Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Bestiario

By Julio Cortázar

(805)

| Paperback | 9788806174866

Like Bestiario ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

La scrittura di Cortázar affonda le radici nella precisione realistica. I vari quartieri di Buenos Aires, gli ambienti borghesi, le atmosfere familiari, i locali dove si balla il tango: il misterioso, l'irrazionale, il tragico germogliano dalla più c Continue

La scrittura di Cortázar affonda le radici nella precisione realistica. I vari quartieri di Buenos Aires, gli ambienti borghesi, le atmosfere familiari, i locali dove si balla il tango: il misterioso, l'irrazionale, il tragico germogliano dalla più corporea descrizione del quotidiano. È proprio lì che salti nel tempo, scambi di destini, apparizioni e stregonerie prendono forma e senso: la vita segreta di una società si carica di segni e tensioni inquietanti. Particolare suggestione ha il "bestiario" metafisico di Cortázar: animali invisibili, come la tigre del racconto che dà il titolo al libro, o immaginari, o creati dal nulla come i coniglietti della Lettera a una signorina di Parigi.

106 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Solo che uno non si mette a spiegare alla gente

    Non gliene avevo mai detto niente, non per slealtà creda, solo che uno non si mette a spiegare alla gente che di tanto in tanto vomita un coniglietto. Poichè mi è sempre capitato mentre ero solo, tenevo la cosa per me, come ci si tengono per sé le pr ...(continue)

    Non gliene avevo mai detto niente, non per slealtà creda, solo che uno non si mette a spiegare alla gente che di tanto in tanto vomita un coniglietto. Poichè mi è sempre capitato mentre ero solo, tenevo la cosa per me, come ci si tengono per sé le prove di tante cose che accadono (o facciamo accadere) nell'assoluta initimità. Non mi rimproveri per questo, Andrée, non mi rimproveri. Di tanto in tanto mi capita di vomitare un coniglietto. Non è una buona ragione per non vivere in una qualsiasi casa, non è una buona ragione perchè uno debba vergognarsi e restare isolato e continuare a tacere.

    Is this helpful?

    aconeyisland said on Aug 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' uno scrittore paziente, che espone con calma e con un ritmo molto personale i suoi personaggi, che ci imprigioneranno nell'incredibile, ma tanto, tanto, reale.

    Is this helpful?

    Sammy said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Racconti magnificamente scritti sul genere perturbante tra l'onirico (Casa occupata o cefalea ad esempio, sono veri e propri sogni trascritti) e il genere inquietante di Poe (Circe su tutti). Una sorta di riscrittura elaborata (e decisamente migliore ...(continue)

    Racconti magnificamente scritti sul genere perturbante tra l'onirico (Casa occupata o cefalea ad esempio, sono veri e propri sogni trascritti) e il genere inquietante di Poe (Circe su tutti). Una sorta di riscrittura elaborata (e decisamente migliore) sullo stile di Quiroga.

    Is this helpful?

    KillDevilHill said on Jul 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Llegaba a esta selección de cuentos muy ilusionado y me voy sinceramente decepcionado.

    Is this helpful?

    Pablo Vega said on Apr 19, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Io mi incanto in questa scrittura. Le invenzioni sono paradossalmente verosimili, perfette nelle loro iperboli, fantastiche e fenomenali. Un libro che è come un cioccolatino dell'inquietante Delia Mañara, la protagonista di Circe. O come la ti ...(continue)

    Io mi incanto in questa scrittura. Le invenzioni sono paradossalmente verosimili, perfette nelle loro iperboli, fantastiche e fenomenali. Un libro che è come un cioccolatino dell'inquietante Delia Mañara, la protagonista di Circe. O come la tigre, o una delle triste mancuspie, o un mazzo di fiori assente sull'autobus che va al cimitero. Ogni elemento di ciascun racconto è tutto il libro, è un filo al tempo stesso unico e frammentato. Un delirio, ma appena scostato dalla realtà. Un delirio possibile.
    E poi qui c'è l'appendice, una lezione da leggere e rileggere.

    Is this helpful?

    Maidiremai said on Jan 5, 2014 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book