Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Breathing Lessons by Anne Tyler - Large Print Edition

By

Publisher: Knopf

3.8
(261)

Language:English | Number of Pages: | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Japanese , Italian , Spanish , Finnish

Isbn-10: 0739416529 | Isbn-13: 9780739416525 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , School & Library Binding , Audio Cassette , Others , Mass Market Paperback , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Breathing Lessons by Anne Tyler - Large Print Edition ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Microcosmo americano

    Spaccato di un microcosmo americano a tratti banale e semplice, ma la scrittura pulita e delicata e le vicende narrate con dettagli ma senza mai esagerare offrono uno spaccato di questa tranquilla ...continue

    Spaccato di un microcosmo americano a tratti banale e semplice, ma la scrittura pulita e delicata e le vicende narrate con dettagli ma senza mai esagerare offrono uno spaccato di questa tranquilla coppia di anonimi americani alle prese con la loro famiglia, i loro pensieri e le problematiche di tutti i giorni. Mi è piaciuto molto la tranquilla semplicità e schiettezza di Ira che contrastava con l'esuberanza infantile e maldestra di Maggie. Il Premio Pulitzer però mi sembra un po' esagerato.

    said on 

  • 2

    tanto mi era piaciuto "back when we were grownups" quanto ho trovato inutilmente lungo e noioso questo romanzo di anne tyler, premio pulitzer 1989. la storia è potenzialmente interessante ...continue

    tanto mi era piaciuto "back when we were grownups" quanto ho trovato inutilmente lungo e noioso questo romanzo di anne tyler, premio pulitzer 1989. la storia è potenzialmente interessante (raccontare un matrimonio "normale" in una sola giornata costellata di flashback), ma le digressioni sono spesso tediose e didascaliche, i protagonisti più che umanamente fragili sono antipatici- maggie sciocca, maldestra e manipolatrice, ira rigido e insofferente- e bidimensionali. non mi è piaciuto nemmeno il rapporto con i due figli, che restano al margine della storia e, questa volta, secondo me, il tentativo di raccontare la quieta infelicità del quotidiano (e gli sprazzi di gioia) fallisce.

    said on 

  • 4

    Con questo libro la Tyler ha vinto il Pulitzer, anche se a mio avviso non rientra tra i suoi libri migliori. La narrazione si svolge all'interno di una giornata, nella quale i vari personaggi, tra ...continue

    Con questo libro la Tyler ha vinto il Pulitzer, anche se a mio avviso non rientra tra i suoi libri migliori. La narrazione si svolge all'interno di una giornata, nella quale i vari personaggi, tra cui una protagonista decisamente irritante, vivono esperienze ordinarie di portata straordinaria, come sempre accade nei romanzi della Tyler. Tuttavia mi è parso molto più significativo, ricercato e poetico il suo "Turista per caso".

    said on 

  • 5

    Lezioni di gentilezza

    Questa scrittrice deve essere una persona molto amabile. Nei suoi libri i personaggi sono tutti buoni, i vicini attenti e premurosi, le persone hanno difficoltà a comunicare ma quasi sempre le ...continue

    Questa scrittrice deve essere una persona molto amabile. Nei suoi libri i personaggi sono tutti buoni, i vicini attenti e premurosi, le persone hanno difficoltà a comunicare ma quasi sempre le migliori intenzioni. Viene voglia di andare a stare dove vive lei. Con questo non voglio dire che sia una persona zuccherosa o noiosa. E' tutto il contrario. E' una scrittrice intelligente e penetrante che descrive le piccole difficoltà di comunicazione in una coppia dove lei è una donna ipersensibile, emotiva, irragionevole e molto dolce. Una che riesce a vedere i sentimenti del figlio sepolti sotto strati di cattive maniere. Una grande impicciona che con le migliori intenzioni riesce solo a combinare guai. Il marito è l'opposto, un uomo che burbero, pratico, ragionevole e sensato. Il libro però non è comico, ma più sottile anche se molte situazioni fanno sorridere. E' una storia delicata e gentile e intelligente come la sua autrice scritta con una freschezza abbastanza unica. I personaggi sembrano vivi. Meritatissimo Pulitzer.

    said on 

  • 5

    Vale lo stesso discorso fatto per Oz e Carver, ed anche per altri formidabili indagatori dell’animo umano quali Abraham Yeoshua o Joyce Carol Oates: in questo romanzo premio Pulitzer, la Tyler ...continue

    Vale lo stesso discorso fatto per Oz e Carver, ed anche per altri formidabili indagatori dell’animo umano quali Abraham Yeoshua o Joyce Carol Oates: in questo romanzo premio Pulitzer, la Tyler prende una coppia di mezza età (lei svampita ed imbranata, lui rigido e severo) e la segue lungo un’intera giornata, in cui si racchiude l’intero canovaccio della loro esistenza circolare. Grandissimo romanzo, un capolavoro di stile e sensibilità, una lettura che fa bene al cuore o lo devasta, a seconda della ricettività del lettore. Una nota a parte per il livello dilettantesco della traduzione: incredibile che un’autrice simile ed un romanzo così importante siano stati oggetto di una traduzione così ignobile, in cui addirittura vengono tradotti i titoli ed i versi delle canzoni citate nel corpo del testo invece che in una nota a pie’ di pagina. Ho sinceramente provato imbarazzo per il traduttore come raramente mi era capitato prima.

    said on 

  • 4

    Ann Tyler vuelve a escribir sobre lo que mejor se la da: la historia de una familia y sus complejas relaciones personales y sentimentales. Esta novela obtuvo el premio Pulitzer por su extraordinaria ...continue

    Ann Tyler vuelve a escribir sobre lo que mejor se la da: la historia de una familia y sus complejas relaciones personales y sentimentales. Esta novela obtuvo el premio Pulitzer por su extraordinaria y fabulosa calidad. Como se ve, no soy nada ecuánime, ya que es una de mis escritoras favoritas.

    said on 

  • 4

    "Allora aveva capito che cos'era il vero spreco; Dio, sì. Non era il fatto di dover provvedere a queste persone, ma il fatto di non essersi reso conto di quanto bene volesse loro [...cut...]. Ma poi ...continue

    "Allora aveva capito che cos'era il vero spreco; Dio, sì. Non era il fatto di dover provvedere a queste persone, ma il fatto di non essersi reso conto di quanto bene volesse loro [...cut...]. Ma poi quella sensazione si era attenuata[...cut...]e aveva dimenticato quello che aveva imparato."

    said on 

  • 4

    Deludente per quelli che si accostano ad un romanzo con il desiderio rassicurante di un finale a lieto fine o meno, ma comunque risolutivo,questa storia di Anne Tyler coinvolge senz'altro quei ...continue

    Deludente per quelli che si accostano ad un romanzo con il desiderio rassicurante di un finale a lieto fine o meno, ma comunque risolutivo,questa storia di Anne Tyler coinvolge senz'altro quei lettori che invece cercano intimità emotiva, indipendentemente da come va a finire.Pur essendo molto americana nell'ambientazione la storia crea quella simbiosi con i personaggi mirabilmente presentati, derivante dalla maestria dell'autrice nello scandagliare i caratterì, le emozioni, i desideri comuni all'animo umano senza tralasciare le peculiarità del maschile e del femminile.Il tempo dedicato alla storia (una giornata) scorre quindi velocemente o lentamente a seconda degli accadimenti e di come li vivono i personaggi , certe situazioni che potrebbero essere tragiche diventano divertenti e la delusione trova sempre un appiglio dando ragione ad un naturale istinto di conservazione e alla genuinità degli affetti.

    said on