Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Bebè a costo zero

Guida al consumo critico per accogliere e accudire al meglio il nostro bambino

Di

Editore: Il leone verde

4.4
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 285 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865800208 | Isbn-13: 9788865800201 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Contributi: Alessandra Bortolotti

Genere: Business & Economics , Family, Sex & Relationships , Self Help

Ti piace Bebè a costo zero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Carrozzine, passeggini, omogeneizzati, pannolini… Ma quanto costa diventare genitori oggi? Indagini e statistiche parlano di un investimento di migliaia di euro solo nel primo anno di vita del bebè.
D’altronde chi vorrebbe far mancare qualcosa al proprio bimbo? Per i nostri figli, solo il meglio!
Ma qual è il meglio per un bebè? E cosa serve al bimbo che nascerà?
Bebè a costo zero si addentra nell’affollato mondo dei prodotti per l’infanzia, per scoprire cosa può effettivamente essere utile durante la gravidanza e nei primi anni di vita del bambino, distinguendo le reali esigenze di mamma e bebè dai bisogni indotti dalla pubblicità.
Il risultato di questo “viaggio” è una vasta scelta di proposte e suggerimenti pratici per evitare spese inutili e circondare il proprio piccino solo di quanto può realmente favorire il suo sviluppo psico-fisico e una crescita serena ed armoniosa.
Il tutto con un occhio di riguardo per la salvaguardia dell’ambiente in cui i nostri bimbi devono crescere.
La consulenza di numerosi esperti – pediatri, pedagogisti, ostetriche e psicologi – e le testimonianze di decine di mamme e papà (a proposito di gravidanza, alimentazione, igiene, giochi, abbigliamento, nanna, ecc.) fanno di questo libro uno strumento prezioso per tutti i futuri e neogenitori.
Ordina per
  • 5

    ottimo punto di partenza

    Bellissimo manuale per future mamme, da leggere e rileggere con il tempo, mi ha dato un sacco di spunti di riflessione e ha fatto chiarezza nel momento in cui gli input alla spesa erano necessari. Ottima la bibliografia e ricca di siti web da conoscere e scoprire. Da regalare e diffondere.

    ha scritto il 

  • 0

    Preso, abbandonato, ripreso...non illuminante come pensavo, nemmeno pessimo..come probabilmente ogni libro del genere, offre alcuni spunti di riflessione interessanti, pur sembrando esagerato in altre cose...insomma, su tutto si può risparmiare...ma una sana spesa inutile ogni tanto fa anche bene ...continua

    Preso, abbandonato, ripreso...non illuminante come pensavo, nemmeno pessimo..come probabilmente ogni libro del genere, offre alcuni spunti di riflessione interessanti, pur sembrando esagerato in altre cose...insomma, su tutto si può risparmiare...ma una sana spesa inutile ogni tanto fa anche bene al cuore di mamma, anche se non al suo portafogli... Va letto con il dovuto distacco e la criticità di saper riflettere suo consigli che fornisce.

    ha scritto il 

  • 4

    non è un manuale per tirchi

    sono rimasta molto colpita da questo libro, che assolutamente non vuol essere un manuale per genitori tirchi!!
    L'attenzione viene posta sulle reali esigenze di un bambino, e non su quelle che la società consumistica ha creato, con un occhio di riguardo verso l'ecologia..
    il concetto di base è ESS ...continua

    sono rimasta molto colpita da questo libro, che assolutamente non vuol essere un manuale per genitori tirchi!! L'attenzione viene posta sulle reali esigenze di un bambino, e non su quelle che la società consumistica ha creato, con un occhio di riguardo verso l'ecologia.. il concetto di base è ESSERE E NON AVERE, un bambino ha bisogno di essere amato e non di avere "cose" non necessarie, quindi non serve spendere tanto denaro, ma è meglio spendere tempo.

    ha scritto il 

  • 4

    utile e ricco di spunti

    Il libro non è soltanto un'interessante guida al risparmio e all'acquisto "sostenibile" e intelligente, ma è anche un "racconto" molto pratico su cosa serve sicuramente e su cosa può non servire quando nascerà un figlio... Non gli do 5 stelline solo perchè secondo me, forse, in alcuni passaggi è ...continua

    Il libro non è soltanto un'interessante guida al risparmio e all'acquisto "sostenibile" e intelligente, ma è anche un "racconto" molto pratico su cosa serve sicuramente e su cosa può non servire quando nascerà un figlio... Non gli do 5 stelline solo perchè secondo me, forse, in alcuni passaggi è un po' "estremista", e spesso con l'arrivo di un bimbo ci sono troppe varianti in gioco per cui non tutto quello che si trova nel libro può essere applicato per ogni situazione personale. Ma il libro è scritto in maniera semplice ed è davvero ricco di spunti, di bibliografia interessante e di segnalazioni di siti internet utili!

    ha scritto il 

  • 4

    Un utile punto di partenza pewr chi aspetta il primo figlio

    Un utile punto di partenza pewr chi aspetta il primo figlio e non sa racapezzarsi tra la montagna di oggetti proposti per l'infanzia. Cosa è realmente necessario e cosa no? Il libro non da risposte ma esamina i bisogni reali del bambino e spiega le alternative possibili per soddisfarli. La soluzi ...continua

    Un utile punto di partenza pewr chi aspetta il primo figlio e non sa racapezzarsi tra la montagna di oggetti proposti per l'infanzia. Cosa è realmente necessario e cosa no? Il libro non da risposte ma esamina i bisogni reali del bambino e spiega le alternative possibili per soddisfarli. La soluzione non è sempre in un oggetto.

    ha scritto il 

  • 5

    Imperdibile!

    Nuova edizione di un libro cult per i neogenitori!


    Proprio io che in gravidanza ho sofferto di shopping compulsivo, non dovrei nemmeno poter pronunciare il titolo del testo, figuriamoci aver accesso a questo meraviglioso libro. Temevo, infatti, che mi si sarebbe carbonizzato tra le mani! ...continua

    Nuova edizione di un libro cult per i neogenitori!

    Proprio io che in gravidanza ho sofferto di shopping compulsivo, non dovrei nemmeno poter pronunciare il titolo del testo, figuriamoci aver accesso a questo meraviglioso libro. Temevo, infatti, che mi si sarebbe carbonizzato tra le mani! Ma, un po’ perché ho conosciuto (purtroppo solo virtualmente) la splendida autrice, un po’ perché (diciamocela tutta), se avessi continuato a sperperare in quel modo, adesso non potreste godere di questo consiglio (perché mi avrebbero tagliato la linea telefonica), mi sono decisa e l’ho acquistato.

    Non si tratta solo di una “guida al consumo critico”, come suggerisce il sottotitolo...è molto, molto di più!

    Vi dico solo che modificherà completamente la vostra visione della maternità, se non avete ancora provato ad ascoltare voi stesse e a darvi fiducia.

    Lo ammetto: anch’io, come Becky, quando ero incinta ho amato follemente lo shopping per il baby (soprattutto col 50% di sconto …e il bancomat del papà!), nonostante la mole non proprio filiforme dell’ultimo periodo e l’agilità di un bradipo zoppo. Ma ora che le buste e gli scatoloni si sono ammonticchiati nella camera del mio cucciolo, sommergendo quasi totalmente il pavimento (una volta allegramente arredato con un simpatico tappeto di Winnie The Pooh perfettamente in tinta con i mobili della cameretta), mi rendo conto di aver non solo esagerato con gli acquisti, ma di aver anche decisamente toppato nella scelta degli articoli che ho così rozzamente suggerito a parenti e amici di acquistare per mio figlio: interfono che non ho ancora scartato perché non lascio il cucciolo nemmeno quando vado in bagno, giostrina spaziale con orsetti travestiti da api, stelline che dovrebbero splendere sul soffitto e musica soave che dovrebbe conciliare il sonno (…ma non so dirvi se sia vero perché, anche questa, è ancora sigillata!), box miracoloso (a detta di mia madre!) che al momento ha solo occupato molto spazio nella cameretta (nonostante sia anch’esso ancora perfettamente imballato) e poi bilancia, sedia a forma di orso per la vasca (ma perché???) e mille vestitini ancora con le targhette (e il prezzo!) attaccate.

    Mi sa che avrei dovuto comprare il libro qualche mese fa, ma, soprattutto, avrei dovuto ascoltare un po’ di più il mio istinto di madre e seguire ciò che mi dettava il cuore…quando già batteva all’unisono con quello del mio cucciolo!

    http://mamminafortunata.blogspot.com/2011/04/la-kinsella-mi-fa-un-baffo.html

    Ultime news: la Mondadori ha acquistato i diritti di Bebè a costo zero per pubblicarlo nella collana dei Saggi Mondadori. Dovrebbe uscire in primavera! http://www.bambinonaturale.it/2011/10/la-guida-al-consumo-critico-edita-da-mondadori/#more-11695

    ha scritto il 

  • 5

    Bebè a costo zero si ripropone ai futuri e neogenitori con una nuova edizione, ampliata e aggiornata.


    Non solo i dati contenuti nel volume sono stati aggiornati, nuovi riferimenti bibliografici e indirizzi di siti e blog di interesse sono stati aggiunti, ma nuovi interventi sono andati ...continua

    Bebè a costo zero si ripropone ai futuri e neogenitori con una nuova edizione, ampliata e aggiornata.

    Non solo i dati contenuti nel volume sono stati aggiornati, nuovi riferimenti bibliografici e indirizzi di siti e blog di interesse sono stati aggiunti, ma nuovi interventi sono andati ad arricchire la sezione voci di esperti e interessanti testimonianze di mamme e papà si aggiungono a quelle già presenti nella prima edizione. I numerosi approfondimenti, aggiunti in queste pagine, garantiscono ai futuri e neogenitori ulteriori informazioni, spunti di riflessione e suggerimenti pratici per rispondere al meglio ai bisogni del proprio bambino, evitando spese inutili e superflue e rispettando il Pianeta!

    ha scritto il