Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Bikini

Di ,

Editore: Longanesi (La Gaja scienza)

3.4
(205)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 302 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8830426733 | Isbn-13: 9788830426733 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Isabella Zani

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Bikini?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un servizio di moda nello splendido scenario hawaiano si trasforma in un incubo quando una delle modelle, la bellissima e giovanissima Kim, sparisce misteriosamente e viene ritrovata morta dopo qualche giorno. E solo il primo omicidio, perché al killer non basta: Henri Benoit, infatti, uccide per piacere e per lavoro, visto che vende in esclusiva i filmati dei suoi delitti a un'enclave di ricchi pervertiti. Ma quando un nuovo omicidio non finisce in quel circuito, l'enclave si domanda: perché? Semplice, perché al killer non basta. Lui ha in mente un disegno più grande: vuole che tutto il mondo lo conosca, che tutti sappiano di che cosa è capace, vuole che qualcuno scriva la sua biografia... E quando sulla scena del crimine arriva Ben Hawkins, un ex poliziotto riciclatosi come giornalista e mediocre scrittore di gialli, Henri capisce di avere sottomano la persona giusta. Ma ancora non basta. Niente è come appare e nel gioco spietato che il killer inizia si moltiplicano le inversioni di ruolo, in una vertigine sempre più accelerata che terminerà solo con una domanda: chi riuscirà a dire bastai?
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Personalmente e' semplice capire come questo autore venda tanto: scrive thriller veloci e incalzanti. Ha scritto di meglio certo, ma non posso dare solo 3 stelle; la sua grande capacita' e' quella di tenere il lettore incollato al libro. E fino alla fine ho pensato che Amanda fosse coinvolta. ...continua

    Personalmente e' semplice capire come questo autore venda tanto: scrive thriller veloci e incalzanti. Ha scritto di meglio certo, ma non posso dare solo 3 stelle; la sua grande capacita' e' quella di tenere il lettore incollato al libro. E fino alla fine ho pensato che Amanda fosse coinvolta.

    ha scritto il 

  • 4

    Storia malatissima, psicopatica e morbosa con un finale che non riesco a definire se non con il termine 'particolare'
    Ritmo incalzante scandito da capitoli molto brevi. Il tempo per la lettura di questo libro è sicuramente ben speso.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    La trama all'inizio sembrava banale,anche scontata,un remake di tanti film visti, stravisti e invece è un continuo di colpi di scena (non mi aspettavo la morte dei genitori di Kim)è un romanzo molto intrigante,consigliato!

    ha scritto il 

  • 5

    In questo libro c’è un serial killer di nome Henri, che uccide, dopo accurate torture, modelle bellissime, ma quando capita anche i loro genitori oppure semplici ragazzine capitate per la loro sfortuna sulla sua strada. E lo fa non tanto perché vittima di un’oscura coazione a ripetere, ma per “da ...continua

    In questo libro c’è un serial killer di nome Henri, che uccide, dopo accurate torture, modelle bellissime, ma quando capita anche i loro genitori oppure semplici ragazzine capitate per la loro sfortuna sulla sua strada. E lo fa non tanto perché vittima di un’oscura coazione a ripetere, ma per “dare spettacolo”. I delitti, infatti, Hanri li filma (facendo molta attenzione alla luce, alle inquadrature, alle tecniche note per ogni buon regista) e li invia su un circuito molto particolare, alimentato da ricchi guardoni. A Henri però non basta divertirsi, vorrebbe diventare anche il protagonista di un best seller con le sue memorie e così sceglie un brav’uomo, ex poliziotto, giornalista per vivere e scrittore per passione. Henri allora ricomincia ad uccidere, proprio come la prima volta da ragazzo, soltanto seguendo i suoi impulsi. La prima vittima è proprio la bella donna italiana, che l’aveva introdotto nel mondo dei miliardari sadici. Ma questo è l’inizio della sua rovina…

    ha scritto il 

  • 4

    Un servizio di moda alle Hawaii si trasforma in un incubo quando una delle modelle sparisce misteriosamente e viene ritrovata morta dopo qualche giorno. E' solo il primo omicidio, perchè al killer non basta:
    Henri Benoit, infatti uccide per piacere e per lavoro, visto che vende in esclusiva ...continua

    Un servizio di moda alle Hawaii si trasforma in un incubo quando una delle modelle sparisce misteriosamente e viene ritrovata morta dopo qualche giorno. E' solo il primo omicidio, perchè al killer non basta:
    Henri Benoit, infatti uccide per piacere e per lavoro, visto che vende in esclusiva i filmati dei suoi delitti a un'enclave di ricchi pervertiti.
    Ma al killer non basta. Lui ha in mente un disegno più grande: vuole che qualcuno scriva la sua biografia.
    Quando sulla scena arriva Ben Hawkins ex poliziotto ora scrittore di gialli, Henri capisce di aver trovato la persona giusta..
    Un thriller ad alta tensione scritto da James Patterson che, quando si dedica al thriller, da il meglio di se.
    La storia corre sul filo della suspence e della trepidazione, ogni capitolo è un invito a continuare la lettura in quanto non si riesce ad interromperla.

    ha scritto il 

  • 1

    schifezza

    ma come si fa a leggere 'sta roba??? uno dei libri più venduti al mondo!!! incredibile... ma l'umanità è veramente così stupida!?!?!?! sììì!!!
    compreso me che l'ho letto per capire cosa legge la gente ^__^

    ha scritto il 

  • 4

    BIKINI è stato scritto da Patterson in concerto con Maxime Paetro. O magari è tutto frutto della fantasia di Paetro e Patterson ci ha messo il nome?
    Gost writer o no, è un romanzo fatto bene, per niente impegnativo e facile da seguire.
    Il tutto inizia con una splendida ambientazione c ...continua

    BIKINI è stato scritto da Patterson in concerto con Maxime Paetro. O magari è tutto frutto della fantasia di Paetro e Patterson ci ha messo il nome?
    Gost writer o no, è un romanzo fatto bene, per niente impegnativo e facile da seguire.
    Il tutto inizia con una splendida ambientazione come è quella hawaiana. Un team di modelle posa sulla spiaggia, approfittando delle prime ore di luce di una giornata che sarà paradisiaca.
    Uno sconosciuto si avvicina alla prima, conquista la sua fiducia e la fa diventare la protagonista di un gioco perverso, dove c’è chi uccide e chi guarda, chi fa il lavoro sporco e chi paga per saziare le proprie perversioni.
    Piano piano i delitti aumentano e si capisce che si ha a che fare con un serial killer.
    Il gioco non ha regole ed è di una semplicità assurda: scegli la prossima vittima, pianifichi l’incontro, posizioni le telecamere e dai inizio allo show. Più la scena è ricercata e più gli spettatori sono felici. Più è pregna di dolore e più sono disposti a pagare.
    Ben Hawkins ci si trova immischiato fino alle orecchie dal momento che il giornale per il quale lavora lo lancia alle Hawaii per testimoniare il caso. E’ uno scrittore e un ex poliziotto e non può sopportare lo strazio dei famigliari, la loro aspettativa e speranza nel vedere la propria figlia tornare a casa, quando invece è abbandonata da qualche parte, sgozzata nel migliore dei casi.
    Fa domande e si tiene informato sugli sviluppi delle indagini, ma il vortice lo risucchia nel caos quando viene rintracciato proprio da Henri, l’assassino, per un compito estremo: riportare in un libro la sua biografia, dall’infanzia fino all’elenco completo di tutti gli omicidi, raccontati senza economizzare sui dettagli.
    Se avesse rifiutato, sarebbe morto.
    Il ritmo è velocissimo e raccontato con maestria.
    La trama è sviluppata in modo da creare nel lettore mille domande e non sempre si è capaci di leggere talmente in fretta da arrivare alle risposte prima di doverlo chiudere, magari perché si è arrivati col treno a destinazione o per altri mille impegni.
    La fine è la parte che mi ha colpito di meno, frettolosa e secondo me ovvia, anche se si viaggia comunque sulla scia delle precedenti trecento pagine e non perde di tono neanche a volerlo.
    Penso di conoscere abbastanza bene lo stile di Patterson per poterne anticipare a volte le scelte narrative. Riesco per esempio a intuire dove vuole arrivare descrivendo una scena o in una situazione di totale ansia cosa possa succedere a un dato personaggio. C’è una parte che però mi ha veramente sorpreso, ribaltando questa convinzione che avevo, si tratta dei genitori di una modella, una delle prime vittime, e proprio questo mi ha abbastanza scosso. E’ davvero un piacere quando uno scrittore fa ballare chi legge a suo piacimento.
    Bella la trama ma un po’ meno la scelta di dividere il romanzo in mini capitoli, troppo corti per i miei gusti.

    ha scritto il