Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Babayaga

By ,

Editeur: Gautier-Languereau

4.3
(121)

Language:Français | Number of pages: 32 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Chi traditional , Italian , Spanish , Korean

Isbn-10: 2013910223 | Isbn-13: 9782013910224 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Children

Aimez-vous Babayaga ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    Una storia che colpisce molto i piccoli lettori, anche perché non risparmia per nulla le cose terribili che possono affollare le paure dei bambini: orchesse che se li mangiano, genitori che se ne disinteressano e li lasciano finire proprio nella tana del cattivo... Se ne esce ma l'impressione è f ...continuer

    Una storia che colpisce molto i piccoli lettori, anche perché non risparmia per nulla le cose terribili che possono affollare le paure dei bambini: orchesse che se li mangiano, genitori che se ne disinteressano e li lasciano finire proprio nella tana del cattivo... Se ne esce ma l'impressione è fortissima.

    dit le 

  • 0

    recenzione:babayaga

    quella di babayaga è la storia di un'orchessa che si vuole mangiare una bambina di nome michetta. E' una storia molto simpatica e piena di significato.

    dit le 

  • 5

    Una rivisitazione della leggenda della terribile orchessa della tradizione russa con il surplus di illustrazioni bellissime, dominate dai toni del rosso, piene di dettagli, nello stile visionario di Zavrel e di quel grande inventore di miti che è stato Chagall.
    La storia è cattivella, di quelle c ...continuer

    Una rivisitazione della leggenda della terribile orchessa della tradizione russa con il surplus di illustrazioni bellissime, dominate dai toni del rosso, piene di dettagli, nello stile visionario di Zavrel e di quel grande inventore di miti che è stato Chagall. La storia è cattivella, di quelle che piacciono a me e di solito anche ai bambini. Più che sul percorso della bambina, la piccola Michetta, che impara a fronteggiare i pericoli mi piace mettere l'accento su un altro aspetto raccontato nella storia: come e perchè si diventa orchi e orchesse?

    dit le 

  • 5

    Babayaga

    http://www.bimbi.it/Mediacenter/mediavideo/Babayaga.aspx


    Da poco più di un anno a questa parte si è fatta conoscere anche in Italia la raffinata illustratrice francese Rebecca Dautremer, grazie a libri con immagini dalla grafica molto ricca e un’ideale sospensione del tempo che avvicina i ...continuer

    http://www.bimbi.it/Mediacenter/mediavideo/Babayaga.aspx

    Da poco più di un anno a questa parte si è fatta conoscere anche in Italia la raffinata illustratrice francese Rebecca Dautremer, grazie a libri con immagini dalla grafica molto ricca e un’ideale sospensione del tempo che avvicina i suoi lavori alle opere d’arte fiamminga. Insieme al marito Tai-Marc Le Thanh ha pubblicato per Donzelli il libro Babayaga, che segue di alcuni mesi Cyrano uscito per la stessa casa editrice. Anche in questo caso la storia della più classica strega cattiva viene rivisitata avvicinandola in un passato recente, che potrebbe essere quello dei nonni dei bambini di oggi. Si vede Babayaga piccola nella scuola del suo paese e si segue da vicino la trasformazione da bambina presa in giro dai suoi compagni a causa dell’unico dente che ha in bocca, verso la cattiveria sempre più assoluta, che sfocia nella sua trasformazione in orchessa mangia bambini. Ma accanto alla orrenda orchessa si introduce la figura di Michetta, una bambina alta solo tre mele che, spinta dalla sorella di Babayaga, ovvero Cacayaga, chiamata anche “Matrigna”, va a farle visita. E proprio lei è la dimostrazione che i bambini hanno dentro di sè il coraggio e la forza di affrontare la crudeltà e la bruttezza. Un libro dal grande formato di una bellezza mozzafiato in cui le immagini raccontano di più e con più dettagli delle parole, una storia senza tempo che emoziona e intriga.

    dit le