Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Bravo brontosauro

Riflessioni di storia naturale

Di

Editore: Feltrinelli

4.1
(114)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 268 | Formato: Paperback

Isbn-10: 880708113X | Isbn-13: 9788807081132 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Libero Sosio

Genere: Home & Gardening , Pets , Science & Nature

Ti piace Bravo brontosauro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo le monografie “La freccia del tempo, il ciclo del tempo” e “La vita meravigliosa”, Gould ritorna al tema delle “riflessioni sulla storia naturale”, a quella che si può considerare la sua grande “opera aperta” sugli aspetti più strani e sorprendenti, ma sempre rivelatori, della natura. Lo spettro degli argomenti trattati è come sempre molto vario, pur continuando a ruotare attorno al tema generale della teoria dell’evoluzione e della storia naturale; ma l’evoluzionismo impregna a tal punto il pensiero di Gould da fargli individuare l’operare dei meccanismi dell’evoluzione anche in argomenti così poco tradizionali come l’evoluzione della tastiera della macchina per scrivere, e in generale nelle stranezze ed “errori” della natura, come l’esistenza dei capezzoli nel maschio della specie umana (come nei mammiferi in generale) o il gigantesco uovo del kiwi, da lui considerati istruttivi proprio perché spiegano meglio della “perfezione” della natura il funzionamento e la natura storica dei meccanismi evolutivi.
In questo volume, inoltre, Gould è impegnato più che mai a smontare errori storici e luoghi comuni, preconcetti e conformismi che falsificano la storia e che contribuiscono a falsare la comprensione di una teoria così importante e così mal compresa, spesso anche da scienziati, come la teoria dell’evoluzione. La lettura delle opere di Gould è il modo più istruttivo, e al tempo stesso meno convenzionale e più divertente, per capire, in tutta la sua concretezza e in tutte le sue approssimazioni, il meccanismo dell’evoluzione.
I saggi di Gould sono ricchi come sempre di curiosità, di trovate, di accostamenti sorprendenti, di riferimenti autobiografici, di rare notizie storiche, di citazioni, di humour, ma soprattutto, quale che sia l’argomento di volta in volta trattato, riescono a suscitare nel lettore un piacere raro: quello dell’intelligenza. Gould ha inoltre il merito di essersi impegnato per due decenni – con risultati ineguagliabili – per portare i risultati della scienza a conoscenza di un vasto pubblico di lettori e per creare una divulgazione scientifica di alto livello.
Ordina per
  • 5

    Il "cespuglio" gouldiano

    Non c'è che dire: ogni saggio ha una propria linea argomentativa, cattura sempre in modo diverso ed incolla al crudo sapere scientifico mai senza prima averne offerto contorno - attenzione: l'autore non mastica e sputa, non volgarizza in quel senso.
    Si ha l'impressione di aver fatto ...continua

    Non c'è che dire: ogni saggio ha una propria linea argomentativa, cattura sempre in modo diverso ed incolla al crudo sapere scientifico mai senza prima averne offerto contorno - attenzione: l'autore non mastica e sputa, non volgarizza in quel senso. Si ha l'impressione di aver fatto una chiacchierata lunga giorni con una persona molto dotta ma al contempo affabile, e non di aver letto un libricino da appena 250 pagine.

    ha scritto il 

  • 3

    Stephen Jay Gould, decisamente, non è Richard Dawkins. D'accordo, io non sono fatta per le letture episodiche: non amo i libri di racconti e neanche le raccolte di saggi, come questa.
    Manca un filo conduttore comune e il libro risulta poco organico. Gould è un buon divulgatore ma, forse a causa d ...continua

    Stephen Jay Gould, decisamente, non è Richard Dawkins. D'accordo, io non sono fatta per le letture episodiche: non amo i libri di racconti e neanche le raccolte di saggi, come questa. Manca un filo conduttore comune e il libro risulta poco organico. Gould è un buon divulgatore ma, forse a causa del suo eccletismo, si perde troppo in voli pindarici e ragionamenti tortuosi che, a volte, si troncano lasciando l'amaro in bocca allo speranzoso lettore. Non mancano alcuni saggi interessanti, e nel complesso il libro può insegnare diverse cose. Ma ho l'impressione che la frammentarietà degli argomenti vada anche a discapito della loro permanenza nella memoria.

    ha scritto il 

  • 4

    L'evoluzione secondo Darwin (e non solo): saggi curiosi e divertenti ma soprattutto privi di molti errori pregiudiziali e scientisti propri di taluni darwinisti convinti e male indottrinati. Punto di forza è l'allenamento al pensiero divergente; bellissimi i saggi sulla macchina da scrivere, sul ...continua

    L'evoluzione secondo Darwin (e non solo): saggi curiosi e divertenti ma soprattutto privi di molti errori pregiudiziali e scientisti propri di taluni darwinisti convinti e male indottrinati. Punto di forza è l'allenamento al pensiero divergente; bellissimi i saggi sulla macchina da scrivere, sul kiwi e le sue uova, sui colori ed il mimetismo. Difficile spiegare l'evoluzione meglio di così. Unica ipotetica pecca è la scrittura talvolta poco accessibile ai meno avvezzi alla divulgazione scientifica.

    ha scritto il 

  • 4

    I primi saggi di Jay Gould li lessi circa 15 anni fa; riprendendolo in mano oggi, trovo lo stesso gusto, divertimento e stimolo al pensiero che mi colpì allora. I saggi che compongono questo testo sono piuttosto eterogenei per temi, ma tutti - mi sembra - mirano in primo luogo a stanare le scorci ...continua

    I primi saggi di Jay Gould li lessi circa 15 anni fa; riprendendolo in mano oggi, trovo lo stesso gusto, divertimento e stimolo al pensiero che mi colpì allora. I saggi che compongono questo testo sono piuttosto eterogenei per temi, ma tutti - mi sembra - mirano in primo luogo a stanare le scorciatoie dell'intelligenza. Con ragionamenti lucidi e ironici a un tempo, l'autore ci porta a riflettere sugli inganni cui spesso il pensiero cede, anche nella scienza. In più, offre anche un esempio di divulgazione scientifica di altissimo livello.

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante, ma davvero troppo razionale. Se da una parte servirebbe a tutti quelli che credono possa essere divertente, o che anche solo pensano " non ci credo però non si sa mai..." di oroscopi, maghi, cartomanti, ma soprattutto di luoghi comuni sull' evoluzione, dall' altra alla lunga diventa ...continua

    Interessante, ma davvero troppo razionale. Se da una parte servirebbe a tutti quelli che credono possa essere divertente, o che anche solo pensano " non ci credo però non si sa mai..." di oroscopi, maghi, cartomanti, ma soprattutto di luoghi comuni sull' evoluzione, dall' altra alla lunga diventa noioso per chi è più razionale ed ha una base evoluzionistica anche solo un minimo solida.

    Personalmente ho bisogno di più fantasia al " potere".

    ha scritto il 

  • 4

    arguto e ironico

    C0n il suo stile pungente, Stephen Jay Gould esplora alcune tematiche sulla biologia e la teoria dell'evoluzione, andando a stanare false convinzioni ed errori di ragionamento che talvolta circolano su questi argomenti. Ogni suo libro è utile e da imparare, specialmente in questi ultimi tempi in ...continua

    C0n il suo stile pungente, Stephen Jay Gould esplora alcune tematiche sulla biologia e la teoria dell'evoluzione, andando a stanare false convinzioni ed errori di ragionamento che talvolta circolano su questi argomenti. Ogni suo libro è utile e da imparare, specialmente in questi ultimi tempi in cui si intravvede qualche silenziosa ombra di creazionismo anche tra i programmi scolastici ministeriali italiani

    ha scritto il 

  • 5

    Il primo libro di Gould letto, e forse il migliore.
    Piccoli saggi di come la biologia o la geologia o le scienze naturali in genere entra in tante cose differenti, come le statistiche del Baseball...
    Lo consiglio vivamente

    ha scritto il 

Ordina per