Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Bianca come il latte, rossa come il sangue

By Alessandro D'Avenia

(300)

| eBook | 9788852012495

Like Bianca come il latte, rossa come il sangue ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua de Continue

Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua definitivamente". Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

1460 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Effettivamente un brutto libro, ma non riesco a scendere di valutazione

    Ho letto questo libro un bel po’ di anni fa, quando ero ancora una bambina, si può dire. Ero veramente, ma veramente piccola e immatura, e ricordo che il libro, nonostante non mi avesse poi appassionato così tanto, mi fece piangere parecchio.
    Mi ren ...(continue)

    Ho letto questo libro un bel po’ di anni fa, quando ero ancora una bambina, si può dire. Ero veramente, ma veramente piccola e immatura, e ricordo che il libro, nonostante non mi avesse poi appassionato così tanto, mi fece piangere parecchio.
    Mi rendo che, se lo rileggessi adesso, non mi piacerebbe come qualche tempo fa, e mi accorgerei di ciò che effettivamente ho letto.
    Diciamo che Alessandro D’Avenia ha raccontato il cancro con gli occhi di un adolescente svogliato che vede le sue speranze amorose svanire. La trama è fin troppo tipica: un ragazzo innamorato di una ragazzina con la leucemia, lei muore e lui la rimpiazza con la migliore amica (cosa di cattivo gusto, dato che sinceramente si è perso in pochissimo tempo “l’amore” che questo ragazzo provava per Beatrice).
    A mio parere, anche un po’ la leucemia è stata trasformata in qualcosa di fin troppo devastante. Ho avuto un amico stretto con la leucemia, e con tutto che si erano rotti i macchinari, che non riuscivano a trovare un midollo compatibile, dopo un anno sono riusciti a guarirlo comunque. Il periodo in cui questo mio amico è stato malato coincide con la lettura di questo romanzo, quindi credo che è stato per il fatto di essere riuscita ad entrare in Leo che mi piacque così tanto. Di conseguenza, non riesco a dargli meno di tre stelline, nonostante ammetto che anche la scrittura sia abbastanza scadente.

    Is this helpful?

    Sheere Hikari said on Aug 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Adolescenti scontati e una storia un po' piatta. Un libro che non rimpiangerei di non aver preso, decisamente. Scontati i personaggi principali, Leo, Beatrice, gli amici, scontato il frate che insegna religione, scontato e banale il finale

    Is this helpful?

    Elfovet said on Aug 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Argomento molto toccante e affrontato da dei ragazzi di 16 fa venire la pelle d'oca. Bello anche l'amore puro visto da più. Punti di vista

    Is this helpful?

    Daniela said on Aug 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Scorrevole anche se un po' scontato

    Is this helpful?

    Ros_B said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Iniziato e finito in tre giorni al mare. Leo è un simpatico ragazzo, un adolescente che però in alcune parti vive una vita forse troppo scontata, irreale. Anche se verso la fine diventa troppo melenso e banale, non posso dire che non mi sia dispiaciu ...(continue)

    Iniziato e finito in tre giorni al mare. Leo è un simpatico ragazzo, un adolescente che però in alcune parti vive una vita forse troppo scontata, irreale. Anche se verso la fine diventa troppo melenso e banale, non posso dire che non mi sia dispiaciuto del tutto. Promosso, ma da leggere se si hanno al massimo 18 anni.

    Is this helpful?

    Betta said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book