Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Bacio oscuro

Serie Wild Wulfs of London 1

Di

Editore: Mondadori - I Romanzi Mystère n.30

3.8
(69)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 265 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000044547 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Bacio oscuro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Voci sinistre assediano la famiglia Wulf: una follia ancestrale, una terribile maledizione, un marchio inflitto alla stirpe. Il segno della belva? Forse. Lord Armond Wulf, marchese di Wulfglen, vive in solitudine, respingendo ogni sentimento. Finché, a un ballo, lady Rosalind Rutherford, determinata a non sottostare al matrimonio d’interesse che l’avido fratellastro ha combinato per lei e pronta a mettere in gioco anche la reputazione, arriva temerariamente a offrirgli la propria virtù. L’inquietante marchese può salvarla da un’unione senza amore... ma può salvarla anche da se stesso?
Ordina per
  • 3

    Un libro paranormal romance abbastanza classico, con il protagonista che si fa un sacco di remore e preoccupazioni che vanno a finire in un nonnulla nel finale.
    Rosalind rispecchia la classica protagonista femminile, orfana, con nessun al mondo e maltrattata, che viene salvata dal bel teneb ...continua

    Un libro paranormal romance abbastanza classico, con il protagonista che si fa un sacco di remore e preoccupazioni che vanno a finire in un nonnulla nel finale.
    Rosalind rispecchia la classica protagonista femminile, orfana, con nessun al mondo e maltrattata, che viene salvata dal bel tenebroso.
    Inizialmente speravo in qualcosa di più da lei, visto che il libro inizia con una sua richiesta fatta al Armond molto scandalosa per l'epoca. Poi un po' tutta la vicenda si appiattisce.
    Vedremo il prossimo libro della serie cosa mi riserverà..speriamo che Jackson sia più spigliato e intraprendente del fratello.

    ha scritto il 

  • 4

    Avevo da un pò questo libro sulla mia biblioteca virtuale, ma avevo dato la precedenza ad altri libri, poi mi sono imbattuta sul tablet ed ho deciso di leggerlo finalmente!!!
    Tralasciando il titolo ( io mi chiedo perchè continuino ad usare sempre gli stessi titoli, cambiare un pò no?? va be ...continua

    Avevo da un pò questo libro sulla mia biblioteca virtuale, ma avevo dato la precedenza ad altri libri, poi mi sono imbattuta sul tablet ed ho deciso di leggerlo finalmente!!!
    Tralasciando il titolo ( io mi chiedo perchè continuino ad usare sempre gli stessi titoli, cambiare un pò no?? va be, evidentemente sono a corto di immaginazione!) mi è piaciuto davvero molto!
    Nelle prime pagine, si trova una poesia, in un certo senso mi ha ricordato la maledizione scagliata dalla strega nella fiaba della "bella e la bestia"
    Il libro parla di Rosalind una ragazza che viveva in campagna, quando il padre muore, il fratellastro la costringe ad andare con lui in città, per sposare un uomo viscido e più vecchio di lei.
    Il fratellastro ha perso tutta l'eredità della sorella, quindi sta puntando sul matrimonio di Rosalind, per saldare tutti i suoi debiti di gioco.
    La protagonista ha molta paura perchè Franklin (il fratellastro)è molto violento con lei, viene picchiata se non ubbidisce, quindi è costretta a sposarsi, per uscire da questa situazione chiede al bel tenebroso Armand Wulf di rovinarle la reputazione, così sarà salva.
    Armand è il maggiore di tre fratelli. Su di loro una maledizione, che si tramanda da padre in figlio.
    Questa maledizione ha ucciso il padre e ridotto alla pazzia la madre fino alla morte. Da allora i fratelli Wulf, nonostante il titolo nobiliare, vengono trattati con molta diffidenza, la gente li evita come la peste, anche se le signore segretamente ci sbavano dietro!
    Su di loro ci sono ogni sorta di pettegolezzi, addirittura li credono assassini, dicono che loro hanno ereditato la maledizione della pazzia, ma non è cosi!!
    Se si innamorano diventeranno dei lupi, solo sconfiggendo il proprio nemico riusciranno a spezzare il sortilegio!
    Quindi questi fratelli hanno stabilito un patto, nessuno di loro dovrà mai sposarsi e tanto meno innamorarsi, non vogliono commettere lo stesso errore del padre!
    Armand ha sempre tenuto fede all'accordo, fino a quando la bella Rosalind, gli chiede di rovinare la sua reputazione.
    Lui non riusciva a capire come una cosi bella donna, potesse chiedergli una cosa del genere, sapendo le voci che circolano su di lui.
    Quella notte tra i due, nonostante l'attrazione non successe nulla, però la loro scapatella da una festa, non è passata inosservata, e il fratellastro le proibisce a suon di cazzotti, di avvicinarsi di nuovi al Conte Wulf.
    Intanto continuano a verificarsi degli omicidi di giovani donne. I corpi vengono ritrovati sempre nel territori di Armand. Qualcuno sta cercando di incastrarlo, e lui vuole scoprire il vero colpevole.
    Nel frattempo si accorge che il fratello di Rosalind ( sono vicini di casa) è violento con lei, e vuole proteggerla a tutti i costi. Una notte la sente piangere (con il suo udito finissimo) quindi si reca in camera sua per vedere cosa è successo, e passa tutta la notte con lei, solo per consolarla.
    Ma quando rientrerà a casa troverà un altro cadavere, e quindi verrà arrestato per omicidio.
    Rosalind venuta a sapere dell'arresto, si reca di nascosto dall'autorità, scagionandolo da tutte le accuse.
    Dicendo che Armand ha passato tutta la notte con lei, si è rovinata la reputazione, quindi sono costretti a sposarsi immediatamente per sfuggire alle ire del fratellastro.
    Da qui inizieranno le indagini sugli omicidi, Rosalind dovrà salvare la matrigna dalle grinfie di Franklin, scoprire chi vuole incastrare il marito e far capitolare il cuore di quest'ultimo.
    Il conte Wulf mi è piaciuto subito forte, bello, intelligente, si sente solo e cerca in ogni modo di non fare del male a sua moglie.
    Cerca di non innamorarsi di lei, senza successo.
    Rosalind, anche se impaurita, è una donna forte, che non vuole che suo fratello le rovini la vita, sempre per colpa di Franklin ha perso tutto, e non vuole essere trattata e sfruttata come un oggetto.
    Una cosa che non mi è piaciuta e che Rosalind cada facilmente in una trappola.
    In tutto il libro è stata molto intelligente, poi come un ingenua cade in un trabocchetto.
    A me piace quando una donna riesce a uscire dai guai da sola, senza l'aiuto dell'uomo!
    VA be.
    Nonostante questo è stata una bella lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    Piccole eroine crescono..."Cuore, corpo, anima,tutto aggrovigliato insieme,tutto che lottava dentro di lei per prendere il controllo"

    Questo romanzo mi ha riportato alla memoria una delle mie eroine femminili preferite..Fantaghirò!Io Rosalind l'ho immaginata così..anche se il personaggio della Thompson è molto più femminile e spudorato di quanto non lo fosse Fantaghirò!
    Ecco, se penserete a questa similitudine ed avret
    ...continua

    Questo romanzo mi ha riportato alla memoria una delle mie eroine femminili preferite..Fantaghirò!Io Rosalind l'ho immaginata così..anche se il personaggio della Thompson è molto più femminile e spudorato di quanto non lo fosse Fantaghirò!
    Ecco, se penserete a questa similitudine ed avrete la possibilità di leggere questo libro..il protagonista maschile non è Romualdo ma quel fascinoso e terribile..Tarabas!alias.. Lord Wulf!Tarabas si trasformava in un mostro dopo aver ricevuto un bacio appassionato, Lord Wulf.. a causa di una maledizione, diventa un lupo mannaro nelle notti di luna piena.Come potrà liberarsi?!"Cerca nel tuo cuore il tuo peggior nemico,fatti forza e non indietreggiare.L'amore è il malefico che ti tiene avvinto,ma anche la chiave che ti potrà liberare".

    Ben scritto..una favola leggendaria!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Primo capitolo della serie Selvaggi Wulf di Londra sui tre fratelli Wulf segnati da una pesante maledizione che ha già segnato la vita dei loro genitori, costringendo il padre al suicidio e portando la madre alla morte per crepacuore. Per evitare una simile sorte, i quattro fratelli hanno promess ...continua

    Primo capitolo della serie Selvaggi Wulf di Londra sui tre fratelli Wulf segnati da una pesante maledizione che ha già segnato la vita dei loro genitori, costringendo il padre al suicidio e portando la madre alla morte per crepacuore. Per evitare una simile sorte, i quattro fratelli hanno promesso di non cedere mai al desiderio dell’amore. La loro fama è nota per tutta Londra, tutti parlano della loro maledizione credendo che si tratti di una tara di follia ereditaria.
    Questa indubbia fama potrebbe fare al caso di Rosalind Rutherford che vuole evitare il matrimonio organizzato per lei dal crudele fratellastro, Franklyn Champman con il disgustoso Lord Penmore. Per questo motivo una sera, a un ballo, si avvicina a Lord Armond Wulf Marchese di Wulfglen e conte di Bumont chiedendogli di danzare e allontanandosi dalla pista da ballo in sua compagnia. In cuor suo sperava di vedere così la sua reputazione rovinata e di liberarsi del suo indesiderato corteggiatore. Le cose non vanno esattamente così: l’interludio con Lord Wulf si rivela particolarmente piacevole ma quando l’uomo la riporta a casa, si ritrova nelle grinfie del fratellastro che la picchia. Rosalind vive un incubo: è nelle mani di un uomo crudele, non vede via di fuga in più attorno a lei si verificano casi misteriosi di persone scomparse e morte. Già un tempo presso le stalle di Lord Wulf, suo vicino, era stato trovato il cadavere di una donna. Ora si ritrova con quell’uomo strano e misterioso che la viene a trovare nella sua stanza passando per la finestra. Non sa se fidarsi o meno di lui, vista la sua orribile fama. Quando però un nuovo cadavere di donna viene scoperto, e tutto sembrerebbe portare ad Armond, Rosalind è l’unica che può scagionarlo, rivelando che lui ha passato la notte in sua compagnia. Questo, naturalmente, li obbliga al matrimonio, nonostante i tentativi di resistenza da parte di entrambi. Armond non vuole forzare la ragazza ad accettare un matrimonio per cui non era ancora pronta, per questo le lascia la possibilità di scegliere se e quando vorrà fare diventare il loro matrimonio reale.
    In cuor suo, Armond sta cercando di resistere a quel matrimonio di cui individua tutti i pericoli: saranno proprio i sentimenti nati tra lui e Rosalind a ridestare la maledizione e insieme dovranno combattere per sconfiggerla.
    Questo libro è molto bello e ben orchestrato in tutte le sue varie componenti. Non c’è solo l’elemento paranormale, anzi esso è ben dosato in modo da non sembrare eccessivo e togliere credibilità alla storia. Oltre alla tenera storia d’amore, basata tutta sul tema della fiducia, c’è anche uno sguardo molto interessante sulla difficile condizione femminile. L’impotenza è il sentimento che domina nel vedere Rosalind in balia del perfido fratellastro e sapere che lei non avrebbe potuto far niente per svincolarsene, se non gettarsi tra le braccia di un nuovo tutore, in questo caso il marito, e sperare che fosse meno crudele del precedente.
    Il tormento di Armond è ben evidenziato anche se non è eccessivo: il suo dolore e le sue paure sono sempre presenti, ma essi non vietano al nostro eroe di saper mostrare anche il suo lato dolce, buono. Non è, insomma, quell’eroe tormentato, tutto chiuso nel suo dolore; è un eroe ferito che mostra il suo dolore, la pena per il non poter amare pienamente la sua donna.
    Rosalind è coraggiosa e prende in mano la sua vita e decide di non arrendersi a un destino che gli appare troppo beffardo. Bellissima lettura, speriamo a presto con gli altri due!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Questo romanzo fa parte della serie Wild Wulfs of London che vede protagonisti cinque fratelli colpiti da un'antica maledizione che li trasforma in lupi mannari. Vi consiglio di leggerli in ordine di pubblicazione.
    E' la prima volta che leggo un romance in cui uno dei protagonisti è un lica ...continua

    Questo romanzo fa parte della serie Wild Wulfs of London che vede protagonisti cinque fratelli colpiti da un'antica maledizione che li trasforma in lupi mannari. Vi consiglio di leggerli in ordine di pubblicazione.
    E' la prima volta che leggo un romance in cui uno dei protagonisti è un licantropo e posso dire con assoluta certezza che questo stile mi piace.
    Sicuramente non è un romanzo horror infatti l'autrice relega alle ultime pagine del romanzo la trasformazione e la violenza della "bestia" (una violenza tutta concentrata sui cattivi) preferendo la storia d'amore dei due protagonisti e il mistero delle strane morti. Proprio per quest'ultimo motivo definirei il romanzo un thriller storico con risvolto romantico.
    La trama è scorrevole, intrigante e piena di colpi di scena e sono rimasta così entusiasta che sono riuscita a leggerlo in un giorno senza annoiarmi mai.
    Il libro comincia con una strana poesia scritta dal primo dei Wulf colpito dalla maledizione e che nasconde la chiave per rompere la maledizione.
    Siamo nel 1821 a Londra, Armond pur essendo un marchese e dotato di un certo patrimonio viene tenuto alla larga dalla buona società perché creduto colpevole di omicidio facendolo sentire molto solo. Inoltre essendo i Wulf degli allevatori di cavalli sembrano molto richiesti in tal senso.
    Rosalind è una ragazza che ha vissuto in campagna da quando è nata ed ora a causa di un violento fratellastro è costretta ad un matrimonio con un vizioso vecchio che potrebbe essere suo padre. Per evitare questo destino decide di farsi compromettere dall'uomo che tutta la società non osa avvicinare. Immediatamente tra i due scatta una certa attrazione che poi si trasformerà in amore e non sarà una cosa facile.
    Anche la protagonista femminile è molto diversa dalle eroine a cui sono abituata: coraggiosa ma consapevole dei propri limiti e della propria condizione sociale.
    I personaggi secondari sono davvero interessanti: Gabriel il fatello di Armond è un tipo poco incline a fare amicizia infatti vive in campagna lontano dalla società, Jackson invece è un donnaiolo con il senso dell'humor ma che ama bere non avendo molto da fare, Amanda è l'unica amica di Rosalind una ragazza pratica e che non crede nell'amore viene costretta dai genitori ad un matrimonio d'interesse ma che accetta per farli felici anche se in cuor suo pensa solo a Gabriel.
    Anche nelle descrizioni fisiche c'è ben poco di tetro infatti i tre fratelli maledetti sono biondi con gli occhi azzurri sembrano angeli per cui un bel contrasto.
    Per quanto riguarda i "cattivi" sono una coppia molto particolare il padrone e il servo anche se questo rapporto non è subito palese. L'identità del servo è palese al lettore quasi a metà del libro anche se mancano le prove per inchiodarlo, l'identità del secondo è facilmente individuabile man mano che si procede con la lettura ma non per questo annoia perché ci sono colpi di scena che non avrei mai immaginato.
    Naturalmente già in questo primo libro della serie si scopre quale sia il modo per spezzare la maledizione ma se sperate di scoprire quale sia l'origine rimarrete delusi.
    Un romanzo bello nonostante il livello di sensualità dettagliato e molto presente.

    ha scritto il 

  • 4

    Metodico all'inizio, ma dopo mi è piaciuto molto..

    Bellissima la trasformazione che è avvenuta in presenza di Rosalind..Mi sono dimenticata per un attimo che stavo leggendo un romanzo rosa..

    ha scritto il