Bambino 44

Voto medio di 2739
| 331 contributi totali di cui 317 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Unione Sovietica, 1953. Il regime di Stalin è al vertice, con l'entusiastica collaborazione del Ministero della Sicurezza e dell'MGB (precursore del nefando KGB), l'organismo di polizia segreta la cui brutalità e la continua pratica di torture non so ...Continua
Ha scritto il 30/10/17
Bel romanzo, mi è piaciuto molto sia la storia che l'ambientazione.
Ha scritto il 10/10/17
Un thriller tutto sommato avvincente. Alcune pagine mi hanno rapita ( la descrizione dell'inferno dei gulag, l'ambientazione socio-politica staliniana), altre mi hanno lasciata perplessa (azioni rocambolesche da film hollywoodiano).
Rimane una l
...Continua
Ha scritto il 03/10/17
Come si dà la caccia a un serial killer in una nazione dove ammettere che ci sia un killer è reato? È questo il problema dell'ufficiale del MGB Leo Demidov, quando capirà che esiste veramente un serial killer e inizierà a dubitare del sistema perfett ...Continua
Ha scritto il 06/09/17
effettivamente un thriller......ambientato nell'Unione Sovietica.
Ben scritto, descrizioni a volte abbastanza dure, soprattutto interessante la descrizione della vita in russia in quegli anni, la paura, la sottomissione, la povertà....
Raccon
...Continua
Ha scritto il 19/04/17
Una sassata in pieno volto. Una goccia d'acido in una lastra di ghiaccio. Tom Rob Smith scava nelle situazioni e nei personaggi in maniera verticale arrivando in un lampo allo zenith, prediligendo l'enfasi all'emotività. "Bambino 44" è thriller al 10 ...Continua

Ha scritto il Apr 23, 2015, 11:15
Quella era la vecchia Russia: comunità sorte attorno ai pozzi d'acqua e agli antichi miti, dove la salute del bestiame dipendeva dalla volontà del dvorovoj, lo spirito dell'aia, e i genitori dicevano ai figli che, se si fossero comportati male, gli ...Continua
Pag. 46
  • 1 mi piace
Ha scritto il Apr 23, 2015, 11:15
Fidarsi, ma controllare.
Quelle parole di Stalin erano state interpretate come: Controllare coloro di cui ci si fida.
Dato che colori di cui non ci fidava venivano controllati severamente come coloro di cui ci di fidava, se non altro voleva d
...Continua
Pag. 37
Ha scritto il Apr 29, 2014, 14:00
<<Fratello, io non ho mai creduto che tu fossi morto. Ho sempre saputo che eri vivo. E ho sempre avuto un unico desiderio, una sola ambizione: riportarti da me.>>
Pag. 422
  • 1 mi piace
Ha scritto il Apr 29, 2014, 13:59
<<Non è forse così che comincia? Hai una causa in cui credi, una causa per la quale vale la pena morire. E ben presto diventa una causa per la quale vale la pena uccidere Ben presto è una causa per la quale vale la pena uccidere degli innocenti ...Continua
Pag. 399
Ha scritto il Apr 29, 2014, 13:57
Le regole del vecchio mondo non valevano più. Quello era un mondo nuovo, con nuove regole, e lo spazio per trenta persone era uno spazio per trecento. Non c'era bisogno di aria tra l'uno e l'altro. Lo spazio era un bene prezioso nel nuovo mondo, e no ...Continua
Pag. 356

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 18, 2016, 14:09
823.92 SMI 15183 Letteratura Inglese

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi