Bridget Jones: The Edge of Reason

The Edge of Reason

By

Publisher: Pan Macmillan

3.6
(2646)

Language: English | Number of Pages: 432 | Format: eBook | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , German , French , Italian , Catalan , Portuguese

Isbn-10: 0330514873 | Isbn-13: 9780330514873 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio CD , Hardcover , Audio Cassette

Category: Fiction & Literature , Humor , Romance

Do you like Bridget Jones: The Edge of Reason ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The Wilderness Years are over. But not for long. At the end of Bridget Jones's Diary, Bridget hiccuped off into the sunset with man-of-her-dreams Mark Darcy. Now, in The Edge of Reason, she discovers what it is like when you have the man of your dreams actually in your flat and he hasn't done the washing-up, not just the whole of this week, but ever. Lurching through a morass of self-help-book theories and mad advice from Jude and Shazzer, struggling with a boyfriend-stealing ex-friend with thighs like a baby giraffe, an 8ft hole in the living-room wall, a mother obsessed with boiled-egg peelers, and a builder obsessed with large reservoir fish, Bridget embarks on a spiritual epiphany. Bridget is back. V.g.
Sorting by
  • 3

    Non male, devo però ammettere di aver decisamente preferito il primo, la Bridget di questo romanzo mi è sembrata lontana da quella delle origini

    said on 

  • 3

    Presa

    Dopo aver letto il primo romanzo, che non mi aveva colpita piacevolmente, ho voluto ugualmente leggere il seguito.
    Secondo il mio modesto parere c'è stato un miglioramento in questo libro, Bridget se ...continue

    Dopo aver letto il primo romanzo, che non mi aveva colpita piacevolmente, ho voluto ugualmente leggere il seguito.
    Secondo il mio modesto parere c'è stato un miglioramento in questo libro, Bridget se pur rimanendo una pasticciona come suo solito, mostra di essere un pochino maturata grazie alla relazione con Mark e sono molto più chiari i suoi sentimenti.
    Mi ha presa molto di più del primo e l'ho letto in pochissimo tempo.
    E' un libro che consiglierei, magari senza aver letto il famigerato primo.
    .:Weird:.

    said on 

  • 2

    Che pasticcio...ma per davvero!

    Premetto che il libro non è il mio genere ma che ho sempre trovato Bridget un personaggio simpatico, di cui poter leggere con piacere.
    Avevo bisogno di staccare la spina dopo una lettura che avevo tro ...continue

    Premetto che il libro non è il mio genere ma che ho sempre trovato Bridget un personaggio simpatico, di cui poter leggere con piacere.
    Avevo bisogno di staccare la spina dopo una lettura che avevo trovato abbastanza pesante e mi sono ricordata della "scorrevolezza", diciamo così, e dell'immediatezza del primo diario: purtroppo questo non ne è un degno successore ( non che il primo fosse un capolavoro, ben inteso!).
    Sinceramente mi ha annoiata non poco :/ l'ho trovato ripetitivo e frustrante! Inoltre non ci ho rivisto l'umorismo del primo.
    E io che volevo una letturina spensierata e rilassante: non ci siamo proprio!
    Molto meglio il film =w= ( che, per inciso, ha una storia completamente diversa! Non lo sapevo!)

    said on 

  • 3

    Alla povera Bridget ne capitano veramente di tutti i colori e forse questa volta si scade un pò nel ridicolo e nell'esagerazione.
    Comunque divertente ed estremamente dolce il rapporto con il suo Mark ...continue

    Alla povera Bridget ne capitano veramente di tutti i colori e forse questa volta si scade un pò nel ridicolo e nell'esagerazione.
    Comunque divertente ed estremamente dolce il rapporto con il suo Mark Darcy.

    said on 

  • 3

    Bridget è sempre fedele a se stessa è inutile dirlo, esilarante e sconclusionata, spesso vittima di equivoci da cui cerca di arrabattarsi senza successo. Mentre cerca disperatamente di tenersi un fida ...continue

    Bridget è sempre fedele a se stessa è inutile dirlo, esilarante e sconclusionata, spesso vittima di equivoci da cui cerca di arrabattarsi senza successo. Mentre cerca disperatamente di tenersi un fidanzato, spera di fare carriera e l'opportunità si presenta con un'intervista a Colin Firth, assurdamente esilarante. Una conferma, ma anche in questo caso il film non rispecchia pienamente il libro.

    said on 

  • 2

    Disappointing.

    I have to say I enjoyed "Bridget Jones' Diary", but this second chapter is only a sort of variation.
    It is a bit disappointing since every ironic aspect taken into account in the first book, here is o ...continue

    I have to say I enjoyed "Bridget Jones' Diary", but this second chapter is only a sort of variation.
    It is a bit disappointing since every ironic aspect taken into account in the first book, here is only a kind of parody. I mean: Mark is some sort of pathetic sweet sweety, Rebecca is a perfect copy of Natasha, Sharon is stupider than ever and so is Jude, there was no need at all in making Jude and Vile Richard marry (I think it was only needed to point out the inadequacy of Bridget), Wellington is just another Julio, and so on.
    It is exclusively based on misunderstanding. I think that even the most stupid Bridget in this world would have called Mark to ask for explanation for the naked boy. You don't just assume your date is a gay pedophile if it is the same date who brought you were his victim was, and then called you to explain while dealing with a mad filipino family and the police at once.
    I know the misunderstanding is part of the plot, but here is just annoying to say the least.
    Anyway, I found two passages very funny and Bridget-like, which were the Lawyer party and the death threat from Gary the builder. Oh, and also the drunken sending of Christmas cards.
    Would not recommend at all.

    said on 

  • 3

    pasticciona per davvero...

    questo secondo capitolo, non so, mi ha un pò delusa... mi aspettavo un po' di più! Invece Bridget è tremenda come sempre e la storia un pò fiacca.

    said on 

  • 4

    Brillante anche il secondo libro della serie. Si mantiene il diario, scritto con lo stile diretto e fresco della Bridget che già conoscevamo. Molto più facile immedesimarsi per una Single, ma gradevol ...continue

    Brillante anche il secondo libro della serie. Si mantiene il diario, scritto con lo stile diretto e fresco della Bridget che già conoscevamo. Molto più facile immedesimarsi per una Single, ma gradevole anche per le Felicemente Sposate e per tutto l'Universo Maschile.
    DIVERTENTE!

    said on 

  • 4

    Esilarante, euforico e divertentissimo. Bridget, in questo romanzo è più sbadata e combinapasticci che mai (Titolo azzeccatissimo tra l'altro). Mi è piaciuto molto questo romanzo, pur preferendo il pr ...continue

    Esilarante, euforico e divertentissimo. Bridget, in questo romanzo è più sbadata e combinapasticci che mai (Titolo azzeccatissimo tra l'altro). Mi è piaciuto molto questo romanzo, pur preferendo il primo. Non vedo l'ora di poter leggere il terzo (se esiste).

    said on 

Sorting by