Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Black Orchid

By ,

Publisher: Vertigo

4.0
(184)

Language:English | Number of Pages: 160 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0930289552 | Isbn-13: 9780930289553 | Publish date: 

Also available as: Hardcover

Category: Comics & Graphic Novels

Do you like Black Orchid ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    La maggior parte delle cose che "sanno tutti" è sbagliata. Il resto è meramente inesatto.

    Non so come valutare questa Graphic Novel, perchè non sono un'amante del genere. Non mi dispiacciono ma neanche le cerco, L'ho letta per il gioco dell'Osa e ne ho apprezzato molto le tavole, ma la storia mi ha convinta poco. Interessante l'inizio, poi si è un po' afflosciata, come succede ai fior ...continue

    Non so come valutare questa Graphic Novel, perchè non sono un'amante del genere. Non mi dispiacciono ma neanche le cerco, L'ho letta per il gioco dell'Osa e ne ho apprezzato molto le tavole, ma la storia mi ha convinta poco. Interessante l'inizio, poi si è un po' afflosciata, come succede ai fiori quando non gli si da acqua. I disegni sono splendidi e i colori ancora di più, però non so se possono bastare per esprimere un giudizio positivo.

    said on 

  • 4

    originale l'idea, straniante il ritmo (spesso in Gaiman), eccezionali i dialoghi tranne quelli che coinvolgono la protagonista e Batman (fastidioso usarlo così, come deus ex machina senza spessore). Non tutto però è pienamente riuscito. Manca quel filo di maturità, di chimica che fa il grande rom ...continue

    originale l'idea, straniante il ritmo (spesso in Gaiman), eccezionali i dialoghi tranne quelli che coinvolgono la protagonista e Batman (fastidioso usarlo così, come deus ex machina senza spessore). Non tutto però è pienamente riuscito. Manca quel filo di maturità, di chimica che fa il grande romanzo o il grande fumetto. Una stella in più per i disegni di mcKeane, perfetti.

    said on 

  • 4

    " ehi... la sai una cosa? li ho visti i film, quelli di james bond e quella roba lì. li ho letti i fumetti, io. quindi sai cosa non farò? non ti rinchiuderò a chiave nello scantinato, prima di interrogarti. non allestirò alcuna complicata trappola mortale dotata di ...continue

    " ehi... la sai una cosa? li ho visti i film, quelli di james bond e quella roba lì. li ho letti i fumetti, io. quindi sai cosa non farò? non ti rinchiuderò a chiave nello scantinato, prima di interrogarti. non allestirò alcuna complicata trappola mortale dotata di raggio laser per poi lasciarti da sola, libera di fuggire. solo un idiota farebbe una cosa simile. sai invece cosa farò io? ti ucciderò. adesso. "

    said on 

  • 3

    Allora, dico che i disegni sono belli davvero e che Dave McKean non si sbizzarrisce troppo ma dona un'espressività ai suoi personaggi pazzesca (m'ha ricordato leggermente Bill Sienkiewicz, non so perché);
    invece Gaiman parte a manetta con un primo capitolo carichissimo ma si smoscia a metà volume ...continue

    Allora, dico che i disegni sono belli davvero e che Dave McKean non si sbizzarrisce troppo ma dona un'espressività ai suoi personaggi pazzesca (m'ha ricordato leggermente Bill Sienkiewicz, non so perché); invece Gaiman parte a manetta con un primo capitolo carichissimo ma si smoscia a metà volume. Ci sono alcuni momenti degni d'essere ricordati; ma andando avanti la trama sembra perdere interesse e si conclude in maniera piuttosto incolore. Sono comunque contento di aver comprato questo volumozzo (edizione davvero bella: buonissime pagine spesse, bella stampa, copertina tosta, un vero gioiellino), ma principalmente per i disegni di McKean, Gaiman qui è floppo. E poi cita troppe canzoni, è un dettaglio che in un fumetto mi fa venire mal di stomaco, ma questo è un problema mio.

    said on 

  • 5

    Tre volte capolavoro.
    Il terzo lavoro della premiata coppia Gaiman-McKean.
    Il capolavoro che ha inaugurato la stagione DC di Gaiman e l'apertura della collana Vertigo.
    Ma soprattutto, il capolavoro che portò Gaiman a lavorare a Sandman.


    A parte tutto questo, prendendolo anche singolarmente ...continue

    Tre volte capolavoro. Il terzo lavoro della premiata coppia Gaiman-McKean. Il capolavoro che ha inaugurato la stagione DC di Gaiman e l'apertura della collana Vertigo. Ma soprattutto, il capolavoro che portò Gaiman a lavorare a Sandman.

    A parte tutto questo, prendendolo anche singolarmente e ignorando tutto, Black Orchid è davvero un gioiellino. Gaiman riesce a inserirsi a modo suo nel mondo dei supereroi DC: siamo in una Gotham City ancora più nera, per la strada s'intravede Lex Luthor, Batman, Joker e pure Poison Ivy. Ma il canto disperato dell'orchidea va ben oltre il mondo dei supereroi. Magistrale McKean: è lui il vero genio di questa splendida graphic novel. Le sue illustrazioni mantengono qualcosa dei lavori precedenti (specialmente i tagli fotografici e noir di Violent Cases), ma raggiungono delle vette mai esplorate. Un uso davvero sapiente dei contrasti di colori, una padronanza totale delle più svariate tecniche d'illustrazione e una grandissima espressività: semplicemente divino.

    said on