Battiato - Io chi sono?

Dialoghi sulla musica e sullo spirito

Di

Editore: Mondadori

2.8
(157)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 136 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804596627 | Isbn-13: 9788804596622 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Musica , Filosofia , Religione & Spiritualità

Ti piace Battiato - Io chi sono??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Le parole di Franco Battiato, nelle sue canzoni come in questo libro, hanno il raro pregio di trasportare la mente lontano dai luoghi ordinari, trascinarla in voli imprevedibili e ascese velocissime attraverso mondi esotici ed esoterici.
Battiato - Io chi sono? è un distillato del suo pensiero, un'immersione nell'universo filosofico e spirituale che fa da matrice alle sue canzoni (e ogni volta scoprire l'origine di un verso amato è una vertigine, una piccola illuminazione). Pagina dopo pagina, si incontrano storie e geografie straordinarie, lama tibetani e maestri sufi, passi dei Veda e del Mahabharata, insegnamenti del buddismo e delle teosofia. Si discute di musica e di meditazione, di morte e di rinascita, di estasi mistiche e viaggi psichedelici, dei modi per resistere alla "cloaca" del mondo contemporaneo.
Daniele Bossari, appassionato come un fan e competente come un esperto, interroga Battiato nello stesso modo in cui un allievo farebbe col suo guru, spinto da quel proverbio giapponese per cui "chiedere è vergogna di un momento, non chiedere è vergogna di una vita".
Il risultato è un libro profondo e sorprendente, magico nei contenuti come nelle atmosfere, un'autobiografia spirituale del più filosofo dei cantautori.
Ordina per
  • 5

    Libri dello spirito

    È giusto dare a certi libri una giusta importanza. Non avevo aspettative di sorta quando ho aperto questo libello; mi ha catturato, mi ha stretto in un caldo abbraccio e mi ha dato speranza e voglia d ...continua

    È giusto dare a certi libri una giusta importanza. Non avevo aspettative di sorta quando ho aperto questo libello; mi ha catturato, mi ha stretto in un caldo abbraccio e mi ha dato speranza e voglia di conoscere.

    Per me questo testo non può che essere un alleato, un primo compagno di viaggio sulla Via. Battiato, volutamente, ritengo, e Bossari ci propongono un energico e potente trampolino di lancio, che scaglia il lettore sensibile a tutta velocità nel cammino misterioso verso l'Uno "al di sopra del bene e del male". Non è un testo che dica poi troppo, non chiarisce nulla su chi o cosa sia o cosa voglia significare il nome di Franco Battiato, è bene dirlo subito, tanto è vero che a fare la parte del leone nell'intervista è la innocentemente nozionistica serie di domande di Bossari, come di un allievo vorace di conoscenza di fronte a un maestro, umilissimo, dell'arte del silenzio.

    Ma non è Battiato il soggetto del libro, non lo è e non lo vuole essere: è soltanto un tramite, la voce di vibrazioni incorporee e sovrasensibili. Il vero soggetto delle discussioni è Dio nelle sue sfaccettate manifestazioni.

    Se volete conoscere, se siete in cammino, leggete questo dialogo, come se fosse "pane degli angeli", un buffet paradisiaco di assaggini che vi invitano ad andare a fondo, oltre apparenze, orpelli e ritualismi. Leggetelo come se fosse un ennesimo primo passo verso il Divino, un primo passo che può essere lieve e delicato, attraverso le parole e la musica di un grande cantautore, che tanto ci insegna non insegnandoci, con l'ineccepibile coerenza e la paradossale umiltà di grandi saggi sufi o zen. Leggetelo perché sia per voi una iniziazione, un nuovo tracciato di conoscenza, e gli aggraziati falsetti, nel vorticoso attorcigliarsi delle melodie e dei ritmi, sarà per voi "La cura" e lo sprone.

    ha scritto il 

  • 1

    Non mi sono iscritta ad Anobii per fare recensioni perché non ne sono capace. Infatti quella che segue non è una recensione ma una precisazione.
    Capita a tutti di comprare libri brutti ma questo è il ...continua

    Non mi sono iscritta ad Anobii per fare recensioni perché non ne sono capace. Infatti quella che segue non è una recensione ma una precisazione.
    Capita a tutti di comprare libri brutti ma questo è il libro, anzi no, è la cosa più imbarazzante che ho nella libreria. La stellina è per me, per essere riuscita a non scrivere parolacce.

    ha scritto il 

  • 2

    Grande delusione..

    Blatera tanto Bossari.. col suo solito fare da primino della classe.. Latitano le risposte e i commenti di Battiato che si limita a monosillabi e delude grandemente le aspettative..

    ha scritto il 

  • 3

    Sono affascinata dalla mente di Battiato, dalla sua cultura e stile di vite. Non potevo quindi non trovare interessante questo libro... peccato solo che l'intervistatore (Daniele Bossari) sia più inte ...continua

    Sono affascinata dalla mente di Battiato, dalla sua cultura e stile di vite. Non potevo quindi non trovare interessante questo libro... peccato solo che l'intervistatore (Daniele Bossari) sia più interessato a mettere in mostra la propria cultura che quella del Maestro.

    ha scritto il 

  • 1

    Anche no!

    La domanda che non trova risposta nel libro è: perché lo sto leggendo? Infatti l'ho abbandonato perdendo la scommessa che avevo fatto con chi me lo ha regalato.

    ha scritto il 

  • 4

    peccato che il libro sia così breve,e perchè no che l'intervistatore si sia appena affacciato alle tematiche che affronta nel libro. I temi sono bellissimi, si sfiorano alti concetti, si ammicca a per ...continua

    peccato che il libro sia così breve,e perchè no che l'intervistatore si sia appena affacciato alle tematiche che affronta nel libro. I temi sono bellissimi, si sfiorano alti concetti, si ammicca a personaggi di spicco della mistica occidentale e orientale, si accenna a capolavori indini e grandi maestri dello spirito.... peccato non essere potuti andare oltre. Certo sta in ognuno di noi avere la costanza e la volontà di appronfondire. Peccato avere a portata di mano un personaggio che affronta questi temi da anni e non aver potuto andare oltre

    ha scritto il 

  • 3

    tre stelline e mezza. daniele bossari, in qualità di "discepolo" pone delle domande sulla "mistica" al "maestro", non solo in senso musicale.
    la profondità delle risposte di battiato è interessante e ...continua

    tre stelline e mezza. daniele bossari, in qualità di "discepolo" pone delle domande sulla "mistica" al "maestro", non solo in senso musicale.
    la profondità delle risposte di battiato è interessante e da sola vale l'acquisto. la menosità delle domande di bossari, che si sforza con tutto se stesso di fare vedere quante ne sa e quanto è intelligente sono uno strazio. nell'insieme un libro piacevole che consiglio comunque di avere.

    ha scritto il 

  • 3

    Nel complesso, deludente

    Sinceramente, mi aspettavo molto di più... qualche spunto interessante, qualche tema di approfondimento rispetto ad alcune frasi riprese dai suoi testi, ma poco di più.

    ha scritto il 

  • 3

    Guru

    L'argomento trattato è interessante, Bossari è appassionato e competente e Battiato conferma la sua fama di guru. Però condivido il commento di Luca: credo che Bossari abbia faticato non poco a metter ...continua

    L'argomento trattato è interessante, Bossari è appassionato e competente e Battiato conferma la sua fama di guru. Però condivido il commento di Luca: credo che Bossari abbia faticato non poco a mettere insieme un intero libro da quell'intervista.

    ha scritto il