto il Feb 19, 2016, 17:47
Iniziamo
Iniziamo
Iniziamo

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Nov 24, 2016, 11:37
Ruta Sepetys - Avevano spento anche la luna (booktrailer)
Autore:

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi