...
Ha scritto il 12/08/18

"C'è anche paura nella gioia. Il mio cuore batte di paura nella gioia, di paura di non poter più gioire, di paura che paura e gioia siano la stessa cosa." (p. 73)

Greg
Ha scritto il 09/11/17
Minority report
Minoranza di minoranza di minoranza. Questi diciannove racconti, pubblicati (censurati) per la prima volta nel 1982, narrano della vita di una bambina, poi ragazza, di lingua tedesca in uno sperduto villaggio del Banato rumeno negli anni 50-60. Un pu...Continua
Fer Carla69
Ha scritto il 18/01/17
lettura non sempre facile

19 episodi della vita dell'autrice nella Romania raccontati con immagini quasi oniriche e con un linguaccio molto particolare che ha volte ne rendono la lettura difficoltosa.

jonnybegood
Ha scritto il 03/01/16

una donna che ha come marito richard wagner...
finito con difficoltà

Micòl
Ha scritto il 25/03/15
Avevo già letto un libro di questa autrice dalla scrittura complessa. Spesso mi sono ritrovata a dover rileggere capitoli interi, perché se mi distraevo un secondo dalla lettura, non ci capivo più nulla. Dire che questo è un testo complesso, difficil...Continua

Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 19, 2010, 09:49
Guardiamo lontano dalla nostra solitudine, da noi stessi, e non sopportiamo gli altri e noi stessi, e anche gli altri vicini a noi non ci sopportano.
Pag. 82
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 19, 2010, 09:47
A volte il paese ha paura della sua gente. Il paese diventa sgradevolmente bello. Il paese non ha più un centro, e la calura spinge il crepuscolo negli orti e li gonfia. Le erbe selvatiche chiudono i loro fiori luminosi e gialli.
Pag. 62
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 19, 2010, 09:45
Papà era un bugiardo. Tutti i presenti mentivano con il loro silenzio. Tutti fissavano a bocca aperta nel vuoto. Io li guardavo l'uno dopo l'altro, quelle facce orribili, quei nasi, quegli occhi, quelle teste folte e arruffate. I peli della barba di...Continua
Pag. 56
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 19, 2010, 09:40
Il paese è trasparente e lungo e sottile. Anche le case, i recinti e gli orti, anche la gente assomiglia a strade vuote. Dappertutto si può vedere attraverso, passare attraverso e penetrare con la mano, e la gente è disorientata perchè il paese è cos...Continua
Pag. 50
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 19, 2010, 09:34
La nonna si coprì con un sacco e spinse la grande botte di legno sotto la grondaia. Voleva catturare l'acqua piovana. Acqua piovana - mi veniva da pensare al velluto. Era morbida e i capelli diventavano lisci come la seta e mansueti.
Pag. 47

Alibi
Ha scritto il Mar 08, 2015, 20:40
Iris
Iris
"Nei vasi i fiori formano mazzi così grandi da sembrare soltanto un groviglio scompigliato, soffocante e bello, come fosse una vita. E la fatica che si fa, con questa vita"

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi