Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Blood dreams

Di

Editore: Leggereditore (Narrativa)

3.7
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 360 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8865080361 | Isbn-13: 9788865080368 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Malcangi

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Blood dreams?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando pensano di essere sole... quando pensano di essere al sicuro... Lui le guarda, le segue, le aspetta, invadendo i loro sogni più intimi. È il tipo di assassino che più si teme. Un essere privo di vincoli, senza freni né coscienza. E l’identità della sua ultima vittima, la figlia di un importante senatore, è la riprova del fatto che nessuno può considerarsi al sicuro. Questo è un caso senza precedenti anche per il detective Bishop. Sono anni che si serve dell’aiuto di poliziotti dotati di poteri psichici, ma ora questo sembra non bastare più. È così che ingaggia Dani e Paris, due gemelle dalle sorprendenti abilità paranormali. Gli incubi e i mostri della mente sono una costante nella vita di Dani. Ma seguire le tracce di un predatore in carne e ossa, forse, è al di fuori delle sue possibilità. Dani vorrebbe dimenticare quel sogno di morte che si ripete all’infinito, del quale solo la conclusione rimane sempre immutata. Purtroppo non ha scelta. Perché la violenza è andata oltre, e sta invadendo la sua sfera privata. Perché è l’unica in grado di mettere fine a questo orrore. Ed è l’unica a sapere come andrà a finire la caccia. E sarà sangue, fuoco, morte. Ciò che Dani non sa è chi di loro ne uscirà vivo..


Ordina per
  • 3

    Questo libro è stato un po’, per quanto mi riguarda, una di quelle cose che ti capitano tra capo e collo … così, in modo inaspettato.
    Ammetto che quando questo romanzo uscì nel 2010 sia la trama che il libro in sé non avevano destato la mia curiosità forse perché è un thriller, anche se per ...continua

    Questo libro è stato un po’, per quanto mi riguarda, una di quelle cose che ti capitano tra capo e collo … così, in modo inaspettato.
    Ammetto che quando questo romanzo uscì nel 2010 sia la trama che il libro in sé non avevano destato la mia curiosità forse perché è un thriller, anche se permeato da un velo paranormale, e il thriller non è propriamente il mio genere … tuttavia c’era un elemento che non avevo considerato, o meglio … non me n’ero proprio resa conto. Le due protagoniste infatti possiedono dei poteri psichici e il tutto ruota attorno a un istituto, o meglio, un’organizzazione, interamente composta da sensitivi. Il che sarebbe assolutamente esaltante se non fosse che, a lettura ultimata, ho scoperto che Blood Dreams non solo è il primo libro di una trilogia la cui pubblicazione temo non verrà proseguita in Italia, ma appartiene anche a una serie più ampia di cui questo è … ehm … il decimo volume.
    Ora per carità in generale si comprende perfettamente anche senza aver letto i precedenti, ma sono sicura che leggere tutta la serie avrebbe portato a una maggiore comprensione, specialmente di alcune scelte effettuate da alcuni personaggi chiave.

    Parlando più nello specifico di Blood Dreams è stata una delle mie letture da spiaggia e devo dire che pur essendo solo 288 pagine e pur avendolo letto in soli due giorni non è stata proprio leggerissima.
    Sin da subito si viene avvolti da un’atmosfera a dir poco inquietante e in molti punti decisamente splatter. Se non fossi abituata alle descrizioni macabre della Hamilton, grazie alla quale nel corso degli anni mi sono fatta i cosiddetti peli sullo stomaco, mi sarebbe venuta la nausea ogni volta che mi fossi imbattuta nella descrizione di una nuova scena del crimine.
    La narrazione procede su vari binari. Di volta in volta infatti vengono mostrati i punti di vista dei vari personaggi, compreso quello del’assassino, il che permette di avere un quadro abbastanza completo di tutta la situazione.
    Le descrizioni sono molto minuziose, alle volte fin troppo (a mio parere infatti alcuni particolari macabri potevano benissimo essere omessi), lo stile è incalzante e non ho problemi ad ammettere che le poche volte in cui è capitato di dovermi separare dal libro, ho interrotto malvolentieri la lettura perché non c’è niente da fare: pur non essendo un thriller con la T maiuscola, sotto certi aspetti questo romanzo prende e presenta un finale notevole, con un colpo di scena che lascia a bocca aperta (e che fa desiderare di poter avere i seguiti subito a portata di mano).
    Non riesco tuttavia a dare un voto altissimo a questo romanzo che è carino, ma non appartiene assolutamente alla categoria degli indimenticabili. Le cose a mio avviso potevano venire approfondite un po’ di più, tipo il rapporto passato tra Dani e Mike, ma ripeto, appartenendo a una serie, non riesco neppure a rendermi conto se queste mancanze derivano dal fatto che non ho letto gli altri romanzi oppure se volutamente l’autrice ha omesso qualche notizia.
    Peccato, perché il potenziale per essere un buon libro ce l’ha, anche se forse gli amanti del genere thriller lo troverebbero un po’ troppo leggerino per i loro gusti. ^^

    http://gillyinbooksland.blogspot.it/2012/09/recensione-blood-dreams-di-kay-hooper.html

    ha scritto il 

  • 3

    Un miscuglio tra telefilm: Criminal Minds, Medium e CSi

    Non mi ha particolarmente convinto questo libro, mi aspettavo molto di più! Avevo letto che sarebbe piaciuto a chi seguiva "Criminal Minds" capirai non mi sono persa una puntata, l'ho comprato al volo su IBS, e invece mi ha lasciato un po' di amaro in bocca.
    Questo serial killer che abb
    ...continua

    Non mi ha particolarmente convinto questo libro, mi aspettavo molto di più! Avevo letto che sarebbe piaciuto a chi seguiva "Criminal Minds" capirai non mi sono persa una puntata, l'ho comprato al volo su IBS, e invece mi ha lasciato un po' di amaro in bocca.
    Questo serial killer che abbindola queste donne senza far rumore, senza lasciare traccia.... e a indagare su di lui, c'è l'USC, e l'Haven una squadra di medium, sensitivi etc.. etc...
    Le due gemelle Dani e Paris sono le più formidabili, ma Dani non l'ho proprio sopportata, giuro... mi dava troppo sui nervi, non si apriva con nessuno, era terrorizzata dal sua visione onirica ( e vi dico viene ripetuta anche troppe volte nel libro, tanto da annoiare, giusto ogni tanto varia qualche particolare del sogno), è moscia come tipa... non mi piace affatto.Mentre Paris e Hollis sono veramente simpatiche e ci sanno fare con i poteri, altroché!

    Una lettura molto leggera... si legge con veramente tanta facilità!
    Sicuramente ci sarà un seguito... perché il finale lascia a desiderare...

    ha scritto il 

  • 4

    Bello e particolare, in quanto molto incentrato sul lato paranormale dell'indagine.
    A tratti soffocante e claustrofobico, a tratti crudo ma grazie alle battute di Hollis e alla presenza di Jordan si stempera un po' la tensione in alcune parti.
    Un vero peccato che non siano stati pubbl ...continua

    Bello e particolare, in quanto molto incentrato sul lato paranormale dell'indagine.
    A tratti soffocante e claustrofobico, a tratti crudo ma grazie alle battute di Hollis e alla presenza di Jordan si stempera un po' la tensione in alcune parti.
    Un vero peccato che non siano stati pubblicati gli altri due libri della trilogia, leggere solo questo lascia una sensazione di incompiuto, come se mancasse qualcosa. So che fa parte di una serie più ampia edita solo in parte in Italia, che non ho letto, ma in questo caso la presenza di personaggi e fatti già conosciuti non mi ha particolarmente infastidito come è successo per altre serie.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, anche se non merita le 5 stelline perchè io non amo le storie d'amore "di ritorno" e lei che torna indietro nella sua città natale e ritrova l'amore giovanile che vi aveva abbandonato e che, ciò nonostante, la riaccoglie a braccia aperte, è qualcosa che mi ricorda troppo la minestra riscal ...continua

    Bello, anche se non merita le 5 stelline perchè io non amo le storie d'amore "di ritorno" e lei che torna indietro nella sua città natale e ritrova l'amore giovanile che vi aveva abbandonato e che, ciò nonostante, la riaccoglie a braccia aperte, è qualcosa che mi ricorda troppo la minestra riscaldata... oltre ad essere decisamente inverosimile. :P
    Però la storia thriller mi è piaciuta e non vedo l'ora di poterne leggere il seguito... per ovvi motivi! ;)

    ha scritto il 

  • 4

    Sempre belle le avventure degli uomini e donne di Bishop, anche se al momento manca il top ovvero il libro con la storia del grande capo e di Miranda.....speriamo in bene.
    Questo libro mi è sembrato molto più splatter degli altri forse alcune descrizioni potevano essere evitate.

    ha scritto il 

  • 3

    Nell'insieme un libro scorrevole ma, questa è la mia impressione, mi sembra tutto sempre "abbozzato" e mai approfondito.
    Il rapporto tra le gemelle che si rincontrano? : solo due parole.
    L'incontro con Marc, l'ex che si intuisce sia stato importante? : una frase.
    L'intreccio thr ...continua

    Nell'insieme un libro scorrevole ma, questa è la mia impressione, mi sembra tutto sempre "abbozzato" e mai approfondito.
    Il rapporto tra le gemelle che si rincontrano? : solo due parole.
    L'incontro con Marc, l'ex che si intuisce sia stato importante? : una frase.
    L'intreccio thriller/serial killer/poteri paranormali vari? : tutto dato per scontato.
    Insomma un po' una delusione, perchè gli ingredienti ci sarebbero stati tutti, ma proprio tutti, sarebbe bastato approfondire tutta questa "carne al fuoco", ed il risultato, sono sicura, ci sarebbe stato.

    ha scritto il 

  • 4

    Primo libro di questa casa editrice scoperta da pochissimo, la "Leggereditore" , di proprietà della Sergio Fanucci Communications, in cui chi scrive è donna, dal genere thriller, all'erotico, al romantico ecc.
    Ho voluto sperimentare questo thriller e già dalle prime pagine, ha acceso la mia ...continua

    Primo libro di questa casa editrice scoperta da pochissimo, la "Leggereditore" , di proprietà della Sergio Fanucci Communications, in cui chi scrive è donna, dal genere thriller, all'erotico, al romantico ecc.
    Ho voluto sperimentare questo thriller e già dalle prime pagine, ha acceso la mia curiosità:
    Le 14.47 del 28 ottobre. Un magazzino che brucia e il tetto che sta per crollare..E l'odore metallico del sangue.
    Questo il sogno ricorrente di Dani, una sensitiva. Alla base della storia, nella città di Boston un efferato assassino seriale che prende di mira le donne e le uccide, usando un modus operandi molto particolare.
    All'improvviso, sembra che l'uomo si sia spostato in un paesino anonimo e riprende la sua voglia di uccidere.
    E la polizia, che come sempre brancola nel buio, si avvale della collaborazione di medium e sensitivi, che riescano in qualche modo a scovarlo.
    Molto belli vari passaggi del libro, tipo: "Quando una vittima si mette in contatto con te, è l'universo che ti porge l'invito alla festa su un piatto d'argento". O quello che io preferisco: "A ogni modo, forse l'aiuto di cui ha bisogno l'universo è prendere tutto per metterlo da parte. Perchè mostrarti gli esiti finali positivi se quello di cui ha realmente bisogno è oltrepassare tutta l'oscurità che si incontra sulla strada?".
    Un thriller da...nervo scoperto, che forse avrei dilungato un po' di più!
    Finale a sorpresa.

    ha scritto il