Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Azincourt

By

Publisher: HarperCollins Publishers

3.9
(259)

Language:English | Number of Pages: | Format: Softcover and Stapled | In other languages: (other languages) Portuguese , Italian , Spanish , German , French

Isbn-10: 0007273711 | Isbn-13: 9780007273713 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , Audio CD , eBook , Others

Category: Entertainment , Fiction & Literature , History

Do you like Azincourt ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A unique novel, looking at one the greatest battles, a battle that was a turning point in history, from many points of view, by a master storyteller. Bernard Cornwell has been thinking about this subject for years. He has long wanted to write a book about a single battle, the events that lead up to it, the actual days in the battle and the aftermath from multiple viewpoints. Agincourt, fought on October 25th 1415, on St Crispin's Day, is one of the best known battles, in part through the brilliant depiction of it in Shakespeare's Henry V, in part because it was a brilliant and unexpected English victory and in part because it was the first battle won by the use of the longbow. This was a weapon developed in this form only by the English - parishes were forced to train boys from as young as eight daily - and enabled them to dominate the European battlefields for the rest of the century. Lively historical characters abound on all sides but in Bernard Cornwell's hands the fictional characters, horsemen, archers, nobles, peasants are authentic and vivid, and the hour by hour view of the battle is dramatic and gripping.
Sorting by
  • 2

    Tremendamente noioso

    Non so se sia la traduzione o se anche in lingua originale è così ma ho trovato il libro noioso, sciatto, mal scritto e poco interessante sia come personaggi (tratteggiati tutti in modo molto approssimativo) che come storia. D'altra parte se uno scrittore sforna romanzi a getto continuo ambientat ...continue

    Non so se sia la traduzione o se anche in lingua originale è così ma ho trovato il libro noioso, sciatto, mal scritto e poco interessante sia come personaggi (tratteggiati tutti in modo molto approssimativo) che come storia. D'altra parte se uno scrittore sforna romanzi a getto continuo ambientati in tante diverse epoche storiche come fa lui, non ha poi tempo di approfondire tanto nessun argomento.
    L'unica nota positiva è stata che ho imparato due parole nuove: "bolzone" e "quadrella" che vengono ripetute decine di volte, spesso inutilmente, nel testo.

    said on 

  • 3

    Si perde troppo nel dettaglio

    Bernard Cornwell, è sempre un grande scrittore, e conosce la storia che sta al di sotto del suo romanzo... però a mio avviso, come Enrico V, perde troppo tempo nell'assedio della città di Harfleur... e questo a me ha stancato molto... faticavo a proseguire nel racconto

    said on 

  • 3

    Onestissimo romanzo medievale su un evento storico di punta della guerra dei cent'anni.
    Ovvio, Cromwell la prende alla lontana e costruisce il personaggio di Hook, facendogli vivere le avventure che riallacciano tutti i tasselli fondamentali della vicenda storica. All'inizio, in effetti, c' ...continue

    Onestissimo romanzo medievale su un evento storico di punta della guerra dei cent'anni.
    Ovvio, Cromwell la prende alla lontana e costruisce il personaggio di Hook, facendogli vivere le avventure che riallacciano tutti i tasselli fondamentali della vicenda storica. All'inizio, in effetti, c'è poco di "trascinante", ma fortunatamente con l'introduzione di Sir John e l'ambiguo personaggio di Lanferelle la trama inizia a ingranare e sebbene lui rimanga un contadinotto duro e puro che sente i santi intorno a lui si disegna un'ottima epica medievale.

    said on 

  • 3

    Pur avendo letto solo tre libri del prolifico Cornwell comincio ad intravedere certe analogie tra i suoi personaggi che un po' mi fanno temere il peggio per eventuali letture future. D'altro canto la facilità con cui l'autore è capace di trascinare il lettore in vicende storiche verosimilmente ri ...continue

    Pur avendo letto solo tre libri del prolifico Cornwell comincio ad intravedere certe analogie tra i suoi personaggi che un po' mi fanno temere il peggio per eventuali letture future. D'altro canto la facilità con cui l'autore è capace di trascinare il lettore in vicende storiche verosimilmente ricostruite ha del notevole.
    All'interno del romanzo c'è qualche bruttura a livello di costruzione della trama, ed in particolare il rozzo inserimento di un personaggio tanto per creare pathos gratuito mi è parsa una grande leggerezza per un autore professionista e maturo.
    Nel complesso comunque solido romanzo storico che diventa ottimo per gli appassionati del genere, mi sentirei di sconsigliarlo solo a quei lettori che non gradiscono il "riciclo" di certe meccaniche da parte di autori molto prolifici (King per intenderci).

    said on 

  • 4

    HOOK DIVENTA UN RICERCATO SUO MALGRADO MA LA SUA VITA DI ARCIERE SUBIRA' UN CAMBIAMENTO RADICALE , GUIDATO DALLA VOCE DEI SANTI, NELLA CELEBRE BATTAGLIA DI AZINCOURT
    SPLENDIDA RICOSTRUZIONE MEDIOEVALE

    said on 

  • 5

    Cornwell non delude

    Bellissimo romanzo storico, trama godibilissima e attenta ai particolari. Forse la sola nota stonata sono le "voci mistiche" sentite dal protagonista. Da leggere

    said on 

  • 4

    Romanzo storico sostanzilmente aderente alle notizie storiche relative alla Battaglia di Agincourt (Azincourt per gli Inglei). Questo episodio storico costituì uno dei momenti più pregnanti della Guerra dei Cent'Anni, combattuta tra Francesi (sconfitti) e gli Inglesi. Il romanzo ruota intorno al ...continue

    Romanzo storico sostanzilmente aderente alle notizie storiche relative alla Battaglia di Agincourt (Azincourt per gli Inglei). Questo episodio storico costituì uno dei momenti più pregnanti della Guerra dei Cent'Anni, combattuta tra Francesi (sconfitti) e gli Inglesi. Il romanzo ruota intorno alla figura romantica di un arciere inglese. La scelta del protagonista non è stata peregrina visto che stroricamente gli arcieri inglesi armati del loro temibile longbow vinsero grazie ad essi parecchie guerre.
    Il romanzo avvince e si fa leggere: d'altronde l'autore è un maestro...

    said on 

  • 4

    Il solito Cornwell, racconto lineare con protagonisti chiaramente identificati tra "Buoni" e "Cattivi". Bella ricostruzione storica. Forse un po' troppo simile alle sue solite storie...

    said on 

  • 2

    meh meh MEH!!!

    Abbandono dopo un mese e mezzo di noia questo insulso libro che tanto mi ha deluso. Mi aspettavo un libro medievale decente, invece mi trovo a leggere di un arcere che non solo è bello e bravo e intelligente ma che PARLA ANCHE CON I SANTI che lo aiutano a salvarsi le chiappe durante la guerra... ...continue

    Abbandono dopo un mese e mezzo di noia questo insulso libro che tanto mi ha deluso. Mi aspettavo un libro medievale decente, invece mi trovo a leggere di un arcere che non solo è bello e bravo e intelligente ma che PARLA ANCHE CON I SANTI che lo aiutano a salvarsi le chiappe durante la guerra... meh, davvero.
    Per me è no.

    said on 

Sorting by