Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Big Sur

By Jack Kerouac

(6)

| Mass Market Paperback

Like Big Sur ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

47 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Big Sur....il libro che avrei voluto scrivere io...

    "qualunque cosa dica non badarci, sono solo un idiota"
    "dicesti nel 1957 sull'erba ubriaco di whisky che eri il più grande pensatore del mondo"
    "questo fu prima che mi addormentassi e mi destassi: ora capisco di non valere una cicca e questo mi fa ...(continue)

    "qualunque cosa dica non badarci, sono solo un idiota"
    "dicesti nel 1957 sull'erba ubriaco di whisky che eri il più grande pensatore del mondo"
    "questo fu prima che mi addormentassi e mi destassi: ora capisco di non valere una cicca e questo mi fa sentire libero"
    "non sei neppure libero di non valere una cicca, faresti meglio a smetterla di pensare, ecco tutto"
    "sono contento che tu sia venuto a trovarmi oggi, credo che sarei potuto morire"
    "è tutta colpa tua"
    "che cosa faremo delle nostre vite?"
    "oh, non lo so, ci limiteremo a guardarle suppongo"
    .
    .
    .
    E capisco l'angoscia intollerabile della follia: la gente non informata come può credere che i pazzi siano "felici"?
    .
    .
    .
    uno dei pochi libri che mi ha sconvolto perché descrive situazioni e pensieri che ho avuto anch'io...l'inquietudine che ha Jack è la stessa che ho io ed è difficile conviverci...

    Is this helpful?

    Clara Firrincieli said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Big Sur....il libro che avrei voluto scrivere io...

    "qualunque cosa dica non badarci, sono solo un idiota"
    "dicesti nel 1957 sull'erba ubriaco di whisky che eri il più grande pensatore del mondo"
    "questo fu prima che mi addormentassi e mi destassi: ora capisco di non valere una cicca e questo mi fa s ...(continue)

    "qualunque cosa dica non badarci, sono solo un idiota"
    "dicesti nel 1957 sull'erba ubriaco di whisky che eri il più grande pensatore del mondo"
    "questo fu prima che mi addormentassi e mi destassi: ora capisco di non valere una cicca e questo mi fa sentire libero"
    "non sei neppure libero di non valere una cicca, faresti meglio a smetterla di pensare, ecco tutto"
    "sono contento che tu sia venuto a trovarmi oggi, credo che sarei potuto morire"
    "è tutta colpa tua"
    "che cosa faremo delle nostre vite?"
    "oh, non lo so, ci limiteremo a guardarle suppongo"
    .
    .
    .
    E capisco l'angoscia intollerabile della follia: la gente non informata come può credere che i pazzi siano "felici"?
    .
    .
    .
    uno dei pochi libri che mi ha sconvolto perché descrive situazioni e pensieri che ho avuto anch'io...l'inquietudine che ha Jack è la stessa che ho io ed è difficile conviverci...

    Is this helpful?

    Clara Firrincieli said on Sep 4, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Potente

    Kerouac è capace di mettermi una gioia assurda: ci sono passaggi in cui si nota proprio che cerca di imprimere una gioia di vivere assoluta nel testo. Il suo impegno è sempre stato intenso e valido, non solo in "Sulla Strada" e "Big Sur" ne è la dimo ...(continue)

    Kerouac è capace di mettermi una gioia assurda: ci sono passaggi in cui si nota proprio che cerca di imprimere una gioia di vivere assoluta nel testo. Il suo impegno è sempre stato intenso e valido, non solo in "Sulla Strada" e "Big Sur" ne è la dimostrazione.

    L'opera è bellissima: una relazione del periodo passato dentro e fuori dalla tenda di Big Sur prestata da Monsanto, approfondita nelle descrizioni degli effetti dell'alcool, dei delirium tremens, sperimentati da Kerouac himself.
    Emozionante anche è stato incontrare Cody, Neal Cassidy, Dean Moriatry, chiamatelo come vi pare.

    La tristezza sale però quando si pensa a come Kerouac sia finito, ed essa sale ancor di più nel pensare al fatto che non poteva andare altrimenti. Ciò che ha scritto non poteva essere scritto se alla base non ci fosse stata una continua emozione di fronte alle cose più banali (per noi) al mondo, ma, al contempo, se non ci fosse stato un parallelo spaesamento e incapacità di adattarsi alla vita comune.
    Kerouac era la Beat Generation e la Beat Generation muore giovane (zittite per un attimo l'ultrasettantenne Burroughs).

    Quattro stelle e non cinque per il flusso di coscienza: perfetto e coerente, ma da sempre e per sempre un modo scomodissimo per scrivere - per quanto efficace.

    Is this helpful?

    Echo said on Jul 25, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    In questo romanzo c'è tanto. Ci sono i bagordi di "Sulla strada", le folli visioni di "Angeli di desolazione", e in più tutta la straziante malinconia di una vita straordinaria ma disperata. Le ultime pagine sono addirittura commoventi tanto Kerouak ...(continue)

    In questo romanzo c'è tanto. Ci sono i bagordi di "Sulla strada", le folli visioni di "Angeli di desolazione", e in più tutta la straziante malinconia di una vita straordinaria ma disperata. Le ultime pagine sono addirittura commoventi tanto Kerouak si apre al lettore.

    Is this helpful?

    Gabriele Mariani said on Aug 17, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Caro Jack

    Conoscerti è stato bellissimo, è stato come fare l'amore in canoa lungo un fiume in tempesta, un fiume di alcool e di delirio. Charles Bukowski è stato davvero un dilettante che ha cercato di scopiazzarti e di rubarti la bottiglia ma il vero grande s ...(continue)

    Conoscerti è stato bellissimo, è stato come fare l'amore in canoa lungo un fiume in tempesta, un fiume di alcool e di delirio. Charles Bukowski è stato davvero un dilettante che ha cercato di scopiazzarti e di rubarti la bottiglia ma il vero grande sei tu. e adesso cosa dirò alle donne? Che mi innamoro ogni tanto di qualche scrittore diverso, tra l'altro tutti furiosamente pazzi come te che fuggono dalla contaminata città per buttarsi in un tutt'uno coll'intimità più sessuale della natura umana, tra le braccia di un Dio alcolista che non si è mai pentito neanche nel delirio tremolante che fa bava alla bocca. Una discesa spirituale piuttosto che un'ascesa, ma chi può dire con certezza quale sia davvero la salita o la discesa, ciò che porta allo spirito (alcolico) ? E' stato un viaggio all'inferno questo qui ma un viaggio fatto in buona compagnia è decisamente meglio di un viaggio fatto da soli in paradiso. Ciao Jack... e spero di vivere non troppo a lungo come te, ma intensamente. Un bacio.

    Is this helpful?

    Tandream said on Aug 16, 2012 | Add your feedback

  • 10 people find this helpful

    Riconoscimento formale degli attributi di Jack Kerouac.

    Benissimo, salve.
    Sono perfettamente consapevole che non farò con queste mie dichiarazioni altro se non cacciare in faccia ai miei numerosi (lol) lettori la falsata (!) immagine della sottoscritta quale fallita groupie immancabilmente minorenne alm ...(continue)

    Benissimo, salve.
    Sono perfettamente consapevole che non farò con queste mie dichiarazioni altro se non cacciare in faccia ai miei numerosi (lol) lettori la falsata (!) immagine della sottoscritta quale fallita groupie immancabilmente minorenne almeno dal punto di vista cerebrale che sviene di fronte alle virili e possenti braccia dell'Artista, ma mi accingo a scriverle ugualmente.

    Io, dall'alto della mia auctoritas, proclamo Jack Kerouac il più grande scrittore della galassia e di tutti i tempi e me ne assumo la responsabilità.
    Scontata la quaestio circa la legittimazione attiva a far valere tale responsabilità; ebbene, vi dico, vige in questo caso un principio di assolutezza.
    Mi assumo questa responsabilità nei vostri confronti (ma tanto chissene, cioè) MA ANCHE nei confronti di Jack Kerouac medesimo: il quale mi sta rimbrottando dal suo cantuccio dell'autore nel mio cervello sostenendo con severo cipiglio da angelo sognante che tale titolo spetti invece a Neal Cassady.
    Tutto ciò mi porterà a gravi sdoppiamenti della personalità e a conflitti insanabili nella mia stessa psiche di cui Jack è parte integrante, ma non me ne curo; tale affermazione era per me doverosa: quest'uomo ha scritto la vita!, e a parte gli scherzetti, le stronzatelle, le recensioni serie con le quali potrei sfoggiare la mia abilità o persuadervi a leggerlo, io sono soltanto dannatamente felice che ci sia qualcuno che l'abbia fatto.

    Is this helpful?

    Il Cane Divino said on Jul 31, 2012 | 6 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book