Bang Bang. Tutta colpa di un gatto rosso

Di

Editore: Emma Books

3.7
(122)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 456 | Formato: eBook

Isbn-10: 889766914X | Isbn-13: 9788897669142 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Rosa

Ti piace Bang Bang. Tutta colpa di un gatto rosso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Sì, è stata tutta colpa di un gatto rosso. Il mio. La bestia scappa dalla finestra a mezzanotte, e io mi butto in strada per recuperarlo, sexy come un sacco di patate, e incontro... l’uomo dei miei sogni, una specie di Marlboro Man che smonta non da cavallo, ma da una fiammante BMW. In altre parole, il mio nuovo vicino di casa. Lui mi fissa perplesso e incuriosito e il colpo mi arriva subito, preciso, bang bang, dritto al cuore, come nella vecchia canzone dell’Equipe ‘84. Nick, si chiama Nick. Io Nora. Non può essere un caso, mi dico, e mi butto in questa storia, a testa bassa, senza sospettare in che pasticci mi ficcherò. Perché è ovvio che nella nostra storia si infilino altre persone, e tutte con qualcosa da dire o fare. Viola, un’adorabile bimba di otto mesi; Tommaso, il prof, egocentrico, bastardo seduttore cui l’ho giurata; un’orda di adorabili femmine folli che altro non sono che le mie amiche del cuore; Camilla, la disinibita, e un piccolo esercito di suocere, madri, padri, tate e... una nonna diabolica. E, come se non bastasse, c’è un romanzo rosa che aspetta di essere tradotto, uno strano borgo in piena Milano dove la gente sembra diversa e un po’ pazza e, ahimé, c’è anche lei, Gabrielle, la stronza. Senza contare il gatto rosso.
Ordina per
  • 4

    Esilarante

    Una storia che mi ha piacevolmente tenuto compagnia un paio di pomeriggi. Se avete voglia di un libro scorrevole, una storia romantica ma non mielosa e soprattutto di sorridere mentre leggete... con l ...continua

    Una storia che mi ha piacevolmente tenuto compagnia un paio di pomeriggi. Se avete voglia di un libro scorrevole, una storia romantica ma non mielosa e soprattutto di sorridere mentre leggete... con la Giorgi si va sul sicuro.

    ha scritto il 

  • 3

    "L’ho amato sin dal momento in cui i miei occhi hanno incontrato i suoi la sera del suo arrivo al borgo, quando in quegli occhi mi sono persa senza più trovare una via di scampo."

    La cosa che più ho apprezzato di questo libro sono state la piccola Viola, semplicemente adorabile, e il gattone Red, playboy del mondo gattaro XD La trama è carina (anche l'idea del "borgo"...nonosta ...continua

    La cosa che più ho apprezzato di questo libro sono state la piccola Viola, semplicemente adorabile, e il gattone Red, playboy del mondo gattaro XD La trama è carina (anche l'idea del "borgo"...nonostante le zitelle infoiate facciano quasi spavento XD) ed è anche scritto bene ma i protagonisti non mi hanno comunicato granché, sarà perché mancando il POV di Nick non ho potuto conoscerlo granché come personaggio, sarà perché la loro storia d'amore procede come un treno senza molta logica (per quanto ne sa Nora lui potrebbe essere pure sposato...insomma sa a malapena il suo nome e che ha una figlia e sembra le basti così D:), sarà perché Nora è a tratti (a tratti molto frequenti purtroppo) insopportabile e infantile....o forse tutte queste cose messe insieme XD Con la faccenda del prof secondo me abbiamo proprio toccato il fondo...già è grave che un tipo così non sia stato mai denunciato o almeno preso a mazzate sui denti ma che Nora dopo decenni voglia vendicarsi in un non meglio specificato modo e alla fine riesca solo a renderlo più ricco e famoso, trovargli una ragazza (le vuole proprio male alla sua "amica") e riuscire quasi a rovinare tutto con Nick (anche se poi inspiegabilmente sembra quasi che la colpa sia di quel poraccio che deve pure strisciare...io l'avrei piantata in asso XD) è proprio la ciliegina sulla torta XD Penso che leggerò questa autrice nostrana in versione storica sperando che scatti la scintille! ;D

    ha scritto il 

  • 1

    Ma è uno scherzo? L'autrice è sicuramente persona di buone letture (cita Mr. Thornton) ma non ci credo che le hanno pubblicato il libro. E che la gente (me compresa) lo compri.

