Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Breve storia di (quasi) tutto

Di

Editore: Guanda

4.2
(1429)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 589 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Olandese , Svedese , Finlandese , Danese , Sloveno , Basco , Norvegese , Indiano (Hindi)

Isbn-10: 8882467708 | Isbn-13: 9788882467708 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Mario Fillioley

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: History , Non-fiction , Science & Nature

Ti piace Breve storia di (quasi) tutto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Viviamo in un pianeta di cui si sa poco o addirittura quasi nulla. Quanto ègrande? Quali leggi ne governano il moto, la natura, i fenomeni? È per questoche Bryson si è convinto che, prima di lasciarlo, sia giusto provare aconoscerlo un po' meglio, usare la propria intelligenza e curiosità perscoprirne le regole e i segreti. E allora parte per un viaggio molto diversoda quelli che ha raccontato negli ultimi anni, un viaggio che lo conduce nelmondo delle scoperte e delle conoscenze scientifiche, narrando la storiadell'universo come se fosse un romanzo, facendo comprendere, senza difficoltàinutili, la teoria della relatività, i segreti chimici del big bang, le leggidell'evoluzionismo, con una prosa ironica e divertente.
Ordina per
  • 0

    Come testo base per iniziare viaggi nelle varie discipline scientifiche mi sembra ben riuscito:una dettagliata bibliografia,capitoli brevi e comprensibili anche per chi -come me- ...continua

    Come testo base per iniziare viaggi nelle varie discipline scientifiche mi sembra ben riuscito:una dettagliata bibliografia,capitoli brevi e comprensibili anche per chi -come me- fisica,astronomia,paleontologia,ecc. le ha sempre osservate da lontano. Il problema di questi libri è che sono così numerose le informazioni da cui si viene(piacevolmente)sommersi che si rischia di trovarsi come al punto di partenza,ancora poderosamente ignoranti.

    ha scritto il 

  • 5

    "Se immaginiamo di comprimere i quattromilacinquecento milioni di anni di storia della Terra in un normale giornata di 24 ore, la vita compare molto presto, intorno alle quattro del mattino, con ...continua

    "Se immaginiamo di comprimere i quattromilacinquecento milioni di anni di storia della Terra in un normale giornata di 24 ore, la vita compare molto presto, intorno alle quattro del mattino, con l'emergere dei primi semplici organismi unicellulari.Poi, però, non fa altri progressi per le sedici ore successive. Fino alle otto e mezzo di sera -quando cinque sesti della giornata sono ormai trascorsi - la Terra non può mostrare all'universo che un'irrequieta pellicola di microbi. Poi, finalmente, compaiono le prime piante marine seguite, venti minuti dopo, dalle prime meduse e dall'enigmatica fauna di Ediacara scoperta da Reginald Sprigg in Australia. Alle nove e quattro minuti, i trilobiti irrompono sulla scena seguiti più o meno immediatamente dalle eleganti creature degli scisti di Burgess. Appena prima delle dieci, dal terreno cominciano a spuntare le piante. Subito dopo, quando rimangono solo due ore, compaiono le prime creature terrestri. Grazie a una decina di minuti caratterizzati da un clima mite, alle dieci e ventiquattro la Terra è coperta dalle grandi foreste del Carbonifero dai cui residui deriva tutto il nostro carbone, e sono evidenti i primi insetti alati. I dinosauri arrancano sul palcoscenico un po' prima delle undici e tengono banco per circa tre quarti d'ora. Quando mancano ventuno minuti alla mezzanotte, si estinguono e comincia l'era dei mammiferi. Gli esseri umani compaiono un minuto e 17 secondi prima della mezzanotte. Su questa scala, tutta la nostra storia non coprirebbe che qualche secondo. Una vita umana, forse, neanche un istante. Durante questa giornata così accelerata, i continenti vanno alla deriva e cozzano fra di loro a una velocità di sicuro poco prudente. Le montagne si alzano e si fondono, i bacini oceanici si formano e scompaiono, i ghiacci avanzano e si ritirano. E in tutto questo, all'incirca tre volte al minuto, da qualche parte sul pianeta il lampo di luce di una lampadina segnala l'impatto di un meteorite grande come quello di Manson, se non di più. E' un miracolo che qualcosa riesca a sopravvivere in un ambiente tanto instabile e bersagliato. Effettivamente, non furono molte le creature che sopravvissero a lungo."

    ha scritto il 

  • 4

    Para haber sido escrito por un periodista es el mejor libro de divulgación científica que he leído, hasta ahora. Las explicaciones son muy sencillas e ilustrativas, de forma que no cuesta nada ...continua

    Para haber sido escrito por un periodista es el mejor libro de divulgación científica que he leído, hasta ahora. Las explicaciones son muy sencillas e ilustrativas, de forma que no cuesta nada entender conceptos de física, química y biología, aunque seas un profano en la materia científica. No es nada aburrido y da respuesta a casi todas las dudas que una persona sin formación científica se pueda preguntar. En suma un gran libro de divulgación, entretenido y del que puedes disfrutar si te gusta la ciencia.

    ha scritto il 

  • 4

    Non sarà il libro di divulgazione scientifica più preciso e autorevole ma è sicuramente una lettura godibile, ricca di gustosi aneddoti sui protagonisti della storia del pensiero scientifico degli ...continua

    Non sarà il libro di divulgazione scientifica più preciso e autorevole ma è sicuramente una lettura godibile, ricca di gustosi aneddoti sui protagonisti della storia del pensiero scientifico degli ultimi 3 secoli.

