Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Batman

The Long Halloween

By Jeph Loeb

(15)

| Paperback | 9781840230543

Like Batman ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

A costumed hero learning he can trust no one.
A serial killer using the holidays to mark his handiwork.
A crime lord trying ti hold onto a crumbling empire.
A city beset by gangsters becoming a haven for freaks.
An honest distric Continue

A costumed hero learning he can trust no one.
A serial killer using the holidays to mark his handiwork.
A crime lord trying ti hold onto a crumbling empire.
A city beset by gangsters becoming a haven for freaks.
An honest district attorney hiding a terrible secret.
A dark woman tempting the dark knight detective.

And a friendship that will be shattered forever.

These are the pieces of the murder mystery: The Long Halloween

24 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Probabilmente quella che finora reputo la storia di Batman meglio scritta.
    Non è la storia in sé ma il modo in cui essa viene raccontata.
    Leggi, "indaghi", ti fai un'idea tutta tua...e poi scopri che sei arrivato proprio lì dove volevano condurti gli ...(continue)

    Probabilmente quella che finora reputo la storia di Batman meglio scritta.
    Non è la storia in sé ma il modo in cui essa viene raccontata.
    Leggi, "indaghi", ti fai un'idea tutta tua...e poi scopri che sei arrivato proprio lì dove volevano condurti gli autori, visto che subito annullano la tua tesi rendendola impossibile o quantomeno assai improbabile.
    Capolavoro.

    Is this helpful?

    Emageht said on Oct 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi tappo la bocca nello strillare a pieni polmoni "capolavoro" solo perchè non oso ribadire l'ovvio.
    Questa è una grande storia noir, potente, oscura, che ha saputo piegare la serialità degli albi a fumetti per segnare i suoi giorni su un calendario ...(continue)

    Mi tappo la bocca nello strillare a pieni polmoni "capolavoro" solo perchè non oso ribadire l'ovvio.
    Questa è una grande storia noir, potente, oscura, che ha saputo piegare la serialità degli albi a fumetti per segnare i suoi giorni su un calendario, appeso da qualche parte a Gotham City.
    E' anche una grande storia di mafia che cerca di rispecchiarsi in quei doppiopetti, di calzare le grandi scarpe eleganti del Padrino e di C'era una volta in America.
    E' la storia di un'alleanza, di un'amicizia, di tre uomini che cercano la giustizia da tre diverse angolazioni, e i cui mezzi prevarrano, purtroppo, sul fine.
    E' una grande storia di Batman, figlia di un'altra, bellissima (Anno Uno di Frank Miller e David Mazzucchelli) che ha un sapore però più pregiato, più corale. Racconta Gotham in cui c'è anche questo Batman, non la Gotham proprietà di Batman.
    E' la storia dell'origine di un male, di una spaccatura, uno sfregio, raccontato poi sul grande schermo da Nolan e Goyer.
    E' la storia di un giovane Cavaliere Oscuro, di amore, morte e promesse compiute ed infrante, ed ho già detto moltissimo.
    E' il Lungo Halloween.

    Is this helpful?

    Petrof said on Sep 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La storia in sè non sarebbe straordinaria, soprattutto perché molti dei cattivi che qui appaiono, sono presenze forzate e non utilissime, a prima vista, allo sviluppo della trama (in realtà sono importantissimi)

    Se non fosse che invece il meccanismo ...(continue)

    La storia in sè non sarebbe straordinaria, soprattutto perché molti dei cattivi che qui appaiono, sono presenze forzate e non utilissime, a prima vista, allo sviluppo della trama (in realtà sono importantissimi)

    Se non fosse che invece il meccanismo narrativo è perfetto (staccarsi dalla lettura non è semplice), Gotham è più folle e malinconica che mai, e i personaggi sono memorabili (soprattutto Harvey Dent). Tutti, "buoni" e "cattivi" perdono, e se la prima frase di Bruce Wayne è "Io credo in Gotham", la sua ultima sarà "Io credo in Batman".

    Semplicemente superlativo è il lavoro di Tim Sale: gran parte del fascino di questa storia è merito suo, i suoi disegni sono l'ideale per l'atmosfera noir e per la drammaticità e follia latente (e non) dei personaggi.

    Is this helpful?

    Mgcgio said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quello che resta...

    Cos'ha di così bello questa graphic novel con una trama così semplice e banale, con questi colpi di scena un po' meccanici stile Agatha Christie?
    Eppure i disegni così oscuri, lineari, dissonanti creano un clima che ci immerge pienamente nella trama ...(continue)

    Cos'ha di così bello questa graphic novel con una trama così semplice e banale, con questi colpi di scena un po' meccanici stile Agatha Christie?
    Eppure i disegni così oscuri, lineari, dissonanti creano un clima che ci immerge pienamente nella trama. Una trama più ricca di trovate grafiche e di nemici che di originalità, certo, ma una trama che salda nel cemento la vera essenza di Batman, di Gordon e di Harvey Dent. Uomini diversi, che emergono come tali in mille situazioni che la lunghezza della storia può permettersi di affrontare, scavando scena dopo scena l'animo dei protagonisti... più mostrando che scrivendo...
    Lasciate perdere le famiglie mafiose, concentratevi sui dettagli... sui vetri che vanno in mille pezzi, sulle mille foglioline di Poison Ivy, sull'entrata teatrale del Joker e in quei disegni troverete uno stile che vi avvilupperà di stranezza, oscurità e fascino.

    Is this helpful?

    Etrigan79 said on Oct 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bello

    Una bella avventura di Batman, perfettamente calato nel suo ruolo di investigatore oscuro.
    Storia avvincente e ben costruita, bei dialoghi e artwork veramente particolare, essenziale ed efficace.

    Il finale è chiaro, contrariamente a quanto riportato ...(continue)

    Una bella avventura di Batman, perfettamente calato nel suo ruolo di investigatore oscuro.
    Storia avvincente e ben costruita, bei dialoghi e artwork veramente particolare, essenziale ed efficace.

    Il finale è chiaro, contrariamente a quanto riportato dal recensore che mi precede.

    Is this helpful?

    Lucifer said on Sep 13, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lettura abbastanza fredda, che in un certo senso vuole fornire il collegamento tra il noir del "Batman: Anno uno" e l'universo di Batman, abituato solo da freak e pazzi in costumi.
    Eccessivamente lungo, eccessivamente costruito, ha un paio di cose no ...(continue)

    Lettura abbastanza fredda, che in un certo senso vuole fornire il collegamento tra il noir del "Batman: Anno uno" e l'universo di Batman, abituato solo da freak e pazzi in costumi.
    Eccessivamente lungo, eccessivamente costruito, ha un paio di cose non spiegate PROPRIO nella spiegazione finale di chi sia il serial killer Holyday.

    Is this helpful?

    Omar Martini said on Aug 11, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book