Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Before I Go to Sleep

By

Publisher: Doubleday

3.8
(3719)

Language:English | Number of Pages: 368 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Dutch , Chi traditional , Portuguese , Catalan , German , Chi simplified , Italian , Korean , French , Danish

Isbn-10: 0857520814 | Isbn-13: 9780857520814 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , eBook , Others , Audio CD

Category: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Do you like Before I Go to Sleep ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Memories define us. So what if you lost yours every time you went to sleep? Your name, your identity, your past, even the people you love - all forgotten overnight. And the one person you trust may only be telling you half the story. Welcome to Christine's life.
Sorting by
  • 3

    Letto in treno, in alternativa potrebbe essere un buon libro da ombrellone. Non lo rileggerò ma è stato una compagnia piacevole. Il nodo intorno a cui gira il libro è la perdita della memoria, che v ...continue

    Letto in treno, in alternativa potrebbe essere un buon libro da ombrellone. Non lo rileggerò ma è stato una compagnia piacevole. Il nodo intorno a cui gira il libro è la perdita della memoria, che viene condito con angoscia, senso del pericolo e confusione. Alcune cose sono carine altre non reggono, specie la fine. Passatempo piacevole e niente di più.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Un castello di carte superscintillante che si distrugge come fa il lupo con le case dei primi due porcellini... al momento clou!

    Tizia ebbe un incidente per cui non ha la memoria breve e ogni volta che cade in fase di sonno REM le si azzera tutto quello che ha recentemente imparato.
    C'è chi ha usato questo fenomeno medico come ...continue

    Tizia ebbe un incidente per cui non ha la memoria breve e ogni volta che cade in fase di sonno REM le si azzera tutto quello che ha recentemente imparato.
    C'è chi ha usato questo fenomeno medico come escamotage per una improbabile e manco troppo divertente storia d'amore fra Adam Sandler e Drew Barrymore, e chi invece per imbastirci un superthriller al cardiopalma che ti fa leggere tutto il tomo scritto in un'unica tirata. La cosa è curiosa e divertente, e ne apprezziamo sicuramente il lato grottesco, ciò non toglie che il finale di "50 volte il primo bacio" è senza dubbio più soddisfacente di quello di "Non ti addormentare". La trama accennata nel retrocopertina già ci mette in allarme: la donna, che scrive un diario segreto giorno per giorno, si è scritta di non fidarsi del marito...

    ... e ha senso, tutti i pezzi del puzzle che lei raccoglie dalla sua mente a groviera disegnata dalla penna cancellina la portano a scoprire la verità: (il) suo (EX) marito è un altro, e questo qua è "solo" il suo ex (senza parentesi) amante che non accetta che lei l'abbia lasciato e perciò ha imbandito una pantomima colossale.
    Una pantomima però anche molto flebile, dato che tutto il gioco si regge sul fatto che fu egli, essendo lei in cattivi rapporti con marito, a recupararla dall'ospedale riabilitativo, e che l'amante/stalker/potenziale killer non ha dovuto esibire alcun documento alla struttura per poter prendere la paziente, né ha dovuto esibire un documento per anni (!?) che attestasse il suo stato di coniuge della protagonista, con tanto di vero nome (dacché per non destare sospetti si fa chiamare da lei come il vero marito).

    Ero tanto esaltata nella lettura che questa spiegazione fantascientifica mi ha smosciata come una torta mal lieviata nel forno.
    Do comunque tre stelline perché fui ben gabbata, nonostante tutto

    said on 

  • 2

    Inutilmente prolisso

    Piuttosto banale. Pochissimi tratti coinvolgenti, per il resto un mare di parole superflue per descrivere ogni passaggio, anche quelli più inutili. Anzi, soprattutto quelli inutili. Lo stile è decisam ...continue

    Piuttosto banale. Pochissimi tratti coinvolgenti, per il resto un mare di parole superflue per descrivere ogni passaggio, anche quelli più inutili. Anzi, soprattutto quelli inutili. Lo stile è decisamente mediocre e per niente sintetico, alla lunga stanca e si è costretti a saltare a piè pari intere frasi, se non paragrafi. Durante la lettura l'emozione più sentita è stata quella di arrivare alla fine, per insofferenza. E alla fine, finalmente, il sollievo. Non certo un thriller che consiglierei.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Divorato

    Sono sul treno in ritardo (grazie Trenitalia), seduta sui gradini, finisco un libro e manca ancora un'ora di viaggio: attacco a sfogliare tutti i campioni che ci sono su Kindle e, per motivi a me tutt ...continue

    Sono sul treno in ritardo (grazie Trenitalia), seduta sui gradini, finisco un libro e manca ancora un'ora di viaggio: attacco a sfogliare tutti i campioni che ci sono su Kindle e, per motivi a me tuttora sconosciuti, avevo scaricato anche questo.
    L'ho DIVORATO, letteralmente.
    Christine si sveglia ogni mattina senza alcun ricordo della sua vita: a causa di un incidente, ha infatti perso la memoria a breve termine, e solo una serie di post it e fotografie, e le cure amorevoli del marito Ben, la riportano alla realtà.
    Un giorno però, Christine scopre di essere in contatto con uno psicanalista, e anche di aver cominciato a scrivere un diario, un'abitudine che sembra rafforzare le sue capacità mnemoniche, e renderla in grado di fermare alcuni ricordi. Nei racconti di Ben cominciano ad esserci delle incongruenze, come il litigio con la sua amica Clare, e la morte del loro unico figlio.
    La storia si dipana come un thriller, mozzafiato davvero, in cui sia Christine che il lettore continuano a chiedersi chi dica la verità: lo psicanalista? Clare? Ben? Cosa è accaduto davvero a Christine, e le bugie che viene svelando sono o non sono a fin di bene?
    Per tutto il libro ho cercato un momento di redenzione di Ben, devo ammetterlo, quando finalmente il mistero viene svelato: il marito con cui vive Christine NON E' Ben, ma il suo amante, pazzo maniaco ossessionato, quello che effettivamente le procurò "l'incidente" e che poi, approfittando dell'assenza di Ben e della malattia di Christine, è riuscito a sottrarla dalla casa di cura, rinchiudendola nella sua abitazione.
    Era andato tutto bene fin qui: purtroppo le ultime pagine stilisticamente precipitano, con una conclusione da happy ending disneyano quanto mai irrealistica e sbrigativa. Per quanto truce, la fine di questo libro doveva forse essere la morte della protagonista, o quanto meno la sua, continua, perdita di memoria.
    Per quanto l'ho divorato, all'ultima pagina volevo lanciare il libro (che era su Kindle, quindi NON sarebbe stata una buona idea).

    said on 

  • 5

    Irresistibile

    Incredibilmente, mi ha preso fin dalla prima pagina e l'ho divorato in soli tre giorni. Il ritmo è serrato fin dall'inizio e la suspance non ti lascia mai, fino all'ultima pagina. Una storia che per t ...continue

    Incredibilmente, mi ha preso fin dalla prima pagina e l'ho divorato in soli tre giorni. Il ritmo è serrato fin dall'inizio e la suspance non ti lascia mai, fino all'ultima pagina. Una storia che per tutta la sua durata ti tiene col fiato sospeso, non ti lascia andare e se avessi potuto l'avrei letta tutta d'un fiato.
    Ho letto il libro in lingua originale inglese ed è stata una lettura veramente sciolta, le pagine che scorrevano con facilità e fluidità.
    Un racconto che sembra incredibile, eppure sono rimasta incollata fino all'ultima pagina, al colpo di scena finale. Fantastico. Assolutamente cinque stelle.

    said on 

  • 2

    Di questo libro non mi sono piaciuti: il tipo di scrittura, frasi eccessivamente brevi ricoprono gran parte della prima parte e la trama abbastanza scontata, il finale lo si può già capire a metà libr ...continue

    Di questo libro non mi sono piaciuti: il tipo di scrittura, frasi eccessivamente brevi ricoprono gran parte della prima parte e la trama abbastanza scontata, il finale lo si può già capire a metà libro, molti particolari lo fanno supporre!
    Comunque sia la trama non è male, si fa leggere, scrittura molto semplice, poco ricercata, di buon intrattenimento, ma a parer mio nulla di più, secondo me troppo sopravvalutato come libro, ottimo per farci un film(come è appunto stato)
    Aspetti positivi: l'analisi psicologica della protagonista, secondo me è stata ben descritta, analizzandola sotto vari punti di vista, in maniera discreta.
    Altra nota a favore è la fluidità del racconto, con non molte ripetizioni e pochi divagamenti!

    said on 

  • 3

    Una storia intrigante, che ti risucchia e ti spinge ogni momento a chiederti cosa accadrà dopo. Ho divorato le parole, forse anche grazie allo stile narrativo: il racconto in prima persona permette di ...continue

    Una storia intrigante, che ti risucchia e ti spinge ogni momento a chiederti cosa accadrà dopo. Ho divorato le parole, forse anche grazie allo stile narrativo: il racconto in prima persona permette di entrare ancora più in sintonia con la protagonista.

    La storia è ben calibrata, le rivelazioni ed i colpi di scena si susseguono con un ritmo costante, più incalzante verso le ultime pagine, e non fanno mai cadere troppo la tensione. Il finale rientra in una delle varie ipotesi che ci si può creare proseguendo con la lettura, il che lo rende prevedibile ma non eccessivamente scontato, e si svolge comunque abbastanza rapidamente da non risultare noioso o eccessivo.

    Un libro che mi sento di consigliare, anche se non arriva a raggiungere le vette di Memento (il film) il gioco che crea con la memoria è comunque intrigante.

    said on 

Sorting by