Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Banksy

Wall and Piece

Di

Editore: L'ippocampo

4.7
(115)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8896968607 | Isbn-13: 9788896968604 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Daniela Magnoni

Genere: Art, Architecture & Photography

Ti piace Banksy?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La figura di Banksy rimane tuttora avvolta da un alone di mistero: del maggiore esponente della street art sappiamo solo che è nato a Bristol, ma non ne conosciamo la vera identità. Famosissime le sue opere sul muro di separazione tra la Palestina e Israele, e le installazioni selvagge nei maggiori musei del mondo. Gli stencil sono da sempre la tecnica preferita da Banski per i suoi lavori di guerilla art: e così, ritratti singolari ed umoristici di scimmie, di ratti, ma anche di poliziotti, soldati, vecchi e bambini si fanno i promotori di messaggi contro la guerra, il capitalismo e le istituzioni. Venduto a più di un milione di copie in Inghilterra, Wall and Piece è un libro-cult ed esce finalmentre in Italia. Lo stesso Banksy, autore dei testi, vi presenta per la prima volta l'essenziale del suo poliedrico lavoro.

Ordina per
  • 5

    L'opera d'arte nell'epoca della sua cancellabilità tecnica

    Non pensavo che lo street artist inglese, forse il più famoso al mondo, oltre che stupirci, scandalizzarci, divertirci, provocarci, spiazzarci con i suoi bellissimi e geniali lavori, per lo più eseguiti clandestinamente e destinati ad essere rimossi dopo poche ore dall'esecuzione, avesse anche le ...continua

    Non pensavo che lo street artist inglese, forse il più famoso al mondo, oltre che stupirci, scandalizzarci, divertirci, provocarci, spiazzarci con i suoi bellissimi e geniali lavori, per lo più eseguiti clandestinamente e destinati ad essere rimossi dopo poche ore dall'esecuzione, avesse anche le idee così chiare sulla sua arte.
    Il libro è un vero gioiello perché ci restituisce un'immagine multidimensionale (si può ancora dire a tutto tondo?) dell'artista e ci fa capire che il lavoro di preparazione, anche per opere così effimere, sia enorme e non ci sia nulla di superficiale o ammiccante nel suo modo di intendere la sua opera o il suo modo di agire. L'uso programmatico del non sense, del "fuori contesto", del grottesco, destabilizzano il pensiero mainstream e giungono a risultati, anche in termini di critica sociale e antimilitarista, veramente efficaci.
    Dopo il libro guardate assolutamente il suo film "exit though the gift shop", nel quale, narrando la storia di un film-maker franco-statunitense un po' folle Thierry Guetta (che filma compulsivamente e accompagna Space Invader, Shepard Fairey - quello di Obey e Hope - e Banksy stesso) che diventa a sua volta uno street artist di successo, demistifica completamente e svela le contraddizioni del mondo della street art, spiazzandoci di nuovo.

    qui un'anteprima
    https://www.youtube.com/watch?v=a0b90YppquE

    ha scritto il 

  • 5

    Semplicemente fantastico

    Come la critica sociale possa tradursi in arte, in ironia, in intelligenza, in volontà di condividere e di mettere/mettersi in discussione.
    A mio modesto avviso quest'uomo è un genio, un normalissimo, meraviglioso genio.

    ha scritto il 

  • 4

    Opere in stencil e spray di un artista che rievocano il movimento punk per il retrosenso di insubordinazione costante al sistema capitalistico moderno, la sua magnifica street-art rivela clandestinità, inseguimenti, ma anche tanta derisione verso la borghesìa benestante. Alcuni lavori sono splend ...continua

    Opere in stencil e spray di un artista che rievocano il movimento punk per il retrosenso di insubordinazione costante al sistema capitalistico moderno, la sua magnifica street-art rivela clandestinità, inseguimenti, ma anche tanta derisione verso la borghesìa benestante. Alcuni lavori sono splendidi per significato come i celeberrimi sul muro divisorio costruito in Palestina.

    ha scritto il 

  • 4

    Grottesca l'introduzione

    Meraviglioso lavoro, che introduce molti graffiti - alcuni spariti dopo poche ore - in tutte le parti del mondo.
    Non solo opere d'arte, ma anche messaggi politici raffinati.
    Raggelante l'introduzione della casa editrice che dice, testualmente, "Questo libro è venduto a condizione che ...continua

    Meraviglioso lavoro, che introduce molti graffiti - alcuni spariti dopo poche ore - in tutte le parti del mondo.
    Non solo opere d'arte, ma anche messaggi politici raffinati.
    Raggelante l'introduzione della casa editrice che dice, testualmente, "Questo libro è venduto a condizione che non venga, per scopi commerciali o altro, ceduto in prestito [...] senza il previo consenso dell'editore".

    ha scritto il 

  • 5

    un libro fondamentale per provare a capire, non tanto banksy, quanto il mondo in cui stiamo vivendo.
    perché banksy spiazza, destabilizza, costringe a riflettere su simboli, concetti e valori sociali. e obbliga chi vede le sue opere a prendere posizione.
    in questo libro però non si ved ...continua

    un libro fondamentale per provare a capire, non tanto banksy, quanto il mondo in cui stiamo vivendo.
    perché banksy spiazza, destabilizza, costringe a riflettere su simboli, concetti e valori sociali. e obbliga chi vede le sue opere a prendere posizione.
    in questo libro però non si vedono solo le sue opere ma si sente anche la sua voce che mettendo insieme aneddoti personali, riflessioni sociologiche e citazioni, fuori da uno schema lineare, ricostruisce il punto di vista dell'artista

    ha scritto il