    ha scritto il 

  • 4

    Divertentissimo

    Non conoscevo l'autrice e non sapevo nemmeno che genere di libri scrivesse. Quindi, sono rimasta molto sorpresa da questo libro così fresco, così piacevole e così divertente!! Non me lo aspettavo prop ...continua

    Non conoscevo l'autrice e non sapevo nemmeno che genere di libri scrivesse. Quindi, sono rimasta molto sorpresa da questo libro così fresco, così piacevole e così divertente!! Non me lo aspettavo proprio...
    Praticamente divorato in poco tempo, affascinata dal mondo semplice ma efficace in cui è scritta la storia. Ecco... se proprio dovessi trovare dei difetti... mi ha fatto arrabbiare il "doppio gioco" della protagonista, e forse mi ha anche un poco irritato il fatto che il principe azzurro fosse un poco debole.
    Però ci sta!!!! storia fresca e divertente, capace di coinvolgere. Leggerò sicuramente anche gli altri della stessa autrice.

    ha scritto il 

  • 4

    W VIVIANA

    Sono approdata casualmente nei mondi di Viviana Giorgi, adoro come scrive, ha la capacità di farti passare delle bellissime ore di divertimento e relax, libro semplice, divertente, romantico, scorrevo ...continua

    Sono approdata casualmente nei mondi di Viviana Giorgi, adoro come scrive, ha la capacità di farti passare delle bellissime ore di divertimento e relax, libro semplice, divertente, romantico, scorrevole, consigliato!!!

    ha scritto il 

  • 4

    RECENSIONE A CURA DI MERY
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=65896426

    Mi sembra giusto iniziare questa recensione parlando subito dell’autrice di questo romanzo, che per me ...continua

    RECENSIONE A CURA DI MERY
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=65896426

    Mi sembra giusto iniziare questa recensione parlando subito dell’autrice di questo romanzo, che per me è stata una scoperta, anzi tendo a precisare una piacevolissima scoperta. Viviana Giorgi è una bravissima scrittrice italiana, i suoi lavori sono un perfetto mix tra romanticismo sfrenato e divertimento. Dopo il suo primo romanzo non ho saputo resistere e ho letto anche gli altri. In tutti e tre mi sono ritrovata a ridacchiare da sola e a sospirare per questi amori coinvolgenti.
    Ma ora passiamo alla recensione vera e propria. I protagonisti di “Bang Bang. Tutta colpa di un gatto rosso” sono Nick e Nora, e con dei nomi così è impossibile non pensare al film “Nick & Norah. Accade tutto in una notte”. Bene, anche per la nostra storia sono stati fatali una notte e un gatto rosso perennemente in calore.
    Tuttavia i nostri Nick e Nora non sono due adolescenti alle prese con i primi amori, ma sono due adulti che ormai dall’amore hanno ricevuto qualche delusione di troppo. Nonostante ciò, l’amore arriva sempre quando meno te lo aspetti.
    Nora è una traduttrice di romanzi d’amore, vive una vita di cui può ritenersi soddisfatta, ha un lavoro che ama, una casa nel posto più bello di Milano e molti amici con i quali trascorre le sue serate. Ma le manca l’amore, quello con la A maiuscola.
    Nick, importante pubblicitario, ormai nell’amore non crede più. In seguito al fallimento del suo matrimonio, si ritrova solo con una bimba di nove mesi e con una pessima opinione sulle donne.
    Il loro primo incontro è orchestrato da un gatto rosso, in veste di Cupido, e dal destino. È inevitabile che tra i due scatti subito il colpo di fulmine. E che colpo di fulmine!
    Nonostante i tentennamenti da parte di Nora, la quale razionalmente non può credere di essersi innamorata in meno di ventiquattro ore, Nick non ha dubbi: fin da subito vede in lei una persona speciale e la vuole per sé. Purtroppo ad ostacolare il loro rapporto ci si mette un vecchio (vecchio in tutti i sensi) professore, primo amore di Nora, e un’assistente gatta morta che si porterebbe tranquillamente il lavoro anche a casa. Il vero problema per i nostri protagonisti, tuttavia, sarà la fiducia. Naturalmente fondamentale per la riuscita del libro sono stati i simpatici e impiccioni vicini.
    Se siete delle romanticone come la sottoscritta e credete nell’amore irrazionale, non potrete far altro che apprezzare questo libro, poiché la razionalità non ha nulla a che fare con il colpo di fulmine che scocca tra i nostri protagonisti.
    Il vero colpo di genio di questo romanzo sono i dialoghi divertenti e i monologhi interiori della protagonista, che spezzano con i momenti sdolcinati. Particolarmente diverte è poi una certa scena verso la fine de libro che vede come protagonista Nora, un hotel, il professore e delle manette, ma non posso dirvi di più vi rovinerei la sorpresa!
    Anche se ci fa penare, alla fine l’autrice ci regala una fantastica scena finale che mi ha fatto arrivare il diabete alle stelle! Ah, parlando di stelle, assegno a questo romanzo 4 meritatissime stelline.

    ha scritto il 

  • 3

    Sì, è stata tutta colpa di un gatto rosso. Il mio. La bestia scappa dalla finestra a mezzanotte, e io mi butto in strada per recuperarlo, sexy come un sacco di patate, e incontro... l’ uomo dei miei s ...continua

    Sì, è stata tutta colpa di un gatto rosso. Il mio. La bestia scappa dalla finestra a mezzanotte, e io mi butto in strada per recuperarlo, sexy come un sacco di patate, e incontro... l’ uomo dei miei sogni, una specie di Marlboro Man che smonta non da cavallo, ma da una fiammante BMW.
    In altre parole, il mio nuovo vicino di casa. Lui mi fissa perplesso e incuriosito e il colpo mi arriva subito, preciso, bang bang, dritto al cuore, come nella vecchia canzone dell’Equipe ‘84.
    Nick, si chiama Nick.Io Nora. Non può essere un caso, mi dico, e mi butto in questa storia, a testa bassa, senza sospettare in che pasticci mi ficcherò. Perché è ovvio che nella nostra storia si infilino altre persone, e tutte con qualcosa da dire o fare. Viola, un’adorabile bimba di otto mesi; Tommaso, il prof, egocentrico, bastardo seduttore cui l’ho giurata; un’orda di adorabili femmine folli che altro non sono che le mie amiche del cuore; Camilla, la disinibita, e un piccolo esercito di suocere, madri, padri, tate e… una nonna diabolica. E, come se non bastasse, c’è un romanzo rosa che aspetta di essere tradotto, uno strano borgo in piena Milano dove la gente sembra diversa e un po’ pazza e, ahimé, c’è anche lei, Gabrielle, la stronza. Senza contare il gatto rosso.

    ha scritto il 

  • 4

    A volte i libri che apprezzi di più sono proprio quelli acquistati senza pensarci troppo, guidati quasi da un colpo di fulmine, o un bang bang, giusto per rimanere in tema. È il caso di questo romanzo ...continua

    A volte i libri che apprezzi di più sono proprio quelli acquistati senza pensarci troppo, guidati quasi da un colpo di fulmine, o un bang bang, giusto per rimanere in tema. È il caso di questo romanzo che mi ha divertito e allo stesso tempo mi ha tenuta incollata alle sue pagine.
    Quel viscido del professore Ghislandi l'avrei preso a legnate fin dalla sua prima apparizione nella storia, ma per fortuna la protagonista era una sveglia, motivo per cui sono subito entrata in sintonia col suo personaggio.
    Molto coinvolgente anche la storia d'amore con Nick e spassosissime le descrizioni delle serate con le femmine folli. E poi c'era quel mattacchione del gatto, Red. Una vera peste, sì, ma se non fosse stato per lui...

    ha scritto il 

Ordina per