Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Band of Brothers

E Company, 506th Regiment, 101st Airborne from Normandy to Hitler's Eagle's Nest

By

Publisher: Simon & Schuster

4.3
(257)

Language:English | Number of Pages: 336 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0743216385 | Isbn-13: 9780743216388 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio CD , Softcover and Stapled , Mass Market Paperback , Library Binding , Audio Cassette , eBook , Others

Category: Biography , Fiction & Literature , History

Do you like Band of Brothers ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
They came together, citizen soldiers, in the summer of 1942, drawn to Airborne by the $50 monthly bonus and a desire to be better than the other guy. And at its peak -- in Holland and the Ardennes -- Easy Company, 506th Parachute Infantry Regiment, 101st Airborne Divison, U.S. Army, was as good a rifle company as any in the world.

From the rigorous training in Georgia in 1942 to the disbanding in 1945, Stephen Ambrose tells the story of this remarkable company. In combat, the reward for a job well done is the next tough assignment, and as they advanced through Europe, the men of Easy kept getting the tough assignments.

They parachuted into France early D-Day morning and knocked out a battery of four 105 mm cannon looking down Utah Beach; they parachuted into Holland during the Arnhem campaign; they were the Battered Bastards of the Bastion of Bastogne, brought in to hold the line, although surrounded, in the Battle of the Bulge; and then they spearheaded the counteroffensive. Finally, they captured Hitler's Bavarian outpost, his Eagle's Nest at Berchtesgaden.

They were rough-and-ready guys, battered by the Depression, mistrustful and suspicious. They drank too much French wine, looted too many German cameras and watches, and fought too often with other GIs. But in training and combat they learned selflessness and found the closest brotherhood they ever knew. They discovered that in war, men who loved life would give their lives for them.

This is the story of the men who fought, of the martinet they hated who trained them well, and of the captain they loved who led them. E Company was a company of men who went hungry, froze, and died for each other, a company that took 150 percent casualties, a company where the Purple Heart was not a medal -- it was a badge of office.

Sorting by
  • 5

    Libro decisamente diverso dagli altri "ducumentari" delle vicende sulla seconda guerra mondiale che ho letto fin ora.
    Ambrose trasforma la narrazione di eventi storici in una lettura immediata e coinv ...continue

    Libro decisamente diverso dagli altri "ducumentari" delle vicende sulla seconda guerra mondiale che ho letto fin ora.
    Ambrose trasforma la narrazione di eventi storici in una lettura immediata e coinvolgente, così tanto che a volte ricorda più un romanzo che un "reportage".
    Leggendo ti ritrovi a ripercorrere la storia dalla compagnia Easy, dall'addestramento alla fine della guerra. Impari a conoscere i membri della compagnia e ti affezioni ad ogniuno di loro, ridendo e piangendo con loro.
    La parte che mi ha colpito di più e quando Ambrose (in "ringraziamenti e fonti") parla del suo incontro con alcuni membri della compagnia; di come parlavano dei compagni e da come si comportavano fra loro, se pure a distanza di anni, quegli uomini fossero ancora una banda di fratelli.

    Consigliato vivamente a tutti coloro a cui interessa la storia non solo cosa/come è avvenuto un determinato fatto, ma anche il punto di vista umano. E se non l'avete ancora visto consiglio anche di vedere il telefilm "Band Of Brothers - Fratelli Al Fronte" ispirato a questo libro.

    Keiko

    said on 

  • 2

    BoBs, il libro!

    La compagnia E del reggimento di parà USA è stata protagonista di una miniserie tv di un certo successo. In questo libro se ne può scoprire la formazione: ragazzi nati e cresciuti nell'America della G ...continue

    La compagnia E del reggimento di parà USA è stata protagonista di una miniserie tv di un certo successo. In questo libro se ne può scoprire la formazione: ragazzi nati e cresciuti nell'America della Grande Depressione, figli di ricchi industriali tutti uniti dalla prospettiva di diventare una unità di élite, dopo un severo e lungo addestramento. Infine la guerra in Europa, nei terribili mesi prima della caduta della Germania. Scarsamente informativo, facile all'agiografia, senza una analisi della situazione dell'Europa - con i Tedeschi molto amabili 'nonostante tutto' e i soldati USA che non saccheggiavano o stupravano con la stessa intensità delle altre armate alleate (sic!), reticente sulla catastrofica perdita di civili, il volume perde gran parte del suo senso - se era quello di ritrarre un gruppo di persone comuni diventate loro malgrado quasi degli eroi - quando dimentica le suddette importantissime caratteristiche della guerra in Europa. Consigliato per iniziare a capire la pretesa superiorità morale dell'esercita americano....

    said on 

  • 4

    18-2014

    Letto in occasione del 70° anniversario dello sbarco in Normandia, non conoscevo la serie TV ispirata dal testo di Ambrose, e ora farò in modo di vederla. Il libro racconta la storia della compagnia E ...continue

    Letto in occasione del 70° anniversario dello sbarco in Normandia, non conoscevo la serie TV ispirata dal testo di Ambrose, e ora farò in modo di vederla. Il libro racconta la storia della compagnia Easy, paracadutisti americani simbolo del D-day, della liberazione e dell'eroismo di quei giorni. Lettura per patiti del genere.

    said on 

  • 4

    dal blog Giramenti

    Essendo una fan sfegata della miniserie Band of Brothers, prima o poi dovevo leggere il libro da cui è tratta.

    Eccomi quindi a regalarlo a mio marito per Natale, certa che poi il romanzo sarebbe passa ...continue

    Essendo una fan sfegata della miniserie Band of Brothers, prima o poi dovevo leggere il libro da cui è tratta.

    Eccomi quindi a regalarlo a mio marito per Natale, certa che poi il romanzo sarebbe passato sul mio comodino. Non succede spesso, lo ammetto. Accade coi saggi, raramente coi romanzi. Mai con Turtledove, tanto per dirne uno. Però ricordo cene al ristorante spese a parlare della realtà distopica e delle saghe del sior Turtledove. Io ascoltavo, i camerieri anche, mi sarei aspettata almeno uno sconto per aver degnamente intrattenuto i commensali agli altri tavoli. Niente da fare, e pensare che mio marito le fole le racconta così bene!

    SEGUE su http://gaialodovica.wordpress.com/2014/03/20/banda-di-fratelli-147-ragazzi-che-diventarono-eroi-la-storia-della-compagnia-easy-di-stephen-e-ambrose/

    said on 

  • 5

    Having watched the Band of Brothers series 11 years ago, I was delighted to find that Stephen Ambrose wrote a complementary book to the TV series.

    This is an awesome read (with a great audiobook narra ...continue

    Having watched the Band of Brothers series 11 years ago, I was delighted to find that Stephen Ambrose wrote a complementary book to the TV series.

    This is an awesome read (with a great audiobook narrator) about a specific remarkable paratrooper company and their journey through World War II from training through to taking Hitler's Eagle Nest. It provides a good balance of in the moment battle description and a sobering look at the war and it's effect on the men's lives.

    Turns out the author is the same guy who was interviewed 30 years earlier in World at War on the BBC (best doc series on World War II hands down)! I thought he was pretty awesome then and still is now.

    Keep in mind though that it's easy to tell he is very pro-American, and subtly puts the American solider on a higher plane than all others. I don't think this is intentional, I believe he genuinely feels that way, and it doesn't get in the way of the narrative too much except to make it feel a little unreal at times.

    said on 

  • 5

    E' difficile rimanere obiettivi nel giudicare un libro come questo; è difficle farlo dopo aver visto la bellissima serie TV del 2001 (di Spielberg e Tom Hanks); ma soprattutto è difficile farlo dopo a ...continue

    E' difficile rimanere obiettivi nel giudicare un libro come questo; è difficle farlo dopo aver visto la bellissima serie TV del 2001 (di Spielberg e Tom Hanks); ma soprattutto è difficile farlo dopo aver visto dove questi uomini hanno combattuto, dove sono stati feriti, dove tanti sono morti. Sembra quasi di conoscerli di persona, dopo aver visto sia i loro alter ego televisivi, che le loro vere faccie.
    Ho passato tanti mesi con loro, godendomi la visione e la lettura, mi sono commossa davanti alle loro tombe, alle loro parole, ai loro gesti eroici.
    Gli uomini della Easy Company, i paracadutisti d'assalto del 506° Reggimento, 101ma Divisione aviotrasportata.
    Le Screaming Eagles, le Aquile Urlanti, che da Utah Beach il D-Day, combatterono in Olanda, nelle terribili Ardenne, fino ad arrivare all'Eagle Nest, l'ultima roccaforte di Hitler, nelle Alpi.
    E' una lettura appassionante e assolutamente propedeutica alla preparazione di un viaggio in Normandia. Una lettura che deve essere fatta quando si è pronti a farlo, maturi per capire e desiderosi di conoscere gli uomini che lasciarono la loro patria a vent'anni per salvare l'Europa dei loro avi.
    Ragazzi che in un mese diventarono uomini, che non tornarono più a casa o che vi fecero rientro cambiati per sempre.
    Uomini straordinari, che vale davvero la pena conoscere.
    Grazie al Maggiore Richard "Dick" Winters, che è morto nel 2011, dopo una vita piena e pacifica, morto prima che lo potessi "conoscere".
    Currahee!!!

    http://readergonewild.blogspot.it/2013/08/band-of-brothers-stephen-e-ambrose.html

    said on 

  • 4

    Libro da cui hanno tratto anche la serie tv!

    Davvero impressionate!<br />Che coraggio che avevano quei ragazzi!<br />Io adoravo il dottor Eugenie Roe!

    said on 

  • 5

    va da se, letto dopo aver visto Band of brothers. questo è il saggio che racconta le gesta della easy company e dal quale hanno tratto ispirazione per la serie. per una volta è stato meglio prima aver ...continue

    va da se, letto dopo aver visto Band of brothers. questo è il saggio che racconta le gesta della easy company e dal quale hanno tratto ispirazione per la serie. per una volta è stato meglio prima aver visto e poi letto, mentre leggevo avevo in mente le immagini della serie che mi hanno aiutato.
    il libro di Ambrose è ben scritto, molto ben documentato e la sua scrittura non si è mai rivelata pesante. una lettura utile e interessante.

    said on 

  • 5

    There was a time when the world asked ordinary men to do extraordinary things.

    Ce l'ho ancora in mano, il libro.
    Ho letto le ultime pagine con la vista offuscata dalle lacrime.
    Non so che dire.
    Mi ha fatto pensare ai miei nonni... a tutti i giudizi che si possono dare senza cono ...continue

    Ce l'ho ancora in mano, il libro.
    Ho letto le ultime pagine con la vista offuscata dalle lacrime.
    Non so che dire.
    Mi ha fatto pensare ai miei nonni... a tutti i giudizi che si possono dare senza conoscere...
    Sono sopraffatta.
    Silenzio.

    said on 

Sorting by