Bàrnabo delle montagne

Voto medio di 567
| 68 contributi totali di cui 62 recensioni , 5 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
"È che tutti vivono così, come se da un'ora all'altra dovesse arrivare qualcuno; non l'assalto di un nemico, ma qualcuno, sconosciuto, non si può dire chi." È proprio Bàrnabo, giovane guardiaboschi, a provare per primo, tra i personaggi di Buzzati, i ...Continua
Losojosdeeva
Ha scritto il 07/09/18
Barnàbo delle montagne è un romanzo toccante che con grande efficacia riesce a descrivere gli stati d'animo del protagonista con una narrazione semplice, asciutta, fisica, eppure estremamente poetica. Una scrittura che compie la promessa di ogni roma...Continua
Maria
Ha scritto il 29/08/18
Opera prima in ordine di tempo e si nota, eccome! La scrittura, l' ordito sintattico non sono ancora "maturi", tuttavia si delineano con chiarezza i temi caratterizzanti la narrativa di Buzzati e quel connubio tra favola e realtà velata dalla metafor...Continua
Medea
Ha scritto il 07/12/17
SPOILER ALERT
Giovani lettori e sprazzi di ottimismo
Non sto attraversando una fase felice del mio percorso professionale e, forse anche per questo, tendo a vedere tutto a tinte fosche. Ecco perché nutrivo forti perplessità sul testo con cui si è aperto il nuovo percorso del gruppo di lettura a cui par...Continua
Amaryllide
Ha scritto il 06/11/17
Può un atto di viltà cambiare radicalmente il senso di un'esistenza? La capacità di perdonare gli altri e di perdonare se stessi può essere considerata una forma di coraggio? A questo e ad altri interrogativi sembra voler dare una risposta Buzzati, i...Continua
Samuele
Ha scritto il 27/10/17
Il primo romanzo di Buzzati è un po' acerbo nella scrittura, che non prende - tranne qualche passaggio - il lirismo semplice dei libri successivi. Rimane sempre un po' di artificiosità e di macchinosità nelle descrizioni. Inoltre, manca quella compon...Continua

Losojosdeeva
Ha scritto il Sep 07, 2018, 10:40
Persino alla sua ferita al pollice si è affezionato; erano state le rocce della cresta a fargli male. Egli guarda attentamente il taglio già rimarginato e secco. Peccato se quel segno scomparisse troppo presto. Perciò egli apre i due margini, tira di...Continua
Isairon
Ha scritto il Jun 16, 2012, 09:18
Si è già svegliato il vento notturno, ma Molo e Fornioi rimangono davanti alla Polveriera. Giunge fino a loro il rumore delle raffiche contro lo spigolo del Palazzo. Da anni e anni verso quell'ora c'è sempre questa solita voce. Tutti i guardiaboschi...Continua
Pag. 69
Isairon
Ha scritto il Jun 16, 2012, 09:18
...quella cornacchia era venuta con lui dalle montagne e di quella vita era l'unica cosa rimasta, l'ultima continuazione. A Barnabo viene in mente che esiste una vecchia strada, ormai piena di erbacce, che sale fino ai ghiaioni.
Pag. 58
Isairon
Ha scritto il Jun 16, 2012, 09:18
«Ma non starti ad arrabbiare. A tutti può capitare. Anch'io, quand'ero soldato qualche volta avevo paura. È inutile, se non si sta bene, anche il morale ne risente.»
Pag. 54
Isairon
Ha scritto il Jun 16, 2012, 09:18
Pare ieri, eppure adagio adagio la macchia sul muro si è formata. È proprio così che passa il tempo.
Pag. 17

Zeno
Ha scritto il Oct 23, 2018, 07:16

Copertina della copia che possiedo

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi