Boek der zielen

By

3.6
(4206)

Language: Nederlands | Number of Pages: | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Italian , Portuguese , French , Spanish , Catalan

Isbn-10: 9022996107 | Isbn-13: 9789022996102 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Boek der zielen ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    9 2 2027 Finis dierum

    Libro avvincente che ti tiene letteralmente incollato fino all'ultima pagina. Tra Shakespeare, Calvino, Nostradamus e la famiglia Cantwell, si spazia tra presente e passato in una atmosfera di contin ...doorgaan

    Libro avvincente che ti tiene letteralmente incollato fino all'ultima pagina. Tra Shakespeare, Calvino, Nostradamus e la famiglia Cantwell, si spazia tra presente e passato in una atmosfera di continua suspance.
    Il mistero, comunque, rimane...

    gezegd op 

  • 4

    E se conoscessimo il giorno in cui moriamo? Tra sonetti schakesperiani e profezie di Nostradamus il 1527 appare la data cruciale dove tutto si è deciso

    gezegd op 

  • 5

    Incollata alle pagine...

    E bravo Glenn Cooper...mi ha tenuta incollata alle pagine...o meglio al kindle nel mio caso.
    É il secondo libro della tetralogia "La biblioteca dei morti"...e devo dire che mi è piaciuto anche di più ...doorgaan

    E bravo Glenn Cooper...mi ha tenuta incollata alle pagine...o meglio al kindle nel mio caso.
    É il secondo libro della tetralogia "La biblioteca dei morti"...e devo dire che mi è piaciuto anche di più del primo. Bella la storia, accattivante e con la giusta dose di suspance, scritto bene e inoltre mi sono piaciuti molto i rimandi ai vari personaggi storici. Non vedo l'ora di leggere gli alti due.

    gezegd op 

  • 3

    El Libro de las almas, la continuación de la trilogía iniciada con la Biblioteca de los muertos, consigue superar a su predecesora, en cuanto a acción y emoción se refiere. A diferencia de la primera ...doorgaan

    El Libro de las almas, la continuación de la trilogía iniciada con la Biblioteca de los muertos, consigue superar a su predecesora, en cuanto a acción y emoción se refiere. A diferencia de la primera novela, esta segunda entrega consigue atraparte desde el primero momento y no te suelta hasta llegar al fin.

    Glenn Cooper mantiene el estilo tipo "thriller" que le funcionó tan bien en la parte anterior. Así, toda la novela mantiene un ritmo fluido y las escenas de acción se van acoplando en los momentos justos para hacer siempre dinámica la lectura. Incluso las increíbles escenas históricas, muy bien documentadas y justificadas, se intercalan en los momentos apropiados para prolongar la atención del lector.
    Otra característica del estilo de Cooper son las numerosas y excelentes descripciones tanto de los paisajes como de las situaciones que no dejan que te pierdas en ningún momento y hacen que imaginarse las escenas sea muy sencillo.

    La historia sigue donde la dejamos en el primer libro. Continuamos con la vida de Will Piper, ex-agente del FBI, que de improviso, se topa con más misterios sobre la biblioteca que pondrán en peligro a mucha gente. Una de las tramas centrales del libro es descubrir el secreto en torno a la existencia de la biblioteca y el significado de una fecha concreta. Lo curioso es que el lector con memoria y poder de observación, se da cuenta de que ya conoce dicho secreto, puesto que el mismo autor lo desveló al final de La biblioteca de los muertos. Sin embargo esa información no hace menos interesante el libro, al contrario estimula. Y eso es gracias a varios giros argumentales sorprendentes y bien hechos que no te dejan descansar. Pero más allá de ahí, el resto es un poco simplón y predecible, sobre todo la parte de los "malos". El final, como toda parte perteneciente a una trilogía que se precie, es abierto y deja con ganas de más.

    En resumen, el libro de las almas es una digna sucesora de la biblioteca de los muertos. Mejor que esta me atrevería a decir. Cualquier lector disfrutará de esta novela trepidante, mezcla de acción e historia, que tiene un argumento sorprendente y escalofriante a la vez.

    gezegd op 

  • 3

    ...l'ho comprato come lettura estiva semplicemente perchè sono stata colpita dalla copertina...divorato poi in due giorni!
    Intrigante il viaggio nel tempo di un libro che ripercorre fatti della storia ...doorgaan

    ...l'ho comprato come lettura estiva semplicemente perchè sono stata colpita dalla copertina...divorato poi in due giorni!
    Intrigante il viaggio nel tempo di un libro che ripercorre fatti della storia e tocca con mano la vita di persoaggi illustri..alcuni tratti leggermente pesanti. Peccato aver letto per primo il secondo volume della saga, speriamo di non aver quindi giá bruciato qualche indizio/notizia saliente.

    gezegd op 

  • 4

    Seguito de La biblioteca dei morti

    Buonissimo romanzo, seguito de La biblioteca dei morti. Ritroviamo Will Piper che viene coinvolto, suo malgrado, in una nuova ricerca di un volume mancante della Biblioteca. A un certo punto, la parte ...doorgaan

    Buonissimo romanzo, seguito de La biblioteca dei morti. Ritroviamo Will Piper che viene coinvolto, suo malgrado, in una nuova ricerca di un volume mancante della Biblioteca. A un certo punto, la parte più intrigante, ci si ritrova a decifrare enigmi per trovare altri pezzi del puzzle in compagnia di un'affascinante ereditiera. Nel frattempo Will si è sposato con Nancy ed hanno avuto un figlio, Phillip. Il romanzo scorre veloce tra misteri del passato e intrighi nel presente. Curioso e interessato a leggere il terzo capitolo (tra l'altro c'è anche un altro racconto digitale che dovrebbe fare una sorta di prologo al terzo libro)

    gezegd op 

  • 4

    Un po' meglio del primo libro della serie. Sempre molto pop nel suo complesso, ma le idee per dare corpo al tema centrale della storia, le ho trovate da una parte più interessanti dall'altra meno forz ...doorgaan

    Un po' meglio del primo libro della serie. Sempre molto pop nel suo complesso, ma le idee per dare corpo al tema centrale della storia, le ho trovate da una parte più interessanti dall'altra meno forzate. Espedienti narrativi un po' deboli che disturbano sono comunque presenti...ma viste le aspettative della lettura, sono sopportabili.

    gezegd op 

  • 4

    Nonostante è passato parecchio tempo da quando ho letto "La biblioteca dei morti" ho deciso di continuare a leggere la trilogia di Glenn Cooper e sono molto contenta di averlo fatto. In questo secondo ...doorgaan

    Nonostante è passato parecchio tempo da quando ho letto "La biblioteca dei morti" ho deciso di continuare a leggere la trilogia di Glenn Cooper e sono molto contenta di averlo fatto. In questo secondo libro ritroviamo Will Piper alle prese con una nuova missione che lo porterà dritto in Inghilterra alle prese con una storica "caccia al tesoro" che avrà a che fare con Shakespeare, Calvino e niente di meno che Nostradamus. Quest'ultimo personaggio mi ha sempre affascinato per cui trovarlo in un libro non ha fatto altro che far guardagnare punti a questa trilogia. Il thriller ha dei continui salti temporali: si sta nel 2010 in giro per Inghilterra, America e Area 51 oppure nel 1500 nella villa di un ricco uomo inglese o nella fantastica abbazia di Vectis. Mi è piaciuto molto perchè si sono risolti dei misteri che aveva lasciato, giustamente, il primo capitolo come ad esempio chi era l'uomo ritrovato nella biblioteca. Il "problema" è che ci sono ancora tanti altri misteri da risolvere tipo: cosa accadrà il 9 febbraio 2027? Sicuramente leggerò anche il terzo ultimo libro.

    gezegd op 

  • 3

    Il dilemma della predestinazione

    C’è la storia di un libro che attraversa i secoli, c’è una caccia al tesoro che svelerà molti misteri, c’è un ex-detective simpatico e con qualche vizio, c’è il grande dilemma della predestinazione. T ...doorgaan

    C’è la storia di un libro che attraversa i secoli, c’è una caccia al tesoro che svelerà molti misteri, c’è un ex-detective simpatico e con qualche vizio, c’è il grande dilemma della predestinazione. Tutti elementi che danno alla trama un buon ritmo e che creano una storia che suscita curiosità.
    Mi è piaciuto il personaggio di Will Piper perché non è il solito eroe giovane ed invincibile. Piper è in pensione, ha delle debolezze e commette anche degli errori … è molto umano.
    Questo libro suscita delle domande. La nostra vita e la nostra morte sono già scritte? Attraverso le nostre decisioni possiamo cambiare quel che ci accadrà oppure no?
    Per quel che mi riguarda, l’unica falla di questo libro l’ho trovata proprio davanti alle argomentazioni di questi interessanti spunti esistenziali. I personaggi se ne preoccupano poco o niente, affrontano l’intera faccenda con fin troppa filosofia. Credo sia nella natura degli esseri umani cercare sempre una via di scampo, rivendicare la propria libertà di creare il proprio futuro. Questa mancanza colpisce di riflesso anche il lettore che si rassegna, fin dalle prime pagine, all’ineluttabilità di una morte prestabilita. Avrei preferito che Il libro delle anime lasciasse spazio ad altre possibilità, ad altre interpretazioni.
    Nel complesso comunque, l’ho trovato un buon libro.

    Recensione completa: http://www.mr-loto.it/recensioni/il-libro-delle-anime.html

    gezegd op 

Sorting by