Bastard von Istanbul

By ,

Verleger: Eichborn

3.9
(2046)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 464 | Format: Others | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Italian , French , Spanish , Slovenian , Catalan , Finnish , Swedish

Isbn-10: 3821857994 | Isbn-13: 9783821857992 | Publish date:  | Edition 1

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like Bastard von Istanbul ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 3

    Una scrittura moderna, dinamica, disinvolta, ironica.
    Inizia in modo spavaldo, sembra non dar peso a ciò che è stato fatto, ma sarà dominante invece nell'intera storia.
    Lottare contro bigottismo, perb ...weiter

    Una scrittura moderna, dinamica, disinvolta, ironica.
    Inizia in modo spavaldo, sembra non dar peso a ciò che è stato fatto, ma sarà dominante invece nell'intera storia.
    Lottare contro bigottismo, perbenismo e ferendo se stesse pur di non commiserarsi addosso, così faranno alcune protagoniste di questo romanzo.
    Una storia, molto intrecciata, lunga tre generazioni, tra due famiglie, una turca e una armena.
    Offre molti spunti : innanzitutto la città di Istanbul "una vecchia signora con cuore giovane" con tutti i suoni, colori, aromi, profumi, "ogni quartiere ... così diverso dal precedente da far pensare che Istanbul fosse un labirinto urbano, una serie di città dentro la città.
    - L'originalità di aver diviso i capitoli con nomi di ingredienti (...non casuali)
    - La cucina turca, poi quella armena, ricche, abbondanti;
    - La Storia nella storia, il genocidio armeno,mai riconosciuto dalla Turchia, anzi viene punito ancor oggi, colui che lo menziona, (l'autrice stessa è stata condannata proprio x questo libro, censurata, poi assolta.)
    - la questione armena verrà dibattuta in modo critico-costruttivo dalle ultime generazioni, le due ragazze, antagoniste ma amiche-nemiche;
    - Menziona molti libri, autori, pittori, diverse città;
    - Ho scoperto che in Turchia le donne hanno acquisito il diritto di voto ben dodici anni prima di noi (1934);
    - per gli armeni il paradiso è un giardino pieno di melograni: ecco spiegato la melagrana in copertina e nella fotocomposizione interna;
    e tante altre cose ancora per essere piacevolmente letto.
    attratta dalla storia degli armeni ho subito letto "La Masseria delle Allodole".

    Il libro inizia e termina con la pioggia
    ... è tutto un ciclo continuo: l'uomo non ha memoria del passato,oggi tutto, o quasi tutto, si ripete...

    Infine una nota dell'autrice su Time ha scritto
    Occidente e Oriente non sono come l'acqua e l'olio. Possono essere mescolati, intercambiati... Come una Matrioska piena di colori ... apri e trovi un'altra bambola, ...

    "Bisogna oltrepassare i muri culturali attraverso la letteratura (pag.197) la conoscenza che non ci porta al di là è di gran lunga peggiore dell'ignoranza ... potremmo appassire se troppo a lungo dentro nei ns.involucri culturali.

    gesagt am 

  • 4

    " La vita è fatta di coincidenze" . Una bellissima storia di amicizia tra una ragazza americana di origini armene e una ragazza turca , molto coinvolgente che ti lascia con il desiderio di visitate Is ...weiter

    " La vita è fatta di coincidenze" . Una bellissima storia di amicizia tra una ragazza americana di origini armene e una ragazza turca , molto coinvolgente che ti lascia con il desiderio di visitate Istanbul. Dietro alla storia c'è un accenno all'eccidio armeno, un brutto capitolo della storia a me sconosciuto .

    gesagt am 

  • 4

    L'ho letto un paio di anni fa e ricordo che mi è piaciuto...Quello che sto scrivendo è quasi assurdo, ma in questo momento, a distanza di tempo non ricordo esattamente i dettagli di questo "piacere"!! ...weiter

    L'ho letto un paio di anni fa e ricordo che mi è piaciuto...Quello che sto scrivendo è quasi assurdo, ma in questo momento, a distanza di tempo non ricordo esattamente i dettagli di questo "piacere"!!
    Lo so, lo so, le recensioni andrebbero scritte "a caldo" e non dopo due anniversario .;-Una cosa però mi é rimasta impressa: al termine del libro avevo una voglia incredibile di visitare Istanbul!
    Peccato che, nel frattempo, gli sviluppi della crisi nel mondo islamico rendano sempre più improbabile un mio ipotetico viaggio...

    gesagt am 

  • *** Dieser Kommentar enthält Spoiler! ***

    1

    Banalotto

    Tratta temi drammatici come l'incesto con troppa superficialità.
    Piuttosto stupido. Non raccomandabile

    gesagt am 

  • 4

    La mente è una splendida creatrice di collages...

    E' vero: chi si aspetta da questo romanzo una riflessione approfondita sulla storia del popolo armeno rimane di sicuro deluso, perché alla fine lo sfondo storico resta soltanto accennato. È però una s ...weiter

    E' vero: chi si aspetta da questo romanzo una riflessione approfondita sulla storia del popolo armeno rimane di sicuro deluso, perché alla fine lo sfondo storico resta soltanto accennato. È però una storia meravigliosa sulla ricerca di sé, su quanto sia fondamentale perdersi per potersi ritrovare su come il tentativo di ricomporre un io diviso non possa che portare all'accettazione di questo, l'essere diviso come propria essenziale identità. Personalmente ho trovato interessantissimo, inoltre, lo sguardo sulla realtà orientale contemporanea, che mi ha consentito di avvicinarmi a un'ambientazione per me più insolita; e poi c'è un meraviglioso universo di donne, ricco di personaggi unici per il coraggio, la disperazione e la scintilla di follia con la quale affrontano gli eventi: il tutto narrato con un mix di semplicità quotidiana e dimensione magica...Da leggere.

    gesagt am 

  • 4

    Una bella storia, affascinante per i suoi personaggi, le loro contrapposizioni, e l'affascinante Istanbul piena di profumi, odori e colori, e anche i suoi scheletri del passato. La ricerca, l'influenz ...weiter

    Una bella storia, affascinante per i suoi personaggi, le loro contrapposizioni, e l'affascinante Istanbul piena di profumi, odori e colori, e anche i suoi scheletri del passato. La ricerca, l'influenza del passato sul presente, le proprie radici, sono al centro. La storia prende forma lentamente, ad ogni pagina è come se si aggiungesse un pezzo di puzzle, che rende il romanzo sempre più coinvolgente. Dalla metà in poi non sono più riuscita a staccarmi, dovevo conoscere anche io la verità!
    Finale assolutamente inaspettato!

    gesagt am 

  • 4

    MATRIOSKA

    Bellissima storia di ricerca, a tratti angosciosa, del proprio passato.
    Ricerca che porta all'incontro scontro di due 20enni con passato e famiglie ingombranti che, in un certo qual modo zavorrano le ...weiter

    Bellissima storia di ricerca, a tratti angosciosa, del proprio passato.
    Ricerca che porta all'incontro scontro di due 20enni con passato e famiglie ingombranti che, in un certo qual modo zavorrano le loro vite e il loro futuro.
    Colpisce la dura verità della condizione femminile. Nonostante tutta la nostra indipendenza, bravura, arrivismo, carriera e perché no la nostra arroganza, al momento del "dunque" siamo SEMPRE fragili e sole!
    Ottimo finale matrioska con una serie di colpi di scena uno dentro l'altro, notevole!

    gesagt am 

  • 4

    All'inizio è un po' macchinoso. I personaggi infatti vengono prima presentati e poi fatti agire, ma nella presentazione risultano come macchiette, troppo netti, senza sfumature di carattere. Appena in ...weiter

    All'inizio è un po' macchinoso. I personaggi infatti vengono prima presentati e poi fatti agire, ma nella presentazione risultano come macchiette, troppo netti, senza sfumature di carattere. Appena iniziano ad agire invece, si sciolgono e fluiscono lungo la storia che è ben congegnata e vuole essere letta.

    gesagt am 

  • 3

    "La vita è fatta di coincidenze, anche se a volte ci vuole un jinn per capirlo."

    Questo è un libro che non avrei mai letto, se non fosse stato scelto dal mio gruppo di lettura, perchè come ho detto più volte dopo reiterate e fallimentari esperienze ho deciso di riifuggire, diciamo ...weiter

    Questo è un libro che non avrei mai letto, se non fosse stato scelto dal mio gruppo di lettura, perchè come ho detto più volte dopo reiterate e fallimentari esperienze ho deciso di riifuggire, diciamola in generale, dagli scrittori mediorientali -ad esclusione degli israeliani che fanno storia a se stante.
    In generale, e lo ripeto per evitare generalizzazioni pericolose, gli scrittori persiani -iraniani, iracheni, afgani e compagnia- coltivano la tendenza quantomai nociva alla smielatezza. Scrivono come vivono, mi verrebbe da dire basandomi sulla mia personale approfondita conoscenza degli iraniani, i quali coltivano l'esteriorità come valore fondamentale, e tutte le loro azioni vengono asservite a questo fondamentale principio, persino il parlare o -appunto- lo scrivere.
    Ma questa è turca, ed i turchi stanno a mezza via tra occidente ed oriente, lo si sa -a proposito lo sapete che per gli iraniani le barzellette sui turchi equivalgono alle nostrem sui Carabinieri?!
    Ma non divaghiamo.
    Per prima cosa, questo libro è scritto in modo piacevole, preciso ed efficace -ed aggiungerei "moderno" per confutare quanto detto sopra, ammesso che esistano un linguaggio moderno ed uno antico, bhò- ; in secondo luogo, racconta una storia. Ed è questo il punto: è una storia che ti prende così appunto nel suo essere racconto, perchè intreccia il passato ed il presente di due famiglie, e come tale la si può leggere. Ma è anche vero che sotto ale vite dei personaggi c'è la Storia, quella con la S maiuscola: la storia del popolo armeno in primo luogo, poi la cultura e l'aria di Istambul -che, come si sa, più che una città è un vascello, o come si dice un ponte tra due realtà ancora lontanissime- e poi quella della cucina turca e molte altre. A proposito, non sarà certo un caso che ogni capitolo del libro sia intitolato ad una spezia o ingrediente della cicina tipica -a parte l'ultimo, ma questo non devo ne' voglio rivelarlo.
    Un solo grosso problema: una volta terminata la lettura, come farvi passare la voglia di Istambul saranno cavoli vostri -e miei, in questo momento.

    gesagt am 

Sorting by
Sorting by