Before I Go to Sleep

By

Publisher: Doubleday

3.8
(3857)

Language: English | Number of Pages: 368 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Dutch , Chi traditional , Portuguese , Catalan , German , Chi simplified , Italian , Korean , French , Danish , Polish

Isbn-10: 0857520814 | Isbn-13: 9780857520814 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , eBook , Others , Audio CD

Category: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Do you like Before I Go to Sleep ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Memories define us. So what if you lost yours every time you went to sleep? Your name, your identity, your past, even the people you love - all forgotten overnight. And the one person you trust may only be telling you half the story. Welcome to Christine's life.
Sorting by
  • 5

    Ogni giorno Christine deve imparare da capo la sua vita.
    Ogni giorno per lei è un incubo sempre più grande. Non sa niente di se, niente della sua vita, niente di suo marito, l'uomo che le vive accanto ...continue

    Ogni giorno Christine deve imparare da capo la sua vita.
    Ogni giorno per lei è un incubo sempre più grande. Non sa niente di se, niente della sua vita, niente di suo marito, l'uomo che le vive accanto, l'uomo con qui si sveglia ogni mattina e l'uomo con qui và a dormire ogni sera eppure neanche di lui può fidarsi e forse neanche del dottor Nash, l'uomo che cerca di aiutarla e curarla. Così ogni giorno affida i suoi ricordi alla carta sapendo che il giorno dopo spariranno di nuovo sperando in qualche modo di riuscire ad uscire da questo incubo che è diventata la sua vita e quando stà per riuscirci, Christine piomba in un incubo ancora più grande.

    Libro bellissimo ed emozionante che cattura il lettore dalla prima pagina.

    said on 

  • 4

    Christine vive una vita a metà, infatti ogni mattina si sveglia non sapendo chi è, dove si trovi e non ricordando nulla della sua vita. Il dottor Nash le consiglia di tenere un diario per ricordare, o ...continue

    Christine vive una vita a metà, infatti ogni mattina si sveglia non sapendo chi è, dove si trovi e non ricordando nulla della sua vita. Il dottor Nash le consiglia di tenere un diario per ricordare, ogni giorno una scoperta e la somma di queste la porteranno tra veri ricordi, inventati, bugie e mezze verità a riscoprire il suo passato e la sua vita è quello che scopre è alquanto sconvolgente.

    Un romanzo a tratti angosciante, percorre un viaggio nella psiche umana, tra paure, ansie, diffidenza per poter ricordare.
    Riuscirà Christina a ricordare tutto è davvero?!

    said on 

  • 4

    Non ti addormentare, perché quando ti risveglierai domattina non avrai più ricordi, questo in breve il riassunto del romanzo, una trama tutto sommato "semplice", basata su tre personaggi.
    Christine og ...continue

    Non ti addormentare, perché quando ti risveglierai domattina non avrai più ricordi, questo in breve il riassunto del romanzo, una trama tutto sommato "semplice", basata su tre personaggi.
    Christine ogni mattina si sveglia senza ricordi (né del passato né del giorno prima) e suo marito Ben, uomo al quale si sveglia accanto ogni giorno, tutte le volte deve spiegarle chi è e cosa le è successo e cioè che a causa di un incidente lei ha perso la capacità di ricordare. Ogni mattina lui le mostra le foto appese in bagno e grazie ai post it sparsi per casa lei ricostruisce ogni giorno la sua vita ma le sembra sempre di avere tralasciato dei dettagli, Ben le dice davvero tutto? E allora perché quando lui è al lavoro il dottor Nash la chiama e le dice di aggiornare il suo diario? Ben non le ha mai parlato di questo dottore, e sul diario lei ha scritto "non fidarti di Ben" , è insensato, come può non fidarsi di suo marito??
    Ogni giorno grazie al diario riesce a fare luce nei suoi ricordi, comincia così a scoprire inquietanti verità...
    La trama è decisamente avvincente e molto inquietante, conosci davvero chi ti sta accanto? Di chi ti puoi fidare se non di te stessa? Ma se tu non avessi ricordi??
    Può venire il dubbio che con una protagonista che ogni giorno debba riscoprire chi è il racconto sia monotono ma non è assolutamente così perché grazie al diario lei migliora e ogni giorno lei scopre (e trascrive) qualcosa di nuovo fino ad arrivare al finale inaspettato. Strutturato molto bene è un libro che ti prende e senti proprio il bisogno di andare avanti per sapere come va a finire! Rischi davvero di impazzire in certi momenti e fino alla fine (o quasi) non sospetti assolutamente cosa succederà (o cosa è successo...).
    Davvero un bel thriller.

    said on 

  • 4

    El argumento de este libro me ha parecido muy interesante, ya que trata sobre un caso de amnesia severa, el cual provoca que la protagonista pierda todos sus recuerdos al dormir. El problema que le ve ...continue

    El argumento de este libro me ha parecido muy interesante, ya que trata sobre un caso de amnesia severa, el cual provoca que la protagonista pierda todos sus recuerdos al dormir. El problema que le veo es que es una historia muy compleja de contar, ya que el autor debe repetir un día tras otro los mismos datos para que nos metamos realmente en la piel de la mujer con amnesia, y eso provoca que casi la mitad del libro sea sumamente lento y repetitivo. Pero me ha gustado mucho la trama que esconde y el final es de película. Muy bueno.

    said on 

  • 4

    L'idea di fondo mi è piaciuta subito e mi ha iniziato a prendere subito. Temevo però che portare quell'idea per 500 pagine sarebbe stato difficile, invece non mi ha deluso

    said on 

  • 4

    Siamo la somma dei nostri ricordi

    Le nostre giornate trascorrono con una certa regolarità secondo lo schema largamente implementato del lavoro, svago e sonno; quindi ogni sera andiamo a letto seguendo un automatismo per indurci al rip ...continue

    Le nostre giornate trascorrono con una certa regolarità secondo lo schema largamente implementato del lavoro, svago e sonno; quindi ogni sera andiamo a letto seguendo un automatismo per indurci al riposo senza pensare a ciò che potrebbe accadere l’indomani mattina.

    E’ ciò che succede alla protagonista di questo psico-thriller di Watson; ogni mattina Christine si sveglia credendo di avere poco meno di trenta anni, ma in realtà ne ha quasi cinquanta essendo la sua memoria è rimasta ferma a più di vent’anni prima a causa di un incidente che ha compromesso importanti funzioni cerebrali inerenti una rara forma di amnesia che cancella dalla sua mente i ricordi delle ultime ventiquattro ore…e tale situazione si ripete per decenni. In pratica ogni giorno è un ricominciare tutto da capo dall’istante precedente l’incidente che ha provocato tale grave patologia.

    La vita della protagonista, anche se limitata a una giornata, è diventata un incubo; appena desta non si rende conto del posto dove si trova e della persona che dorme accanto a lei; non esiste passato e non è pensabile un futuro, solamente un eterno presente composto di frequenti flashback e dalla brama di farsi raccontare i più importanti episodi della sua vita degli ultimi decenni dalla persona che appare essere suo marito.

    Una continua ansia penetra nella sua giornata; appena sveglia, dopo essersi guardata allo specchio e ricevuto raccomandazioni dall’uomo che vive con lei, riceve una particolare telefonata che le rammenta di cercare un diario, ben nascosto, dove la protagonista annota le sue vicissitudini presenti e passate al fine di conoscere chi è e chi è stata e ricominciare sempre daccapo; una vita circolare, una spirale senza fine, un vortice che potrebbe portare alla follia fino a quando non arriva il sonno…ecco quindi addormentarsi per risvegliarsi dopo alcune ore senza ricordare alcunché di quanto accaduto nel periodo nebuloso del suo segmento esistenziale.

    In tali condizioni l’essere umano si astrae dal mondo esterno, fluttua in una dimensione atemporale, pensa al nonsense della propria esistenza indirizzata alla mancanza di ricordi e all’ancor più tragica consapevolezza di non poter progettare niente per il futuro immediato e a lungo termine. Le uniche ancore di salvezza sembrano il marito, che ha la pazienza di ripeterle giorno per giorno tutto ciò che ha vissuto, e un diario dove sono annotati, sempre giorno per giorno, i vari accadimenti quotidiani.

    Ma anche questi “appigli”, queste “ancore”, potrebbero rappresentare un castello di sabbia pronto a sgretolarsi alla minima intemperia.

    Un romanzo che si legge a perdifiato, che non dà tregua, forse perché ci si immedesima in una situazione remota ma non impossibile da verificarsi.

    said on 

  • 5

    一本與記憶相關的小說
    原本我以為會和很多拍過跟失憶相關的電影一樣
    結果沒想到是一部懸疑小說

    我覺得作者最厲害的就是敘述
    主角內心的變化還有身邊人的反應
    把不合理的部分合理化
    最後才會帶來結局的驚艷

    said on 

Sorting by