Baccanti

Testo greco a fronte

di | Editore: Feltrinelli
Voto medio di 643
| 48 contributi totali di cui 39 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Euripide, definito da Aristotele "il più tragico dei tragici", scrisse il suocapolavoro, le "Baccanti", quando ormai era prossimo alla morte. Si tratta,come è stato detto, dell'opera di più sconvolgente tragicità che sia mai statascritta, e al ... Continua
Ha scritto il 30/01/17
la tragedia del delirio
Il delirio e la religione che spesso accecano l'uomo in una grandissima tragedia greca che estremamente attuale.
Ha scritto il 26/08/16
Un capolavoro.
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 11/10/15
Allarme ironia! Non prendetemi troppo sul serio, suvvia.
Che dire, Euripide non delude mai. Ed è bello aver cominciato l'anno con un libro (pardon, tragedia!) così bello(a!), anche se dannatamente esemplificativo(a!) della concezione della religione tradizionale dell'autore... Perché Penteo avrà pure ...Continua
Ha scritto il 06/08/14
Per tutto questo Euripide è il “più tragico dei tragici”, ma ancor più perché ha scritto alla fine della sua vita le Baccanti, “una delle opere di più scomposta tragicità” della letteratura mondiale, l'opera di cui Racine non poté ...Continua
  • 7 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 12/04/14
DIONISO:”Sei un uomo tremendo, e ti avii a cose tremende: troverai una gloria che si alzerà sino in cielo.[...]”Rivolgendosi a Peneo Dioniso non avrebbe potuto esprimere con parole più chiare il proseguo del dramma. C’è da ridere un re ...Continua

Ha scritto il Aug 06, 2014, 18:12
Penteo Prima di tutto ti taglierò quella morbida chioma Dioniso I miei riccioli sono sacri: li faccio crescere per il dio.
Pag. 85
Ha scritto il Aug 06, 2014, 18:12
[Tiresia] Io e Cadmo, che tu deridi,ci incoroneremo di edera e danzeremo:una coppia canuta, e tuttavia bisognadanzare. Io non combatterò il dio,persuaso dalle tue parole. Tu sei follenel modo più doloroso; in nessun farmacopotresti trovare rimedio ...Continua
Pag. 75
Ha scritto il Aug 06, 2014, 18:12
[Tiresia] Egli poi è un dio profeta: la follia e il furore bacchico hanno grande capacità profetica. Quando possente, infatti, il dio entra nel corpo, fa predire il futuro agli invasati.
Pag. 73
Ha scritto il Aug 06, 2014, 18:11
Ci sono arrivate di Euripide ben diciotto tragedie, e numerosi frammenti dei drammi perduti sono stati scoperti nell'ultimo secolo nei reperti papiracei. Eppure su nessuno dei tragici la critica si è così accanita con esiti tanto contraddittori. ...Continua
Pag. 20
Ha scritto il Aug 06, 2014, 18:11
Euripide, nato intorno al 485, a differenza di Eschilo e di Sofocle, non ricoprì alcuna carica pubblica. La sua figura è quella di un intellettuale, di uno scrittore professionista.
Pag. 4

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jan 07, 2016, 20:53
Probabilmente non è esagerato dire che la grande cultura dell'epoca classica, più che sull'orgoglio della ragione, si sia costituita sulla consapevolezza della fragilità della ragione, che può organizzare e controllare le forze oscure che ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi