Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Breathing Lessons by Anne Tyler - Large Print Edition

By Anne Tyler

(1)

| Paperback | 9780739416525

Like Breathing Lessons by Anne Tyler - Large Print Edition ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

37 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Microcosmo americano

    Spaccato di un microcosmo americano a tratti banale e semplice, ma la scrittura pulita e delicata e le vicende narrate con dettagli ma senza mai esagerare offrono uno spaccato di questa tranquilla coppia di anonimi americani alle prese con la loro fa ...(continue)

    Spaccato di un microcosmo americano a tratti banale e semplice, ma la scrittura pulita e delicata e le vicende narrate con dettagli ma senza mai esagerare offrono uno spaccato di questa tranquilla coppia di anonimi americani alle prese con la loro famiglia, i loro pensieri e le problematiche di tutti i giorni. Mi è piaciuto molto la tranquilla semplicità e schiettezza di Ira che contrastava con l'esuberanza infantile e maldestra di Maggie.
    Il Premio Pulitzer però mi sembra un po' esagerato.

    Is this helpful?

    Samuele Fracasso said on Sep 1, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    tanto mi era piaciuto "back when we were grownups" quanto ho trovato inutilmente lungo e noioso questo romanzo di anne tyler, premio pulitzer 1989. la storia è potenzialmente interessante (raccontare un matrimonio "normale" in una sola giornata coste ...(continue)

    tanto mi era piaciuto "back when we were grownups" quanto ho trovato inutilmente lungo e noioso questo romanzo di anne tyler, premio pulitzer 1989. la storia è potenzialmente interessante (raccontare un matrimonio "normale" in una sola giornata costellata di flashback), ma le digressioni sono spesso tediose e didascaliche, i protagonisti più che umanamente fragili sono antipatici- maggie sciocca, maldestra e manipolatrice, ira rigido e insofferente- e bidimensionali. non mi è piaciuto nemmeno il rapporto con i due figli, che restano al margine della storia e, questa volta, secondo me, il tentativo di raccontare la quieta infelicità del quotidiano (e gli sprazzi di gioia) fallisce.

    Is this helpful?

    fiamma said on Jul 22, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Prevedibilissimo, sempre. Con personaggi/marionette, senza sfumature e senza uno sfondo vero. Finito per senso del dovere.

    Is this helpful?

    RobbieB said on Oct 30, 2013 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Con questo libro la Tyler ha vinto il Pulitzer, anche se a mio avviso non rientra tra i suoi libri migliori.
    La narrazione si svolge all'interno di una giornata, nella quale i vari personaggi, tra cui una protagonista decisamente irritante, vivono e ...(continue)

    Con questo libro la Tyler ha vinto il Pulitzer, anche se a mio avviso non rientra tra i suoi libri migliori.
    La narrazione si svolge all'interno di una giornata, nella quale i vari personaggi, tra cui una protagonista decisamente irritante, vivono esperienze ordinarie di portata straordinaria, come sempre accade nei romanzi della Tyler.
    Tuttavia mi è parso molto più significativo, ricercato e poetico il suo "Turista per caso".

    Is this helpful?

    echoes said on Aug 14, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lezioni di gentilezza

    Questa scrittrice deve essere una persona molto amabile. Nei suoi libri i personaggi sono tutti buoni, i vicini attenti e premurosi, le persone hanno difficoltà a comunicare ma quasi sempre le migliori intenzioni. Viene voglia di andare a stare dove ...(continue)

    Questa scrittrice deve essere una persona molto amabile. Nei suoi libri i personaggi sono tutti buoni, i vicini attenti e premurosi, le persone hanno difficoltà a comunicare ma quasi sempre le migliori intenzioni. Viene voglia di andare a stare dove vive lei. Con questo non voglio dire che sia una persona zuccherosa o noiosa. E' tutto il contrario. E' una scrittrice intelligente e penetrante che descrive le piccole difficoltà di comunicazione in una coppia dove lei è una donna ipersensibile, emotiva, irragionevole e molto dolce. Una che riesce a vedere i sentimenti del figlio sepolti sotto strati di cattive maniere. Una grande impicciona che con le migliori intenzioni riesce solo a combinare guai. Il marito è l'opposto, un uomo che burbero, pratico, ragionevole e sensato. Il libro però non è comico, ma più sottile anche se molte situazioni fanno sorridere. E' una storia delicata e gentile e intelligente come la sua autrice scritta con una freschezza abbastanza unica. I personaggi sembrano vivi. Meritatissimo Pulitzer.

    Is this helpful?

    Mario Inisi said on Aug 8, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Vale lo stesso discorso fatto per Oz e Carver, ed anche per altri formidabili indagatori dell’animo umano quali Abraham Yeoshua o Joyce Carol Oates: in questo romanzo premio Pulitzer, la Tyler prende una coppia di mezza età (lei svampita ed imbranata ...(continue)

    Vale lo stesso discorso fatto per Oz e Carver, ed anche per altri formidabili indagatori dell’animo umano quali Abraham Yeoshua o Joyce Carol Oates: in questo romanzo premio Pulitzer, la Tyler prende una coppia di mezza età (lei svampita ed imbranata, lui rigido e severo) e la segue lungo un’intera giornata, in cui si racchiude l’intero canovaccio della loro esistenza circolare. Grandissimo romanzo, un capolavoro di stile e sensibilità, una lettura che fa bene al cuore o lo devasta, a seconda della ricettività del lettore. Una nota a parte per il livello dilettantesco della traduzione: incredibile che un’autrice simile ed un romanzo così importante siano stati oggetto di una traduzione così ignobile, in cui addirittura vengono tradotti i titoli ed i versi delle canzoni citate nel corpo del testo invece che in una nota a pie’ di pagina. Ho sinceramente provato imbarazzo per il traduttore come raramente mi era capitato prima.

    Is this helpful?

    Andrea Mezzetti said on Apr 15, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection