Avrò cura di te

Di ,

Editore: Longanesi

3.3
(890)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: eBook

Isbn-10: 8830441937 | Isbn-13: 9788830441934 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Avrò cura di te?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La capacità di Massimo Gramellini di dare risposte incontra il talento di Chiara Gamberale di sollevare dubbi. Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un’anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l’ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto, capace di fare vincere la passione sul tempo che passa: proprio quello che non è riuscito al matrimonio di Giò. La notte di San Valentino, festa che lei ha sempre ignorato, Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all’angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, ma anche il coraggio, di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. Poi rilancia. L’angelo non solo ha una fortissima personalità, ma ha un nome: Filèmone, ha una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Di ascoltarla come non si è mai ascoltata. Nasce così uno scambio intenso, divertente, divertito, commovente, che coinvolge anche le persone che circondano Giò: il puntiglioso ex marito, la madre fricchettona, l’amica intrappolata in una relazione extraconiugale, una deflagrante guida turistica argentina, un ragazzino che vuole rinchiudersi in una comune... Uno scambio che indaga non solo le mancate ragioni di Giò: ma le mancate ragioni di ognuno di loro. Perché a ognuno di loro, grazie a Filèmone, voce dell’interiorità prima che dell’aldilà, sia possibile silenziare la testa e l’istinto. Per ascoltare il cuore. Anche e soprattutto quando è chiamato a rispondere a prove complicate, come quella a cui sarà messa davanti Giò proprio dal suo fedele Filèmone, in un finale sorprendente che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.
Ordina per
  • 3

    aiuta a riflettere

    Lettura fluida, si passa da parti di banale romanzo d'amore ma spiccano più che altro le parti che fanno riflettere sulle nostre vite. Un racconto sulle difficoltà dei rapporti di coppia, di amicizia ...continua

    Lettura fluida, si passa da parti di banale romanzo d'amore ma spiccano più che altro le parti che fanno riflettere sulle nostre vite. Un racconto sulle difficoltà dei rapporti di coppia, di amicizia e famigliari in un intricato dialogo tra una donna persa in sè stessa e il suo Angelo super partes ma neanche troppo lontano dalla realtà. Insomma, un aiuto per crescere senza pedantezza

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo carino, intuitivo, sregolato. Belli alcuni passaggi di Gramellini, Gamberale forse sottotono. Simpatico il botta e risposta nonostante non ami il genere. Quello che mi ha affascinata è il mod ...continua

    Romanzo carino, intuitivo, sregolato. Belli alcuni passaggi di Gramellini, Gamberale forse sottotono. Simpatico il botta e risposta nonostante non ami il genere. Quello che mi ha affascinata è il modo di affabulare e ricercare, in chiave filosofico-psicologico-intimista-religioso, risposte a domande su se stessi, gli altri, l'amore, i sentimenti e le emozioni.

    Non saprei a chi consigliarlo visto il tema complesso, comunque è un'esperienza da provare.

    ha scritto il 

  • 5

    Ho terminato la lettura di "Avrò cura di te" di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale. Per un mese sono stato incerto se leggerlo o no. Alla fine ho optato per il sì e devo ammettere che, a parte tutt ...continua

    Ho terminato la lettura di "Avrò cura di te" di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale. Per un mese sono stato incerto se leggerlo o no. Alla fine ho optato per il sì e devo ammettere che, a parte tutto, ho fatto bene. Mi è piaciuto ed ho trovato curiosa e divertente la doppia voce e scrittura. Alcuni punti sono molto piacevoli e costruttivi, altri un po' meno, ma qualcosa di interessante me l'ha lasciato e trasmesso. Sono felice di averlo letto. Promosso e consigliato !!!

    ha scritto il 

  • 2

    Boh non ci ho capito nulla

    Ingarbugliamento di parole, frasi, pensieri, riflessione che alla
    fine arrivi così stordita che l'unico pensiero che ti viene in mente è: "Ma cosa volevano dirmi i due autori?".
    Gramellini poi l'ho tr ...continua

    Ingarbugliamento di parole, frasi, pensieri, riflessione che alla
    fine arrivi così stordita che l'unico pensiero che ti viene in mente è: "Ma cosa volevano dirmi i due autori?".
    Gramellini poi l'ho trovato troppo fuori giri, secondo me scriveva, scriveva ma nemmeno lui sapeva cosa.

    ha scritto il 

  • 0

    Ci è voluto molto tempo per leggere questo libro. Ho avuto bisogno di far tante pause e di metterlo persino da parte.
    Alla fine mi ha aiutata in un periodo della mia vita simile a quello di Giò e mi h ...continua

    Ci è voluto molto tempo per leggere questo libro. Ho avuto bisogno di far tante pause e di metterlo persino da parte.
    Alla fine mi ha aiutata in un periodo della mia vita simile a quello di Giò e mi ha dato tanta serenità... alla fine.

    ha scritto il 

  • 2

    L'emozione di Fai bei sogni è totalmente assente

    Un libro denso di verità assolute, di "istruzioni per l'uso" nei momenti difficili della vita e nell'affrontare le tempeste cui ognuno è sottoposto, istruzioni assolutamente sagge e sensate ma che rim ...continua

    Un libro denso di verità assolute, di "istruzioni per l'uso" nei momenti difficili della vita e nell'affrontare le tempeste cui ognuno è sottoposto, istruzioni assolutamente sagge e sensate ma che rimangano parole scritte. E' facile dire come ognuno dovrebbe comportarsi, cosa bisogna sentire e come bisogna reagire, ma un'altro paio di maniche è riuscirci effettivamente quando le turbolenze ed i dolori si provano sulla propria belle.
    E' un'opera costruita come uno scambio di corrispondenza tra l'anima custodita e l'angelo custode, ma per quanto inverosimile, quello che disturba è appunto l'estrema facilità con cui tutto si risolve, leggendo semplicemente delle lettere. Io credo, forse sbaglio, che reagire nel modo giusto non dipende da questo.

    ha scritto il 

  • 3

    Lettura romantica per svagarsi un po'.

    Lettura leggera ma molto carina, molto scorrevole, romantica, bella l'idea delle lettere tra la protagonista e il suo angelo custode, scritto bene.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per