Bianco e oscuro.

Storia di panico e fotografia

Di

Editore: Postcart

4.0
(5)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 120 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8886795971 | Isbn-13: 9788886795975 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Narrativa & Letteratura

Ti piace Bianco e oscuro.?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Può la fotografia essere usata come antidoto alla paura? Alma, la protagonista di questo romanzo ispirato a una storia vera, crede di sì e in queste pagine ci racconta come la fotografia le abbia salvato la vita. Immagini e parole, documenti visivi e testuali si mescolano in queste pagine dando vita a una nuova forma di racconto e dialogo possibile solo grazie a linguaggi espressivi tanto potenti. Postfazione di Peppe Dell'Acqua. Fotografie di Giovanni Marrozzini.
Ordina per
  • 3

    "Amo ciò che non c'è, che non c'è più,
    ciò che non c'è mai stato.
    Eppure per me quell'amore esiste ancora,
    perché esistono le mie lacrime, perché esiste il ricordo
    e ciò che nel mio stomaco ancora non ...continua

    "Amo ciò che non c'è, che non c'è più,
    ciò che non c'è mai stato.
    Eppure per me quell'amore esiste ancora,
    perché esistono le mie lacrime, perché esiste il ricordo
    e ciò che nel mio stomaco ancora non si snoda.
    Sono solo il ricordo di un dolore,
    il ricordo di un profumo che non si può ricordare.
    E' solo il sogno del mio cuore che ha battuto per il tuo.
    Amo ciò che non esiste, forse per gli altri è così,
    ma quello che provo è purtroppo amore."

    ha scritto il 

  • 0

    La fotografia è ciò che i fotografi fanno

    Libro breve, denso, di riflessioni ed emozioni alla ricerca, o alla riscoperta, di un atto creatore che per un momento teme di essersi smarrito. Libro scritto nella forma diaristica dell’autobiografia ...continua

    Libro breve, denso, di riflessioni ed emozioni alla ricerca, o alla riscoperta, di un atto creatore che per un momento teme di essersi smarrito. Libro scritto nella forma diaristica dell’autobiografia, e al tempo stesso in quella della finzione del romanzo, forse perché certe volte ciò che è vero per vederlo davvero tocca un po’ immaginarlo. Ho letto il libro dopo averne ascoltato la sua storia – del libro e della sua autrice – dalla voce diretta dell’autrice. Ma non basta questo ad esaurirne le pieghe nascoste.

    Segue sul mio blog.
    http://tulliobugari.wordpress.com/2013/01/05/la-fotografia-e-cio-che-i-fotografi-fanno/

    ha scritto il 

Ordina per