    Il libro ha dimensioni considerevoli e spazia dalla cosmologia alla climatologia, dalla geologia alla paleontologia, dalla biologia alla zoologia, dalla genetica alla biochimica. Non tutti i capitoli sono ugualmente interessanti (personalmente ho trovato quelli sulla tassonomia delle specie viventi veramente noiosi ma gli argomenti trattati sono talmente tanti che ognuno può trovare argomenti di interesse.

    ha scritto il 

  • 4

    Saggio molto interessante e abbastanza comprensibile per chi, di scienza, ne capisce davvero poco come me. Ammetto di aver trovato un po' pesante la parte riguardante le prime specie comparse sulla ...continua

    Saggio molto interessante e abbastanza comprensibile per chi, di scienza, ne capisce davvero poco come me. Ammetto di aver trovato un po' pesante la parte riguardante le prime specie comparse sulla terra, ma credo sia normale per chi non è avvezzo all'argomento. Per il resto si è lasciato leggere, e comprendere, abbastanza facilmente.

    ha scritto il 

  • 4

    Da non perdere

    Davvero una summa del sapere scientifico attuale facilmente comprensibile per tutti. Proprio TUTTI dovrebbero leggerlo.

    Certo non mancano i difetti, il più grave è l'essere stato scritto 12 anni ...continua

    Davvero una summa del sapere scientifico attuale facilmente comprensibile per tutti. Proprio TUTTI dovrebbero leggerlo.

    Certo non mancano i difetti, il più grave è l'essere stato scritto 12 anni fa: ho una curiosità travolgente di conoscere i passi avanti della scienza dell'ultimo decennio. Spero in un'edizione aggiornata. Altri difetti sono l'eccessivo dilungarsi sulle vite degli scienziati, a volte più che sulle loro scoperte. E gli scienziati sembrano essere tutti inglesi e americani... va bene il campanilismo, ma non esageriamo!

    Ho dato 4 stelle, ma ne avrei date volentieri 4 e mezzo se fosse possibile.

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro più bello che io abbia letto negli ultimi mesi. Un libro che terrò sul comodino per rileggerlo finchè non avrò imparato tutto per benino, e quindi vita natural durante.

    L'autore, che di ...continua

    Il libro più bello che io abbia letto negli ultimi mesi. Un libro che terrò sul comodino per rileggerlo finchè non avrò imparato tutto per benino, e quindi vita natural durante.

    L'autore, che di mestiere fa il giornalista, va dai maggiori esperti di geologia, astronomia, scienze naturali, storia dell'evoluzione, storia della terra, biologia, chimica e dintorni. Da loro si fa spiegare quello che sanno sulla Terra, si chi la abita e sul perchè (perchè la Terra è fatta così, da quanto è così, com'era prima, quali sono le leggi che ne regolano il moto, perchè è abitata proprio dalle specie che le abitano). Se lo fa spiegare più e più volte finchè trova il modo di raccontarlo a chi come me non ne sa assolutamente niente. Facendosi capire e facendo divertire. Già che c'è racconta anche come la scienza sia arrivata a scoprire quello che sa: i metodi, gli strumenti,i percorsi, le cantonate, le invidie, le distrazioni. I personaggi che popolano questo libro sono naturalmente tutti scienziati ma sono tra le persone più folli che vi capiterà di incontrare. Non è un libro che si legge d'un fiato. Ci ho messo tre mesi a finirlo. Ma sono stati tre mesi in cui lo aprivo ogni volta come si apre una scatola di tesori per richiuderlo dopo poche pagine appagata e felice.

    Lo consiglio a chi come me è affascinato dalle scienze ma non ne sa granchè. Lo consiglio a chi non partecipa a nessuna gara sul numero di libri letti in un anno. Lo consiglio a chi ama, più o meno spesso, allontanarsi dalle storie per dare un'occhiata alla Storia. Lo consiglio, infine, a chi non soffre di vertigini: è un libro che conduce dall'infinitamente grande all'infinitamente piccolo facendoli percepire entrambi con grande forza. Nel primo caso ci si sente nullità. Nel secondo un ammasso di atomi che ha come obiettivo la propria sopravvivenza e non certo la nostra. La testa gira un po', si perdono per strada larghe fette di presunzione, di orgoglio, di senso di superiorità sulle altre specie, di sicurezza. Però si guadagna in meraviglia. Promesso.

    ha scritto il 

Ordina per