Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Baldanders

Audiolibro letto sulle musiche di Fresu, Trovesi, Petrin, Damiani, Dani

Di

Editore: Gruppo Editoriale l'Espresso SpA

3.7
(71)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: CD audio

Isbn-10: A000096545 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Humor , Musica , Non-fiction

Ti piace Baldanders?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Baldanders è il nome, preso a prestito da Borges, di un personaggio mutevole e proteiforme e si riferisce naturalmente all'insieme dei protagonisti di tutte le storie narrate. E il racconto si snoda sulle note di una colonna sonora jazz che dialoga incessantemente con le parole; la sequenza dei brani si sussegue alternando la leggerezza, l'intensità profonda e la comicità più pura che caratterizzano i racconti, i testi teatrali e le poesie interpretate dall'autore.
Ordina per
  • 1

    scoclusionato

    Serei di racconti pseudo-ironici ma sono senza capo ne coda
    Molto belle le musiche di sottofondo e sicuramente è letto veramente molto bene solo che ... le storie sono un po' troppo campate per aria ed in generale non mi ha coinvolto molto ( un paio di racconti sono abbastanza carini ...) ...continua

    Serei di racconti pseudo-ironici ma sono senza capo ne coda
    Molto belle le musiche di sottofondo e sicuramente è letto veramente molto bene solo che ... le storie sono un po' troppo campate per aria ed in generale non mi ha coinvolto molto ( un paio di racconti sono abbastanza carini ...)

    ha scritto il 

  • 3

    Benni è sempre Benni, e Benni che legge Benni è come Benni alla seconda. Sono tutti pezzi di cose già scritte, niente di nuovo, ed alcuni mi piacevano già allora molto, altri meno.
    Ed in fondo confermo che Saltatempo è il mio preferito.
    La musica che accompagna non è il mio genere, ma ...continua

    Benni è sempre Benni, e Benni che legge Benni è come Benni alla seconda. Sono tutti pezzi di cose già scritte, niente di nuovo, ed alcuni mi piacevano già allora molto, altri meno.
    Ed in fondo confermo che Saltatempo è il mio preferito.
    La musica che accompagna non è il mio genere, ma devo dire che ben si sposa.

    ha scritto il 

  • 5

    Il mix: musica Jazz e voce di Benni è un mix fantastico.
    Inoltre le scelte dei brani sono azzeccatissime.
    Vi è l'inizio di Saltatempo.
    La teoria del bonus vitale di Elianto.
    Il bellissimo monologo di Lee di Comici spaventati guerrieri.
    E poi il racconto della Luisona ...continua

    Il mix: musica Jazz e voce di Benni è un mix fantastico.
    Inoltre le scelte dei brani sono azzeccatissime.
    Vi è l'inizio di Saltatempo.
    La teoria del bonus vitale di Elianto.
    Il bellissimo monologo di Lee di Comici spaventati guerrieri.
    E poi il racconto della Luisona.
    E tanti altri.

    ha scritto il 

  • 5

    "Cos'è Baldanders? I miei racconti che si mettono a cantare. Come in un cartone animato".
    Bella la scelta dei testi: stupendi per me Le piccole cose, Ce l'hai un'idea, Fratello bancomat e la mitica Luisona.
    Stupenda la musica che si adatta perfettamente al raccontato. Anzi pare che i ...continua

    "Cos'è Baldanders? I miei racconti che si mettono a cantare. Come in un cartone animato".
    Bella la scelta dei testi: stupendi per me Le piccole cose, Ce l'hai un'idea, Fratello bancomat e la mitica Luisona.
    Stupenda la musica che si adatta perfettamente al raccontato. Anzi pare che i musicisti abbiano scelti i racconti sulla base della loro sensibilità.
    "Suoni e silenzi, pieni e vuoti, presenza e assenza": la musica diventa parola e la parola musica. Davvero un piacere!

    ha scritto il 

  • 4

    Essenzialmente è...

    ...Benni. Un Benni da ascoltare. La sua voce sono i suoi racconti. I suoi racconti sono la sua voce. Entrambi sono Benni.


    Benni interpreta se stesso in una lettura calda ed appassionante di brani presi da alcune delle sue opere di maggior successo: l'episodio della Luisona (Bar Sport), L ...continua

    ...Benni. Un Benni da ascoltare. La sua voce sono i suoi racconti. I suoi racconti sono la sua voce. Entrambi sono Benni.

    Benni interpreta se stesso in una lettura calda ed appassionante di brani presi da alcune delle sue opere di maggior successo: l'episodio della Luisona (Bar Sport), Lisa (Blues in sedici), Fratello Bancomat (L'ultima lacrima); e tanti altri.
    Una sequenza perfettamente composta ed avvolta in una colonna sonora opportuna e "stupendamente" Jazz: per nulla invadente e sapientemente incastrata con la lettura (grazie Fresu, Troversi, Petrin, Damiani e Dani! L'audio-libro è anche vostro!).
    Questo Benni è proprio da ascoltare, per poi rispolverare antiche letture di suoi libri o correre in libreria a prendere alcuni volumi dell'autore. Io non farò nessuna delle due cose (per il momento): mi voglio coccolare ancora un po' con la voce ed il Jazz di questo meritevole prodotto.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Oddio i bonus!!!

    Benni non è il mio preferito. Anzi, spesso la sua ironia mi lascia del tutto indifferente. Questo audiolibro, tuttavia, ha due pregi: il primo è l'accompagnamento jazz che sottolinea la lettura dell'autore. Il secondo è la teoria dei "bonus", che mi ha divertita molto, inducendomi in diverse rifl ...continua

    Benni non è il mio preferito. Anzi, spesso la sua ironia mi lascia del tutto indifferente. Questo audiolibro, tuttavia, ha due pregi: il primo è l'accompagnamento jazz che sottolinea la lettura dell'autore. Il secondo è la teoria dei "bonus", che mi ha divertita molto, inducendomi in diverse riflessioni. Secondo questa teoria ogni essere umano, alla nascita, riceve un bonus di azioni che può compiere nella vita, raggiunto il quale la sua esistenza finisce, portandogli la morte. è come se ognuno di noi fosse nato con il bonus di 200000 di caffè, 134674 baci, 74569 risate con gli amici, 9754 giorni di ferie, 8865349 occhiolini e così via.... finiti i quali (anzi, finito uno qualsiasi dei bonus a disposizione) la vita si interrompe, il filo è tagliato bruscamente dalle parche..e a nulla vale ribellarsi, affermare che si è superato il bonus di rafferddori per colpa del condizionatore in ufficio, che si hanno ancora 346 pizze da mangiare in compagnia.. quando è troppo è troppo. Fortuna che nessuno di noi sa quanti libri gli restano da leggere...:)

    ha scritto il 

  • 4

    Non è proprio un audiolibro, ma una insieme di vari brani tratti da varie opere di Benni. Molto molto bello, e poi è emozionante sentirli dalla stessa voce dell’autore, e la musica che accompagna la lettura è sempre molto bella e azzeccata.

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/140

    ha scritto il