Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Brighton Rock

By

Publisher: Vintage

3.9
(94)

Language:English | Number of Pages: 288 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , French , Spanish , Swedish , German

Isbn-10: 0099478471 | Isbn-13: 9780099478478 | Publish date:  | Edition Centenary Ed

Contributor: J. M. Coetzee

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , Others , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Brighton Rock ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
With a new introduction by J.M. Coetzee

A gang war is raging through the dark underworld of Brighton. Pinkie, malign and ruthless, has killed a man. Believing he can escape retribution, he is unprepared for the courageous Ida Arnold, who is determined to avenge a death.
Sorting by
  • 4

    Il romanzo della libertà

    Libro bellissimo. Rossetto, protagonista maledetto del libro, pur essendo impregnato di malvagità, pur spargendo morte e dolore intorno a lui, riconosce il Bene e la sua possibilità, pur decidendo di non abbracciarLo mai fino alla fine. Come in altri romanzi di Greehne la libertà dell'uomo è prot ...continue

    Libro bellissimo. Rossetto, protagonista maledetto del libro, pur essendo impregnato di malvagità, pur spargendo morte e dolore intorno a lui, riconosce il Bene e la sua possibilità, pur decidendo di non abbracciarLo mai fino alla fine. Come in altri romanzi di Greehne la libertà dell'uomo è protagonista. Dio ci lascia liberi fino alla fine: usando le parole del Rossetto "tra la staffa e il suolo" possiamo scegliere la Misericordia.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    "Oh yes, you can kick me and you can punch me and you can break my face but you won't change the way I feel 'cause I love you" *

    Se solo mi fosse stato concesso, se, come fantasticava Salinger, o per meglio dire il suo Holden Caulfield, nel celebre "The catcher in the rye", avessi avuto il numero di telefono di Greene (e se, altra condizione naturalmente necessaria, fossi nata parecchi anni prima, rendendo possibile, per m ...continue

    Se solo mi fosse stato concesso, se, come fantasticava Salinger, o per meglio dire il suo Holden Caulfield, nel celebre "The catcher in the rye", avessi avuto il numero di telefono di Greene (e se, altra condizione naturalmente necessaria, fossi nata parecchi anni prima, rendendo possibile, per me e per Greene, condividere la medesima dimensione temporale), avrei fatto di tutto pur di raggiungerlo prima che desse alle stampe questo suo "Brighton rock"; allora, con la cornetta in mano ed un discorso accuratamente preparato in testa, gli avrei spiegato le ragioni per le quali avrebbe dovuto, lui che ne aveva facoltà, cambiare il destino di Rose. Con quanta passione avrei intercesso per lei, mostrandomi indignata per quel finale crudelmente aperto con il quale il libro si chiude (sempre che abbia il libro giusto e la versione integrale; il dubbio, se devo essere sincera, resta, considerato che mi sono ritrovata tra le mani un eBook stampato alla bell'e meglio su fogli poi tagliati a metà e tenuti insieme in qualche modo), con quanta forza avrei combattuto affinché le fosse concesso almeno un briciolo di felicità, dopo una vita intera vissuta dentro una grigia coltre impregnata di fumo (quello esalato dalle ciminiere delle industrie di Brighton), duro lavoro, apatia affettiva (i genitori di Rose, dei quali Greene fa un ritratto davvero impietoso, più che personaggi paiono grottesche caricature non solo del proletariato inglese urbano degli anni '20, ma, in una personificazione rovesciata, dell'Inghilterra intera). How can someone so young sing words so sad?, chiede Morrissey in "Sheila take a bow", ed io, una domanda simile, non posso fare a meno di pormela in relazione al personaggio di Rose: c'è qualcosa di infinitamente triste, e frustrante per il lettore, nella sua placida arrendevolezza, nella sua natura teneramente servile, nella sua caparbietà quasi infantile, di certo fuori luogo. Lei, Rose, giovane, timida cameriera in un café, destinata, per un macabro scherzo del destino, ad assistere all'uccisione di un piccolo gangster da parte del capo (il giovane e spietato Pinkie) di una gang rivale, suscita, in noi, una compassione pressoché infinita; e suscita indignazione il fatto che Pinkie decida, crudelmente, di servirsi dell'amore (del ricatto d'amore) e del matrimonio (pare che le mogli non possano essere costrette a testimoniare contro il marito), anch'esso, almeno per certi versi, squallido, per legare a sé Rose, finendo per trascinare anche lei negli oscuri gorghi della Brighton criminale. D'altra parte la dimensione del personaggio di Rose, la sua stolta purezza, s'intonano perfettamente con l'atmosfera del romanzo; Rose è un agnello sacrificale ideale e nel suo corpo Greene può conficcare, metaforicamente, i propri dubbi, le proprie perplessità ed incertezze: primo libro del cossiddetto "ciclo cattolico" (cui appartiene sicuramente anche il celeberrimo "Il potere e la gloria"), "Brighton rock" funge infatti da perfetto terreno di scontro per le opposte tendenze che ancora dimoravano nell'animo di Greene (il quale ebbe sempre, con la fede, un rapporto decisamente contrastato); all'ossessione del peccato, che ammorba la mente smarrita di Pinkie, si oppone, quindi, il disperato anelito verso la salvezza e la definitiva redenzione, alle quali sia lui che Rose (benché in modo più confuso rispetto al ragazzo) guardano con malriposta speranza (bellissima, a tal proposito, la scena del film di Joffe ambientata in chiesa), mentre un percorso ancora diverso rispetto a queste due opposte tensioni prende la fede, superstiziosa, della donna (Ida) che, opponendosi a Pinkie, tenta di salvare Rose. Ed è brutto e triste scoprire che, in questo caso, nemmeno l'amore basta. I film sono entrambi belli (più quello di Boulting che non quello di Joffe, rovinato da alcune scene inutilmente splatter) soprattutto perché possono fregiarsi di buonissime interpretazioni; perfetto, dei film (Joffe, naturalmente, lo "copiò" da Boulting), è, in particolar modo, il finale, tanto diverso da quello sospeso del libro: lo sguardo rapito di Rose che, nella spoglia e squallida non-intimità di un grande casermone, in piedi presso una finestra o seduta su di un letto freddo, si inebria, ancora una volta, delle menzogne (ma è tanto ambiguo Greene, nel descrivere i sentimenti Pinkie, che non possiamo essere certi si tratti di bugie) registrate, dall'amato morto, su di un disco che pare essersi incantato per pietà verso di lei, strazia davvero il cuore.

    * The Smiths - "Is it really so strange?"

    said on 

  • 2

    Sinceramente mi ha deluso. Mi aspettavo un libro all'altezza de Il Potere e la Gloria, facendo anche questo romanzo parte del "ciclo cattolico". Se dovessi commentare con una sola parola l'ho trovato... banale. Certamente non così profondo e stimolante come Il Potere e la Gloria.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Un racconto serrato, interessantissimo anche se non troppo originale. Personaggi ben delineati e con tratti psicologici ricorrenti. La vita della gang di Pinkie è chiusa intorno a questo ragazzino fragile e crudele, che non si fa scrupoli nel raggirare la giovane e sprovveduta moglie per raggiung ...continue

    Un racconto serrato, interessantissimo anche se non troppo originale. Personaggi ben delineati e con tratti psicologici ricorrenti. La vita della gang di Pinkie è chiusa intorno a questo ragazzino fragile e crudele, che non si fa scrupoli nel raggirare la giovane e sprovveduta moglie per raggiungere i suoi loschi scopi. Il tutto nella cornice di Brighton e della sua "roccia" che a Pinkie - metaforicamente - manca del tutto.

    said on 

  • 3

    A man is hunted and later found dead at the Brighton seaside. Murder begets murder, and all witnesses and possible witnesses need to be silenced. The psychological tension of this situation, described from the psychopathological point of view of protagonist Pinky and his gang, is the subject of t ...continue

    A man is hunted and later found dead at the Brighton seaside. Murder begets murder, and all witnesses and possible witnesses need to be silenced. The psychological tension of this situation, described from the psychopathological point of view of protagonist Pinky and his gang, is the subject of the book. When will he stop? When will he be safe?

    This is not a detective story or a murder mystery. It is a tense and spare novel about the mind of one who has no conscience.

    said on 

Sorting by