Biscotti al malto fiore per un mondo migliore

Voto medio di 198
| 55 contributi totali di cui 44 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Chi ricorda la propria nascita? Leda Rothko sì. In mezzo a infermiere bellissime, un incantevole papa la depone tra le braccia di una mamma radiosa. Poi, sorridendo, tutti sgranocchiano biscotti color malto... Crescendo, Leda dovrà rendersi conto che ...Continua
Ha scritto il 24/06/14
C'è qualcosa che non mi convince.La storia è interessante e abbastanza originale.A tratti è anche divertente ed un po' surreale.Ma secondo me si perde un po' per strada e verso la fine sembra un po' raffazzonata.Inoltre spesso pare che l'autrice si c ...Continua
Ha scritto il 19/09/13
Superficiale
Un libro che si legge con facilità, ben scritto, a tratti divertente. Ma la superficialità con cui l'autrice ha affrontato il dolore rende, a mio avviso, il suo lavoro vuoto e, talvolta, persino irritante.
Ha scritto il 15/07/13
La trama prometteva bene, è scritto in modo abbastanza ricercato ma piacevole. Con il dipanarsi della storia, però, non succede granchè, rimane sempre un pò ferma... I personaggi sono interessanti ma si poteva fare di meglio.
Ha scritto il 22/10/12
Improbabile....è forse l'aggettivo che si addice a questo libro... mi aspettavo qualcosa di diverso....
Ha scritto il 07/09/12
“Bello è così che non si può sognar di più. Mi pare un re. Vale un Perù.”
Ho iniziato a leggere “Biscotti al malto fiore per un mondo migliore” di Laura Sandi per estrema curiosità che il titolo mi ha suscitato. Protagonista è Leda Rothko ragazza dolce e sensibile, candida e fragrante come biscotti al malto, figlia di una ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Feb 04, 2010, 11:23
C'era solo un bacio che avrebbe potuto darmi... Sospeso in volo. Trasparente. Un bacio che non può essere, in nessun modo, in un modo o in un altro. Un bacio che è puramente bacio. Assoluto. Come nelle fiabe. Mi diede esattamente quello.
Pag. 203
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 04, 2010, 11:21
Se qualcuno mi fosse passato accanto in quel momento non avrebbe visto niente. Ma se mi fosse passato dentro sarebbe rimasto accecato.
Pag. 202
Ha scritto il Feb 04, 2010, 11:19
Il fatto che quell'ormai lontano pomeriggio, dopo il mio fallito tentativo di svenire, avessi giurato di odiarlo per tutto il resto della mia vita, evidentemente non mi aveva impedito di amarlo ancora di più.
Pag. 195
  • 1 commento
Ha scritto il May 26, 2009, 14:16
Al radiogiornale avevano dichiarato lo stato d'emergenza.
Ma uno stato d'emergenza particolare.
Abbacinante.
Carezzevole.
Lentissimo.
Uno di quelli in cui la Natura esagerava, ma senza fare del male a nessuno. Neanche un graf
...Continua
Pag. 210
  • 1 commento
Ha scritto il May 26, 2009, 14:09
Ventiquattro ore su ventiquattro, in un cancan turbinante di batticuore rosso fuoco, rivivevo il bacio con Mario cucendogli intorno balze di fronzoli, merletti e crinoline degne del Moulin Rouge. Lo inserivo nelle trame più incredibili e mirabolanti. ...Continua
Pag. 204

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi