Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Banda di fratelli

Di

Editore: TEA

4.4
(169)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 391 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8850221010 | Isbn-13: 9788850221011 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: S. Mancini

Disponibile anche come: Altri

Genere: History

Ti piace Banda di fratelli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    18-2014

    Letto in occasione del 70° anniversario dello sbarco in Normandia, non conoscevo la serie TV ispirata dal testo di Ambrose, e ora farò in modo di vederla. Il libro racconta la storia della ...continua

    Letto in occasione del 70° anniversario dello sbarco in Normandia, non conoscevo la serie TV ispirata dal testo di Ambrose, e ora farò in modo di vederla. Il libro racconta la storia della compagnia Easy, paracadutisti americani simbolo del D-day, della liberazione e dell'eroismo di quei giorni. Lettura per patiti del genere.

    ha scritto il 

  • 4

    dal blog Giramenti

    Essendo una fan sfegata della miniserie Band of Brothers, prima o poi dovevo leggere il libro da cui è tratta.

    Eccomi quindi a regalarlo a mio marito per Natale, certa che poi il romanzo sarebbe ...continua

    Essendo una fan sfegata della miniserie Band of Brothers, prima o poi dovevo leggere il libro da cui è tratta.

    Eccomi quindi a regalarlo a mio marito per Natale, certa che poi il romanzo sarebbe passato sul mio comodino. Non succede spesso, lo ammetto. Accade coi saggi, raramente coi romanzi. Mai con Turtledove, tanto per dirne uno. Però ricordo cene al ristorante spese a parlare della realtà distopica e delle saghe del sior Turtledove. Io ascoltavo, i camerieri anche, mi sarei aspettata almeno uno sconto per aver degnamente intrattenuto i commensali agli altri tavoli. Niente da fare, e pensare che mio marito le fole le racconta così bene!

    SEGUE su http://gaialodovica.wordpress.com/2014/03/20/banda-di-fratelli-147-ragazzi-che-diventarono-eroi-la-storia-della-compagnia-easy-di-stephen-e-ambrose/

    ha scritto il 

  • 5

    va da se, letto dopo aver visto Band of brothers. questo è il saggio che racconta le gesta della easy company e dal quale hanno tratto ispirazione per la serie. per una volta è stato meglio prima ...continua

    va da se, letto dopo aver visto Band of brothers. questo è il saggio che racconta le gesta della easy company e dal quale hanno tratto ispirazione per la serie. per una volta è stato meglio prima aver visto e poi letto, mentre leggevo avevo in mente le immagini della serie che mi hanno aiutato. il libro di Ambrose è ben scritto, molto ben documentato e la sua scrittura non si è mai rivelata pesante. una lettura utile e interessante.

    ha scritto il 

  • 5

    There was a time when the world asked ordinary men to do extraordinary things.

    Ce l'ho ancora in mano, il libro. Ho letto le ultime pagine con la vista offuscata dalle lacrime. Non so che dire. Mi ha fatto pensare ai miei nonni... a tutti i giudizi che si possono dare senza ...continua

    Ce l'ho ancora in mano, il libro. Ho letto le ultime pagine con la vista offuscata dalle lacrime. Non so che dire. Mi ha fatto pensare ai miei nonni... a tutti i giudizi che si possono dare senza conoscere... Sono sopraffatta. Silenzio.

    ha scritto il 

  • 0

    Sono venuto a conoscenza dell'esistenza di questo libro dopo aver visto la miniserie "Band of brothers"; l'autore è veramente capace e sa esporre in maniera interessante notizie dettagliate che ...continua

    Sono venuto a conoscenza dell'esistenza di questo libro dopo aver visto la miniserie "Band of brothers"; l'autore è veramente capace e sa esporre in maniera interessante notizie dettagliate che rendono i personaggi, reali e storici, molto più umani e "vicini" di quello che leggiamo magari su altri trattati di storia o su pagine enciclopediche. Relativamente breve, tende molto di più all'essere una storia che a narrare di "storia".

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo e appassionante, ci si affeziona alle storie del cap. Winters e di tutti gli uomini della Easy a partire dall'addestramento a Camp Toccoa fino alla conquista della casa di Hitler, la ...continua

    Bellissimo e appassionante, ci si affeziona alle storie del cap. Winters e di tutti gli uomini della Easy a partire dall'addestramento a Camp Toccoa fino alla conquista della casa di Hitler, la seconda guerra mondiale vista dal punto di vista di soldati eccezionali che combattevano sorretti da una intera nazione, consapevoli di lottare per la libertà, da gustare insieme alla miniserie TV, anche quella di ottima fattura

    ha scritto il 

  • 3

    Rispetto agli altri scritti, qui AMBROSE punta più alla cronaca giornalistica. La necessità di scriverlo di getto penalizza il tutto, ma non è da escludere dalle proprie letture in argomento di ...continua

    Rispetto agli altri scritti, qui AMBROSE punta più alla cronaca giornalistica. La necessità di scriverlo di getto penalizza il tutto, ma non è da escludere dalle proprie letture in argomento di conflitto mondiale. Il finale è rappezzato, si trascina in un tratteggio stanco e ridondante sul carattere fanciullesco e ormai cresciuto di Winters e compagni. Nota per chi dipinge figurini storici: non ci tirate fuori molto di buono. Se proprio volete pescare idee dal lavoro dello scrittore americano, consiglio allora di vedere la serie televisiva di Spielberg/Hanks.

    ha scritto il 

  • 0

    Libro "di accompagnamento" alla serie televisiva omonima (Band of Brothers) che ripercorre le vicende dei paracadutisti americani della Compagnia Easy della famosa 101 Divisione: stesso periodo ...continua

    Libro "di accompagnamento" alla serie televisiva omonima (Band of Brothers) che ripercorre le vicende dei paracadutisti americani della Compagnia Easy della famosa 101 Divisione: stesso periodo storico, stessi episodi e stessi personaggi. Il taglio è quello consueto per Ambrose, molto giornalistico, basato su fatti concreti ed esperienze personali come emergono dalle interviste dei protagonisti ancora viventi, integrate con note e considerazioni tratte da report dell'epoca e da testi di altri autori. In questo modo si ha una visione più articolata e dettagliata, ma di poco, di quanto visto in tv. Rimango dell'opinione che è difficilissimo illustrare in modo comprensibile la dinamica di uno scontro a fuoco mentre si raggiungono risultati migliori nel descrivere gli stati d'animo dei soldati e la confusione in cui si svolgono le azioni militari, anche le meglio pianificate e coordinate. Più leggo libri del genere e più mi convinco che l'unico modo per descrivere episodi bellici sia quello di simularli con un buon boardgame cartaceo degli anni '70.

    Molto agiografico circa le gesta della Compagnia Easy, definita il miglior reparto nel teatro di guerra europeo, e sull'US Army in generale, per trarre un giudizio più equilibrato sarebbe il caso di sentire casa ne pensano i "colleghi" dell'82 Divisione, i Rangers e, perchè no, quegli sfigati delle Waffen SS. Insomma: un libro molto da giornalista americano "embedded", si direbbe oggi.

    Quanto ad un giudizio sul libro: una lettura piacevole ma non molto interessante; leggibile ma certamente non "imperdibile".

    ha scritto il