Avviso ai naviganti

Voto medio di 308
| 46 contributi totali di cui 45 recensioni , 1 citazione , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quoyle è un giornalista di terz'ordine che vive a Brooklin. Un giorno viene licenziato e sua moglie gli telefona dall'Alabama per dirgli di trovarsi un'altra donna, lasciandolo con due figlie a carico. Ma quando il mondo sta per crollargli addosso, ... Continua
Ha scritto il 15/09/16
La storia è molto originale e coinvolgente, solo che sembra non sviluppata. Tanti temi e personaggi semplicemente menzionati senza approfondire. Se avesse avuto altre 200/300 pagine sarebbe stato bellissimo. Anche l'edizione sembra per bambini e i ..." Continua...
Ha scritto il 25/07/15
"Una moneta che gira su se stessa in equilibrio sul bordo può cadere in qualsiasi direzione"
Questa è la frizzante storia di Quoyle "sepolto in una corazza di carne" e con "un mento mostruoso, una specie di mensola che gli sporgeva dalla parte inferiore del viso".Questa è la storia di chi fugge e chi ritorna.Con una scrittura briosa ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 10/06/15
Oceano interiore
È un ritorno alla terra dei padri, casuale, per rifarsi una nuova vita, in un ambiente difficile climaticamente ma abbastanza ospitale dal punto di vista umano. È anche un viaggio controcorrente, dato che da queste regioni periferiche molti si ..." Continua...
  • 12 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 03/06/15
Un romanzo bellissimo, quasi epico, grandioso nelle descrizioni dei luoghi e soprattutto del mare. Incredibile la conoscenza della scrittrice che deve essersi documentata minuziosamente su navi, barche, interni per navi e barche, nodi, venti e sulla ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 06/03/15
Il riscatto di un uomo buono, ma bistrattato e sottovalutato da tutti, moglie in testa. Saprà costruirsi un futuro e farsi rispettare tornando a vivere con le figlie e la zia nei luoghi aspri e ostili dei suoi avi.

Ha scritto il Sep 09, 2016, 21:52
"Perché piangiamo quando siamo addolorati?"di domandava intanto la zia. "I cani, i cervi, gli uccelli soffrono in silenzio e con gli occhi asciutti. " la sofferenza muta degli animali. Probabilmente era una tecnica di sopravvivenza.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi