Biancaneve e il cacciatore

Di

Editore: A. Mondadori (Chrysalide)

2.9
(171)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 235 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8804621648 | Isbn-13: 9788804621645 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: G. Scocchera

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Biancaneve e il cacciatore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Re Magnus è in guerra contro un terribile nemico. Ma armi e battaglie non lo distraggono dal doloroso ricordo della moglie perduta. Di lei gli rimane solo la piccola Biancaneve. Fino al giorno in cui, nella Foresta Tenebrosa, il re incontra una donna bellissima, capace di farlo innamorare di nuovo: la malvagia Ravenna. È la regina del Male, che con le sue arti di magia nera, assorbe dal cuore delle fanciulle l'eterna giovinezza, uccidendole. La prossima vittima è Biancaneve. Ma sotto il candore della pelle e l'ingenuità dello sguardo, la ragazza cela un animo guerriero. Ed Eric, il cacciatore destinato a sopprimerla, si troverà di fronte una donna coraggiosa, affascinante, e decisa a combattere... nonché una banda di nani ribelli che darebbero la vita per lei. La perfida Ravenna ha i giorni contati... La celebre favola di Biancaneve si trasforma in un racconto dark e romantico
Ordina per
  • 4

    “La morte ha fame e tu sei la mela”.

    Romanzo che non può mancare nelle librerie degli amanti delle favole, del fantasy e del dark. La favola di Biancaneve come tutti noi la conosciamo però rivista in chiave gotica e devo dire che, nonost ...continua

    Romanzo che non può mancare nelle librerie degli amanti delle favole, del fantasy e del dark. La favola di Biancaneve come tutti noi la conosciamo però rivista in chiave gotica e devo dire che, nonostante non mi aspettassi nulla visto il flop del film(che non ha nulla a che vedere con la versione cartacea), il libro mi è piaciuto molto, nonostante un finale aperto ho trovato tanti punti in comune con la favola dei fratelli Grimm però modificati, non ci sono a fare da sfondo i boschi incantati ma delle foreste tenebrose e piene di insidie, non ci sono i nani buffi e lavoratori ma valorosi e leali guerrieri dediti alla salvezza della loro principessa, non c’è il principe bello, buono, perfetto e in sella a un cavallo bianco ma un umile e affascinante cacciatore con un lacerante dolore che alberga nel profondo del suo cuore.
    Tutta la storia è permeata da un ritmo continuo che non lascia molto spazio alla parte romantica della favola, ma ha il potere di catturare e di ammaliare il lettore pagina dopo pagina grazie alla sua narrazione dal sapore avventuroso.
    Rispetto alla favola ci sono personaggi con molto più spessore, a partire dalla giovane Biancaneve che non è quella dolce e piccola fanciulla indifesa ma una coraggiosa ragazza pronta a tutto pur di vendicare suo padre e liberare il suo regno dalla matrigna usurpatrice.
    Non ci sono punti morti o descrizioni prolisse che rallentano la narrazione, si ha solo la sensazione durante la lettura di immergersi in un mondo lontano, tra spade, nani, fate, folletti e un regno da salvare.
    Un’originale e interessante rivisitazione di una delle favole più amate dai bambini. Una nota di merito anche per la bellissima edizione della Mondadori, ben curata in ogni suo dettaglio.

    ha scritto il 

  • 4

    Bella copertina ヅ Bella fiaba ^_____________^

    Il film l'ho visto ieri sera ed è davvero bellissimo. Ottimi effetti speciali. Il cervo bianco è "spettacolare"
    Charlize è cattivissima e quel ruolo lo interpreta benissimo. Il cacciatore è S.U.P.E.R. ...continua

    Il film l'ho visto ieri sera ed è davvero bellissimo. Ottimi effetti speciali. Il cervo bianco è "spettacolare"
    Charlize è cattivissima e quel ruolo lo interpreta benissimo. Il cacciatore è S.U.P.E.R.L.A.T.I.V.O.
    Il libro è da collezione, quindi un giorno forse lo leggerò.
    Quando avrò terminato gli arretrati. シ

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Il film non era gran che e il libro non poteva essere da meno. Ho visto da poco Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio e sono rimasta scioccata. Come hanno potuto tirar fuori quella storia della sorell ...continua

    Il film non era gran che e il libro non poteva essere da meno. Ho visto da poco Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio e sono rimasta scioccata. Come hanno potuto tirar fuori quella storia della sorella che a causa di un tradimento del suo amato diventa una nemica dell'amore se nel primo non si parla nemmeno di una sorella? Senza contare della storia sulla morte di sara che nel primo viene detto essere stata uccisa da Finn, mentre nel secondo tutta un'altra cosa? Davvero non me ne capacito... Senza contare che il finale fa pena. Lei viene risvegliata dal bacio di Eric, ma guarda un po', lui non lo capisce e quello che dovrebbe essere la prova del loro amore viene ignorata da lui (l'unico che sa essere accaduto) e se ne va lasciando Biancaneve con l'eterno amico William.
    Conclusione? Evitatelo. Se non fosse che un challange a cui partecipo prevedeva un libro tratto da un film o serie tv ne sarei stata alla larga anch'io. Diciamola tutta: eviteri qualunque libro tratto da film o serie tv.

    ha scritto il 

  • 3

    Buono

    HO LETTO QUESTO LIBRO DOPO AVER VISTO IL FILM CHE MI E' PIACIUTO MOLTO E SINCERAMENTE IL FILM E' ANCHE MEGLIO DEL LIBRO COMUNQUE UNA BUONA LETTURA X CHI AMA IL GENERE FANTASY O STORIE CLASSICHE RIVISI ...continua

    HO LETTO QUESTO LIBRO DOPO AVER VISTO IL FILM CHE MI E' PIACIUTO MOLTO E SINCERAMENTE IL FILM E' ANCHE MEGLIO DEL LIBRO COMUNQUE UNA BUONA LETTURA X CHI AMA IL GENERE FANTASY O STORIE CLASSICHE RIVISITATE IN CHIAVE MODERNA.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Inizia in modo interessante

    ma si perde per strada.
    Molte cose non sono spiegate o sono accennate superficialmente e si ha l'impressione che avvengano solo in funzione della trama.
    Per esempio la regina all'inizio risparmia Bian ...continua

    ma si perde per strada.
    Molte cose non sono spiegate o sono accennate superficialmente e si ha l'impressione che avvengano solo in funzione della trama.
    Per esempio la regina all'inizio risparmia Biancaneve perché sente un legame con lei, mi aspettavo che questo dettaglio avesse un senso, che venisse sviluppato. Poi tutti dicono che Biancaneve è la predestinata, ma anche questo non è approfondito, non c'è un vero e proprio motivo per cui Biancaneve debba essere colei che salva il regno, a parte il fatto che è la protagonista del libro.
    Poi il cacciatore le dà una microlezione di combattimento e lei diventa una supercombattente in grado di difendersi, combattere e assaltare un castello...
    Salvo solo la parte della fuga nella foresta insieme al cacciatore, anche se è una situazione banalotta e vista migliaia di volte.
    Insomma si può leggere, ma c'è di meglio.

    ha scritto il 

  • 5

    Possibili spoiler!!!

    Io ho amato moltissimo il film, semplicemente spettacolare e fantastico, ottima interpretazione di tutto gli attori, magnifici!!! <3
    Per chi ha amato il film, consiglio altrettanto il libro, bellissim ...continua

    Io ho amato moltissimo il film, semplicemente spettacolare e fantastico, ottima interpretazione di tutto gli attori, magnifici!!! <3
    Per chi ha amato il film, consiglio altrettanto il libro, bellissimo e molto scorrevole nella lettura.
    Poi mi piace moltissimo questa nuova versione di Biancaneve, ammetto che la favola o fiaba che sia, originale, non mi è mai piaciuta, questa versione qua invece si. Perché troviamo una Biancaneve combattiva, che lotta e combatte per la sua vita, per la sua sopravvivenza, non resta ferma a guardare gli altri fare, no! Anche lei, insieme al Cacciatore e ai nani che l'aiutano, (bè un po' anche il principe), fa di tutto per salvare se stessa e il suo popolo, combatte per salvarlo e liberarlo dal regno della regina cattiva. E'una persona combattiva, forte, ma altrettanto dolce, leale, sensibile e amorevole.
    Consiglio moltissimo!!! <3

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Libro che ho letto in una manciata di ore (calcolate che l'ho iniziato ieri sera e l'ho finito verso le 12.00 di oggi, facendo una lunga pausa per dormire quelle 6-7 ore che mi servono per essere fres ...continua

    Libro che ho letto in una manciata di ore (calcolate che l'ho iniziato ieri sera e l'ho finito verso le 12.00 di oggi, facendo una lunga pausa per dormire quelle 6-7 ore che mi servono per essere fresca e riposata =D) e che mi fa pensare di non aver perso nulla non essendo andata a vedere il film.
    L'idea di fondo era anche buona, peccato che il tutto sia raccontato in modo pessimo, complice, come sempre, anche la traduzione orrenda che ha fatto la Mondadori (non mi aspettavo nulla di meglio, sia chiaro, ormai ho perso completamente le speranze di vedere un libro decente pubblicato da questa casa editrice!). In poche parole, si vede lontano un chilometro che è l'adattamento letterario di una sceneggiatura cinematografica e sia l'autrice americana, sia la traduttrice non hanno fatto nulla per migliorarla almeno un po' (ci mancava solo lo stile copione e poi era proprio perfetto).
    Devo essere sincera, questa volta mi aspettavo di più, e sono rimasta delusa... come sempre.

    Come ho detto, l'idea di fondo era anche buona: far vedere una Biancaneve diversa da quella che abbiamo conosciuto da bambini, una ragazza che si difende, non si arrende facilmente, ha del coraggio da vendere.
    La Biancaneve descritta qui ha queste qualità, ma solo perché lo dicono gli altri, fa tutto ciò che ti aspetti che faccia, non c'è un colpo di scena neanche a pagarlo oro e la storia va avanti in un piattume assoluto.
    Il cacciatore le insegna qualche mossa per difendersi e subito diventa una campionessa di lotta (magia, tanto è fantasy!).
    Non c'è un minimo di introspezione, ricorda il padre o la madre, sembra che versi qualche lacrima, ma subito dopo si ripiomba nelle descrizioni degli ambienti, di quanto sia tenebrosa la Foresta Tenebrosa, ecc.
    Caratterizzazione dei personaggi pari a zero.
    Non ci si riesce a immedesimare in nessuno di loro... forse solo in Ravenna, per cui ogni tanto facevo il tifo e speravo che, con la propria magia, trasformasse Biancaneve in una vera combattente e non in una sottospecie di Mary Sue.

    Solo nel finale si ritrova un po' di vivacità, ma è tutto così rapido che nello spazio di pochi capoversi è già tutto finito.
    La morte di Ravenna è troppo facile, chiunque avrebbe potuto ucciderla in quel modo molti anni prima e liberare così il regno dal suo giogo, non era necessario che fosse Biancaneve a farlo. O meglio, la spiegazione per cui solo Biancaneve potesse farlo, regge pochissimo e perde corpo dopo quelle poche righe in cui Ravenna muore.
    Arrivata all'ultima pagina del libro mi aspettavo che lo spirito di Ravenna ritrovasse nuova forza in qualcun altro molto lontano dal castello e ci fosse di nuovo la sua minaccia, così per dare un altro po' di vita e una speranza per vedere la Biancaneve di nuova generazione morire definitivamente, senza risvegli da parte di qualcuno. Mi aspettavo una cosa alla Voldemort del primo libro di HP, insomma =D

    Ho già detto che la traduzione è pessima, non so come sia l'originale, ma dal punto di vista stilistico, grammaticale e grafico fa veramente pena.
    Ci sono errori che ho già sottolineato in altri libri o, addirittura, quando giudicavo i racconti ai contest che organizzavo.
    Il più delle volte gli errori riguardano gli aggettivi possessivi, che per la traduttrice esistono solo nelle forme di suo, sua, suoi, sue; propri & co. non sa neanche dove stiano di casa.
    Ho trovato refusi che a una rilettura in più si sarebbero potuti eliminare, errori grafici di trattini che sparivano all'improvviso nel discorso diretto, dando l'impressione che il narratore si fosse impossessato dello stesso personaggio che parlava in quel momento.
    La Mondadori aveva così fretta di mettere sul mercato la trasposizione di un film? Francamente, se avessero controllato di più (non esistono più i correttori di bozze, purtroppo!) e dato una riletta a ciò che stavano per mandare in mano ai lettori, avrebbero guadagnato un po' di più.

    Da tutto questo, comunque ho capito tre cose:
    1. o le riscritture delle favole sono fatte bene, con la testa, e non solo per vendere, oppure non fanno per me, visto che hanno cannato due su due (questa e Cappuccetto Rosso Sangue... guarda caso, entrambi pubblicati da Mondadori ed entrambi scritti con i piedi dopo l'uscita del film omonimo);
    2. la Mondadori ancora una volta se ne stra-frega dei lettori e di cosa immette sul mercato, pensando che tutti siano stupidi e pronti a dare loro i soldi (e per fortuna che questo libro l'ho vinto a un giveaway =D);
    3. sono troppo buona nel dare i voti, questo libro non si meritava neanche una stellina, ma gliene ho date tre solo perché l'idea di fondo non era male, peccato che sia stata sviluppata nel peggiore dei modi.
    _______________________________

    Recensione scritta per il blog Veiled Mirror (http://veiled-mirror.blogspot.it/)

    ha scritto il 

  • 1

    Gne. Alcuni spunti potrebbero anche risultare interessanti, ma per il resto non è niente di particolare.
    La mia curiosità più grande, comunque, rimane questa: come fa una prigioniera ad avere tanta fo ...continua

    Gne. Alcuni spunti potrebbero anche risultare interessanti, ma per il resto non è niente di particolare.
    La mia curiosità più grande, comunque, rimane questa: come fa una prigioniera ad avere tanta forza nelle gambe e tanta resistenza fisica se è stata rinchiusa per dieci anni in una cella?

    ha scritto il 

  • 1

    Il libro può risultare una piacevole lettura per chi ha amato il film o, comunque, è consigliato alle adolescenti che adorano le riprese a tinte un po’ dark delle fiabe classiche.
    http://youngadult-li ...continua

    Il libro può risultare una piacevole lettura per chi ha amato il film o, comunque, è consigliato alle adolescenti che adorano le riprese a tinte un po’ dark delle fiabe classiche.
    http://youngadult-lit.blogspot.it/2012/11/recensione-biancaneve-e-il-cacciatore.html

    ha scritto il