Biografia della fame

Voto medio di 1221
| 172 contributi totali di cui 159 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
******************************************************************SCHEDA DOPPIA da non aggiungere in libreria o, se la si possiede, da eliminare.La scheda corretta è ... Continua
Ha scritto il 25/06/16
La tensione è presente dalla prima all'ultima pagina, inevitabilmente ci si ritrova a fare il tifo per alcuni personaggi e a odiarne altri e a sperare che tutto ciò non debba mai accadere. Un romanzo che fa a lungo riflettere ed a interrogarsi sui ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 06/03/16
I francesi hanno un genere romanzesco chiamato "autofiction", cioé romanzi basati più o meno sulla vita dell'autore. Il riconoscimento dell'essere "fiction", cioé finzione, permette all'autore alcune licenze letterarie per abbellire il racconto ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 09/12/15
Il ponte dell'Immacolathomb
Ne sono uscita. Un film in streaming ambientato in Giappone in un pomeriggio di ponte. http://www.youtube.com/watch?v=hTbUoUwDxGATratto da Amélie Nothomb. Dark, Japan addicted. In comune abbiamo solo un refrain: anche tu sei degli anni '60? Sì, ...Continua
  • 11 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 04/08/15
No, non ci sarà alcuna cena con Clayton Newlin, non ci sarà amore, mi hai aspettata millenni e io ti do buca, il tuo abbraccio stringerà il vuoto, il tuo respiro non brucerà nessuno, ti ho aspettato fin dal giardino dell'Eden ma non accadrà ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 10/07/15
"Esiste una fame del ventre che non sia indizio di una fame più generalizzata? Per fame, intendo quel buco spaventoso dentro tutto l'essere, quel vuoto che attanaglia, quell'aspirazione non tanto all'utopica pienezza quanto alla semplice realtà: ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Apr 10, 2010, 10:51
Ma esiste una fame che è solo di cibo? Esiste una fame del ventre che non sia indizio di una fame più generalizzata? Per fame, intendo quel buco spaventoso di tutto l'essere, quel vuoto che attanaglia, quell'aspirazione non tanto all'utopica ...Continua
Pag. 17
Ha scritto il Aug 27, 2009, 12:43
Avrei voluto tanto essere cosi: una cosa indeterminata, libera di volare ovunque. Invece, ero rinchiusa in un corpo ostile e malato e in una mente ossessionata dalla distruzione.
Pag. 136
Ha scritto il Aug 27, 2009, 12:42
Eravamo già a quello stadio che è tuttora il nostro: non avevamo più bisogno di parlarci. Ognuna sapeva quello che viveva l'altra: era la stessa cosa.
Pag. 126
Ha scritto il Aug 27, 2009, 12:41
Non che la bellezza letteraria non esista: ma è un'esperienza incomunicabile quanto le grazie dell'amata per chi non è ad esse sensibile. Bisogna appassionarsi o rassegnarsi a non capire mai.Quella scoperta equivaleva per me a una rivoluzione ...Continua
Pag. 115
Ha scritto il Aug 27, 2009, 12:39
Scoprii quella sera una cosa terribile: ci si può rovinare la vita con una sola parola.Bisogna precisare che non era una parola qualsiasi, ma la parola "no", parola di morte, crollo dell'universo. Parola indispensabile, certo, ma che dall'ascensore ...Continua
Pag. 92

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi