Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Blue

Di

Editore: Corbaccio

4.2
(1918)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Spagnolo , Catalano , Francese , Portoghese

Isbn-10: 8863802777 | Isbn-13: 9788863802771 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , Altri , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Blue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere" Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani - una setti segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church - inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell'umanità. Peccato che la sua famiglia non l'avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l'odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l'aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo gargoyle fantasma Xemerius, che solo lei Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire...
Ordina per
  • 4

    Gruppo di lettura E&L

    Secondo libro della trilogia delle gemme.

    Devo dire che questo secondo libro mi ha preso più del primo.
    Anche se non ha colpi di scena eclatanti, è in grado di catturare il lettore per il modo fluido ...continua

    Secondo libro della trilogia delle gemme.

    Devo dire che questo secondo libro mi ha preso più del primo.
    Anche se non ha colpi di scena eclatanti, è in grado di catturare il lettore per il modo fluido in cui è scritto.

    Gwen poi è proprio esilarante con i sui commenti. E il suo amico fantasma gargoyle è divertentissimo.

    Non vedo l'ora di cominciare il terzo per vedere come finisce questa saga.

    ha scritto il 

  • 4

    Anche questo capitolo mi è piaciuto molto, i continui battibecchi tra Gwen e Gideon sono fantastici. Il demone/fantasma è stato un personaggio decisamente fondamentale e molto divertente con lui mi so ...continua

    Anche questo capitolo mi è piaciuto molto, i continui battibecchi tra Gwen e Gideon sono fantastici. Il demone/fantasma è stato un personaggio decisamente fondamentale e molto divertente con lui mi sono proprio divertita. Il maggiordomo nasconde qualcosa e voglio scoprire cosa mi incuriosisce parecchio spero che nel prossimo capitolo mi dia delle risposte. Nonno Lucas è fantastico con la sua stramberia è un personaggio immancabile. In conclusione mi è piaciuto molto, una lettura leggera e molto molto divertente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    TRILOGIA DELLE GEMME n. 2

    LETTURA DI GRUPPO E&L

    Che sorpresa!!! Rispetto al Primo mi è piaciuto molto di più.
    Ho riscritto cinque volte la prima riga di questa recensione. Non so da dove iniziare..ho la testa in pappa. Non lo, ...continua

    LETTURA DI GRUPPO E&L

    Che sorpresa!!! Rispetto al Primo mi è piaciuto molto di più.
    Ho riscritto cinque volte la prima riga di questa recensione. Non so da dove iniziare..ho la testa in pappa. Non lo,avrei mai detto!!!! Insomma è un libro per adolescenti e il precedente si mi era piaciuto ma mancava qualcosa..e quel qualcosa l'ho trovato leggendo il secondo volume. Parto dalla fine: Nooooooo. Ma si può lasciare così in sospeso noi poveri lettori???? Ma vi pare??? Finalmente scopriamo che Gideon è innamorato di Gwen ma che ha fatto finta all'inizio perché glielo aveva chiesto il conte..il quale nel frattempo svela a Gwen che Gideon la sta prendendo in giro..se poi ci mettiamo Paul che svela a Gideon parte della profezia...e gli dà delle lettere che il conte ha nascosto per secoli per far si che la "congrega" esegua i suoi ordini....direi che voglio immediatamente il terzo volume!!!!!!!! Ma devo aspettare la lettura di gruppo i primi di aprile..ce la farò a resistere??? Intanto ho ancora le lacrime agli occhi per la serata trascorsa nel XVIII da Gideon e Gwen a casa di un lord della congrega per far incontrare Gwen e il conte...vi giuro è stato davvero memorabile..se ne sono accorti tutti in treno..non riuscivo a trattenermi!!!!! E vogliamo parlare invece del gargoyle??? Lo voglio anche io!!!!

    ha scritto il 

  • 2

    AVANTI UN ALTRO!

    Come volevasi dimostrare anche questo libro è stato scorrevole e degno del precedente.
    Sinceramente aspettavo di trovarmi fra le mani una cocente delusione ma non è stato così...Per fortuna.
    Continuan ...continua

    Come volevasi dimostrare anche questo libro è stato scorrevole e degno del precedente.
    Sinceramente aspettavo di trovarmi fra le mani una cocente delusione ma non è stato così...Per fortuna.
    Continuano i salti nel tempo di Gwendolyn e Gideon che, come si evince dal primo libro finiranno per innamorarsi ma con qualche colpo di scena...
    Trovo la storia molto più divertente grazie ad un nuovo personaggio di nome Xemerius che è il fantasma del doccione di una chiesa che non esiste più.
    Speravo che nel corso del libro la sua presenza fosse più rilevante (lei riesce a parlare con i fantasmi...perché non collaborarci di più?) invece mi ha un po' delusa.
    Xemerius è il personaggio più figo del libro ma è marginale e non sembra così rilevante (quando avrebbe potuto esserlo!!!!).
    Quello che mi ha deluso è la costante necessità di far passare le ragazzine quindicenni come delle perfette mentecatte!
    Gideon (bello come il sole) bacia Gwendolyn e questa non capisce più nulla!
    Non si può incentrare un libro sulle paranoie di una ragazzina che diventa un budino quando lo vede! STIAMO PARLANDO DI SALTI NEL TEMPO PER DIO!
    Non lo so, l'ho ritrovato un po' forzato e banale in queste circostanze!
    Inoltre mi aspettavo (sbagliando forse) che alcuni personaggi venissero approfonditi: la zia che fa le premonizioni per esempio, il nonno o il piccolo fantasmino Robert o il fantasma di James...
    Nulla di tutto ciò...
    I personaggi più interessanti li ha lasciati a margine della storia ed è un peccato davvero.
    Ad ogni modo se speravo che qualche dubbio venisse risolto in realtà mi sono trovata con la matassa più ingarbugliata di prima ed è per questo che ho acquistato anche il terzo e ho già cominciato a leggerlo!
    Ribadisco che la scrittura è scorrevole e i personaggi ormai li conosciamo, la cosa che spinge ad andare oltre è la voglia di avere alcune risposte tipo:
    Gwendolyn di chi è realmente figlia? (Fin dalle prima pagine di Red fanno presumere che non sia figlia di sua madre visto che sono tutti con i capelli rossi e Gwen li ha neri)

    Chi è in realtà il Conte San Germain?

    Gwen capirà quale sarà la vera magia del corvo?

    Riuscirà ad utilizzarla a dovere?

    E soprattutto TIRERA' FUORI LE PALLE senza farsi instupidire da un ragazzo?????

    Qual'è il mistero del cronografo?
    Lo sapremo nella prossima puntata...
    SPERO!
    Rebecca

    ha scritto il 

  • 3

    Le buone intenzioni ci sono, ma è tutto il resto che manca

    Una buona trama? C'è.
    Personaggi divertenti? Ci sono.
    Misteri? Ci sono, ma chiamarli misteri è davvero un complimento.
    Storia d'amore? Altro complimento, considerando il lasso di tempo di una settiman ...continua

    Una buona trama? C'è.
    Personaggi divertenti? Ci sono.
    Misteri? Ci sono, ma chiamarli misteri è davvero un complimento.
    Storia d'amore? Altro complimento, considerando il lasso di tempo di una settimana.
    Phatos? Nemmeno l'ombra.

    Anche se il seguito di Red mi è piaciuto di più, devo ammettere che non mi sento emotivamente coinvolta. Curiosa sì, ma per quanto riguarda la sfera emotiva, questo libro è sottile come una sottiletta.
    Sono la prima a dire che i libri sono meglio dei film, ma esistono per sempre l'eccezioni. Una di queste è Percy Jackson (dove ci sono meno dettagli e situazioni inutili rispetto ai libri) e devo aggiungere questa trilogia dove, al contrario del primo esempio, ci sono poche vicende prive di sostanza, mentre nel film abbondano con abbellimenti e altri fronzoli.
    Avverto sempre una sensazione di mancanza, come se il libro, invece di riempire un vuoto, ne abbia formato un altro. Spero davvero che l'ultimo romanzo sia meglio (o in generale gli altri romanzi della Gier), perchè questa mancanza di phatos è davvero disarmante.
    Gwen e Gideon come coppia fanno davvero... pietà.

    ha scritto il 

  • 3

    Secondo capitolo della saga molto scorrevole anche se più lento del primo libro. Non mi piace assolutamente la divisione dei tre libri che sembra essere fatta a caso o meglio nn appena superate le tre ...continua

    Secondo capitolo della saga molto scorrevole anche se più lento del primo libro. Non mi piace assolutamente la divisione dei tre libri che sembra essere fatta a caso o meglio nn appena superate le trecento pagine li lascia il libro a metà senza una vera conclusione del capitolo che costringe il lettore a leggere subito il seguito altrimenti nn ha senso la lettura fatta. Insomma sembra una decisione editoriale con scopi esclusivamente economici. Questo rende i tre libri un tantino superficiali, soprattutto questo secondo della saga. Comunque la storia è intrigante con uno sfondo urban fantasy ambientato nella modera e soprattutto storica Londra. Si legge molto velocemente. Mi aspettavo però di più dal questo secondo capitolo. Infine bisogna sottolineare l`orribile scelta dei titoli in italiano... ma perché non scegliere semplicemente rubino o zaffiro?!? In fondo non sono anglosassoni e quindi non ci sta la traduzione in inglese... e poi le copertine... che scelta pessima.. danno l`idea che sia un libro romantico e tenebroso.. invece non è proprio cosi. Certo la storia d`amore c`è ma non determina la centralità della narrazione del libro. Insomma ste copertine non dicono assolutamente nulla della saga.

    ha scritto il 

  • 4

    Continua l'avventura di Gwendolyn tra le epoche storiche. E continua il mio apprezzamento per questa trilogia, divertente, appassionante, con personaggi davvero ben azzeccati, su tutti l'amica Leslie ...continua

    Continua l'avventura di Gwendolyn tra le epoche storiche. E continua il mio apprezzamento per questa trilogia, divertente, appassionante, con personaggi davvero ben azzeccati, su tutti l'amica Leslie e il doccione Xemerius. Come con Red, anche qui il volume si interrompe sul più bello...

    ha scritto il 

  • 2

    Come volevasi dimostrare

    Come detto nel precedente commento al primo libro della trilogia, la mancanza di pathos e di suspence in questo libro si fa sentire in maniera impressonante. Praticamente tutto il secondo libro gira a ...continua

    Come detto nel precedente commento al primo libro della trilogia, la mancanza di pathos e di suspence in questo libro si fa sentire in maniera impressonante. Praticamente tutto il secondo libro gira attorno ai segreti e ai misteri che si celano dietro la vita del Conte di Saint Germain, ma alla fine del libro, quando qualcosa di ciò viene svelato, rimane un lieve sapore di "fuffa". Simpatico il "doccione" "gargoyle" "fantasma", mentre le varie altre situazioni sono state un po' maltrattate e rese ininfluenti quando invece molti argomenti suggeriti dal primo libro avrebbero avuto un interesse di rilevanza. Alla fine tutto si regge sulla nascente storia d'amore tra Gwen e Gideon, e termina con il grande cosmico interrogativo "Gideon è sincero oppure no?" Poteva essere sviluppato meglio e sicuramente un percorso costellato da più momenti di azione avrebbe giovato a questo secondo libro che invece procede in maniera elementare e a tratti anche in modo un po' noiosetto. Speriamo in un bel terzo libro con finale a sorpresa e non scontato...

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per