Blindness

a novel

By

Publisher: Vintage

4.4
(11103)

Language: English | Number of Pages: 309 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Portuguese , Spanish , Catalan , Chi traditional , German , Italian , French , Dutch , Swedish

Isbn-10: 1860462979 | Isbn-13: 9781860462979 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Softcover and Stapled , School & Library Binding , Audio CD , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Social Science

Do you like Blindness ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Translated from the Portuguese by Giovanni Pontiero, a thriller about a city hit by an epidemic of sudden blindness, where the authorities herd the afflicted into camps, and the criminal element among the blind soon starts to make its mark. From the author of THE STONE RAFT and THE YEAR OF THE DEATH OF RICARDO REIS.
Sorting by
  • 2

    Gli elementi di fantascienza ci sono tutti: epidemia improvvisa, società completamente destrutturata e tentativi di riorganizzazione.
    Ma l'autore scieglie di fuggire completamente gli schemi del gener ...continue

    Gli elementi di fantascienza ci sono tutti: epidemia improvvisa, società completamente destrutturata e tentativi di riorganizzazione.
    Ma l'autore scieglie di fuggire completamente gli schemi del genere, forse perchè lo ritiene riduttivo o solo perchè non gli interessa.
    Le indagini scientifiche sull'origine del morbo si limitano al dottore che sfoglia due libri ... ma non trova niente. La narrazione si concentra invece sulle dinamiche di un piccolo gruppo di infetti che cerca di sopravvivere prima con dinamiche dettate dal classico schema: ambiente chiuso, popolazione limitata e risorse scarse.
    Successivamente una panoramica della città post apocalisse. Tutto già visto, ma questo non è il problema; il problema che è che già visto meglio.
    Ad esempio, "Il condominio" di Ballard scritto vent'anni prima è molto più preciso e suggestivo nel descrivere il precipitare degli eventi in situazioni simili con un surrealismo anche più efficace.

    Detto questo, l'indiscussa fama e un premio Nobel non si ottengono per caso, infatti capacità narrative speciali e un'ottima prosa sono evidenti nel romanzo.
    Ma non sono bastate a pareggiare le aspettative che avevo per questa lettura.

    said on 

  • 0

    Crudele e opprimente, ma bellissimo. La lettura è faticosissima anche perché non ci sono paragrafi né a capo né segni di interpunzione dialogica. Per me un incubo ritrovare ogni volta il segno mentre ...continue

    Crudele e opprimente, ma bellissimo. La lettura è faticosissima anche perché non ci sono paragrafi né a capo né segni di interpunzione dialogica. Per me un incubo ritrovare ogni volta il segno mentre leggo sull'autobus!

    said on 

  • 5

    Che meraviglia!

    Questo libro è un gioiello, una pietra rara; ogni pagina, ogni pennellata che descrive i personaggi e l'oscurità dell'animo umano è perfetta; è un libro che fa male dentro, che trasmette un forte sens ...continue

    Questo libro è un gioiello, una pietra rara; ogni pagina, ogni pennellata che descrive i personaggi e l'oscurità dell'animo umano è perfetta; è un libro che fa male dentro, che trasmette un forte senso di disagio, che parla di verità, di oscurità e di luce; lo stile e la scrittura anticonvenzionale sono la sua firma; e, sebbene in altre opere (vedi il Memoriale) li abbia trovati talvolta pesanti e faticosi, si inseriscono perfettamente in quest'opera atipica per Saramago, in cui la sua pungente ironia viene silenziata dalla semplice immensità della storia. Anche per chi non ama Saramago, è una perla da leggere!

    said on 

  • 4

    [DISCLAIMER] Questo commento nasce da un'esigenza ironica e non vuole screditare né il libro né l'autore né gli altri lettori [/DISCLAIMER]

    Tutti diventano ciechi tranne la moglie dell'oculista. Vince ...continue

    [DISCLAIMER] Questo commento nasce da un'esigenza ironica e non vuole screditare né il libro né l'autore né gli altri lettori [/DISCLAIMER]

    Tutti diventano ciechi tranne la moglie dell'oculista. Vince sempre a nascondino.

    said on 

  • 4

    Un'improvvisa epidemia di cecità (il mal bianco) si diffonde in un'epoca e in un luogo imprecisati coinvolgendo una popolazione altrettanto imprecisata (non si fa il nome di nessuno dei personaggi ma ...continue

    Un'improvvisa epidemia di cecità (il mal bianco) si diffonde in un'epoca e in un luogo imprecisati coinvolgendo una popolazione altrettanto imprecisata (non si fa il nome di nessuno dei personaggi ma si indicano solo per alcune caratteristiche: Il primo cieco, il dottore, la ragazza con gli occhiali scuri). Senza poter vedere, il gruppo internato in quarantena si struttura gerarchicamente guidato dagli occhi dell'unica persona rimasta ancora in grado di vedere, senza che gli altri ne siano a conoscenza. Per certi versi la tematica ricorda quella della Fattoria degli Animali o del Signore delle Mosche, la riorganizzazione in società per far fronte alla difficoltà, passando dal sopruso, dalla violenza, ma anche dalla solidarietà, splendida quella del gruppo di donne che, costrette alle più basse forme di reverenza, si uniscono nel dolore mantenendo la loro dignità intatta se non addirittura rafforzata. Le donne sono indubbiamente i personaggi più interessanti del libro.
    I discorsi diretti sono privi della punteggiatura classica ma introdotti soltanto dalla lettera maiuscola. Ci si abitua comunque velocemente allo stile dell'autore e alla pagina "piena".

    said on 

Sorting by