Breve storia di (quasi) tutto

di | Editore: Guanda
Voto medio di 1671
| 209 contributi totali di cui 203 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Viviamo in un pianeta di cui si sa poco o addirittura quasi nulla. Quanto ègrande? Quali leggi ne governano il moto, la natura, i fenomeni? È per questoche Bryson si è convinto che, prima di lasciarlo, sia giusto provare aconoscerlo un po' meglio, ...Continua
Ha scritto il 02/10/17
Opera ambiziosa e nello stesso tempo riuscita. Sfido chiunque a mettere in piedi un progetto di questo genere e a mantenerlo costantemente su un livello discorsivo/divulgativo in corso d'opera.Non si tratta di un romanzo dalle vicende intricate con ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 08/09/17
Che bel libro! I pochi capitoli che ho letto mi hanno incuriosato tantissimo, proprio perché è la scienza la parola chiave: i più grandi scienziati di tutti i tempi, le loro scoperte e qualche tocco di ironia sono gli elementi fondamentali di ...Continua
Ha scritto il 20/08/17
una piacevolissima lettura scientifica, a tratti persino divertente, sull'evoluzione delle conoscenze dell'uomo sull'universo infinitamente piccolo e infinitamente grande.a prescindere dalle approssimazioni dell'autore, inevitabili in un testo ...Continua
Ha scritto il 17/06/17
Affascinante soprattutto nel raccontare l'universo
Ha scritto il 16/06/17
Che parli di una "passeggiata" sull'Appalachian Trail o del suo girovagare in Europa, della lontana (non solo geograficamente) Australia o degli USA più profondi, oppure - come in questo caso - di (quasi) tutto, Bill Bryson è semplicemente ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jan 23, 2013, 22:27
Abbiamo fatto un lungo ragionamento per approdare a questo concetto: se la Terra ci sembra così miracolosamente accogliente, è in gran parte perché ci siamo evoluti in modo da adeguarci alle sue condizioni.
Pag. 278
  • 1 commento
Ha scritto il Apr 19, 2011, 11:17
A questo punto, si potrebbe pensare che la determinazione dell'età della Terra fosse un compito relativamente semplice. Dopotutto, il materiale necessario era, letteralmente, ai piedi degli scienziati. E invece, no: non andò così. Gli esseri ...Continua
Pag. 75
Ha scritto il Apr 19, 2011, 11:17
Nel 1865 donò i pezzi migliori della collezione paterna, compreso il famoso dente di iguanodonte, al Colonial Museum (oggi Museum of New Zealand) di Wellington, dove sono rimasti. Il dente di iguanodonte da cui tutto ebbe origine, forse il dente ...Continua
Pag. 110
Ha scritto il Apr 19, 2011, 11:16
Per lungo tempo, si continuò a pensare che un fenomeno come la radioattività, così miracolosamente associato all'energia, dovesse per forza essere benefico. Per anni, i fabbricanti di dentifrici e lassativi misero torio radioattivo nei loro ...Continua
Pag. 128
Ha scritto il Apr 19, 2011, 11:16
Era un ambiente molto ostile, eppure, in un modo o nell'altro, la vita si mise in moto. Un fremito, e una minuscola goccia di sostanze chimiche si animò. Stava cominciando la nostra storia. Quattro miliardi di anni dopo, qualcuno cominciò a ...Continua
Pag. 52

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi