Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Bill Gates

Non aprite le finestre

Di

Editore: Bevivino

3.0
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 87 | Formato: Altri

Isbn-10: 8888764836 | Isbn-13: 9788888764832 | Data di pubblicazione: 

Genere: Biography , Computer & Technology

Ti piace Bill Gates?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
All'età di 13 anni William Henry Gates III mette le mani su un computer dellaGeneral Electric e inizia la "strada che porta a domani". Oggi Bill Gates,capo assoluto della Microsoft Corporation, è l'uomo più ricco del mondo e ilpiù invidiato. Nonostante le numerose accuse e sentenze di violazioni sullalegge che regola il monopolio, continua a voler essere il protagonista deiprincipali cambiamenti in corso nel mondo. Più di due computer su tre giranocon un sistema operativo creato da Microsoft. Nonostante l'annuncio di volerlasciare la guida dell'azienda entro il 2008 e di volersi dedicarecompletamente alla fondazione che porta il suo nome, Gates continua a lanciaresfide al mercato. Classico stile da nerd, tutti hanno avuto in classe un BiliGates: brutto e troppo timido per poter esprimere la propria genialità, sembraquasi che stia vivendo il proprio momento di gloria, vendicandosi di tutti itorti subiti. La storia di una rivincita che non sembra riuscire a placare maila propria sete.
Ordina per
  • 4

    Genesi di un enfant prodige

    Ho comprato questo "libricino" al Più Libri Più Liberi 2010, ovvero la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria. Affacciatomi allo stand della Bevivino (casa editrice di questo titolo) ho scorso i volumi disponibili della collana "I cattivi". Ovviamente il faccione di Bill Gates in copertin ...continua

    Ho comprato questo "libricino" al Più Libri Più Liberi 2010, ovvero la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria. Affacciatomi allo stand della Bevivino (casa editrice di questo titolo) ho scorso i volumi disponibili della collana "I cattivi". Ovviamente il faccione di Bill Gates in copertina non poteva lasciarmi indifferente. Visto il prezzo di questo scritto, le dimensioni tascabili e la promessa che mi ero fatto da tempo riguardo al documentarmi su uno dei padri dell'informatica moderna, l'ho acquistato senza pensarci due volte.

    In un libro di 87 pagine non si può dire molto e questo, talvolta, è un bene. Il mio vuole essere un elogio alla sostanza, non lo si confonda con una critica alla capacità di sintesi. Una cronistoria, questo è "Non aprite le finestre". Il racconto di come William Henry Gates III è arrivato ad essere uno degli uomini più ricchi del mondo, nonchè un guru dell'informatica. Ovvio che le due questioni, per chi avrà voglia di leggere questo libro, siano andate di pari passo.
    Leggendolo ne viene fuori l'immagine di un uomo che, grazie a un innato feeling con il silicio ed un'innegabile caparbietà, ha saputo costruire un impero economico partendo dal nulla. Il giovane Bill, apparentemente destinato ad una carriera da avvocato (retaggio familiare), viene dipinto come il più classico dei nerd: schivo, impacciato, goffo e con il dono di saper gestire, per arrivare adddirittura poi ad innovare, quegli strani strumenti che erano i primi calcolatori. Un ragazzo che ha trovato la sua strada grazie alla passione ed alla caparbietà; una caparbietà che, talvolta, lo ha reso anche spietato, per non dire diabolico. Partito da un garage ed un paio di amici, oggi lo zio Bill è sovrano indiscusso del reame informatico, minacciato soltanto da qualche sparuto (ma agguerrito) gruppo di "profeti del software libero".

    Una lettura perfetta per coloro che, come me, si definiscono "lettori da metropolitana"; ovvero quelli che hanno poco tempo e poco spazio per leggere. Il formato tascabile è, a mio avviso, uno dei punti di forza di questa breve biografia. Lo stile, poi, mirato al racconto cronologico e quasi privo di considerazioni da parte dell'autrice, rende la lettura scorrevole e l'informazione oggettiva. Consigliato a chi ancora non ha capito perchè quando vi vendono un PC vi forniscono come sistema operativo un prodotto Microsoft.

    ha scritto il