Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Buio. My land

Di

3.3
(510)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Altri

Isbn-10: 8850226519 | Isbn-13: 9788850226511 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Buio. My land?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Due recensioni

    Ho letto questo libro in due momenti diversi, a distanza di anni. La prima volta ne ero rimasto ammaliato (e infatti comperai i successivi due).
    Rileggendolo dopo anni, con l'occhio dello scrittore, m ...continua

    Ho letto questo libro in due momenti diversi, a distanza di anni. La prima volta ne ero rimasto ammaliato (e infatti comperai i successivi due).
    Rileggendolo dopo anni, con l'occhio dello scrittore, mi sono accorto dello stile mediocre dell'autrice. Descrizioni vuote e piene di cliché, dialoghi fanciulleschi.
    Si salva la trama, che ha un ottimo spunto e diversi colpi di scena. Peccato che gli altri due non siano all'altezza e l'autrice debba ricorrere al sovrannaturale per spiegare il mistero messo in piedi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    2 Stelline che potrebbero essere benissimo 3 se aNobii non ce n'avesse affibbiate solo 4 per i voti

    Non lo volevo questo libro, non so perchè ma l'idea di un'ennesima triologia mi scatenava il voltast ...continua

    2 Stelline che potrebbero essere benissimo 3 se aNobii non ce n'avesse affibbiate solo 4 per i voti

    Non lo volevo questo libro, non so perchè ma l'idea di un'ennesima triologia mi scatenava il voltastomaco. Ho seria necessità di una bel fantasy autoconlusivo. Si accettano consigli!.

    A parte questo devo dire che per la prima metà del libro (fino a pagina 200 più o meno) la storia si sussegue lenta e poco coivolgente. E' come se la scrittrice intendesse darci una panoramica del palco su cui intende far muovere i suoi personaggi. Ho faticato un po' ad entrare nella storia francamente, ma forse questo è dovuto principalmente all'inesperienza della scrittrice.

    La trama è interessante e le idee buone ce ne sono, spesso un po' scontate come la storia della zia di Aghata, ma sono buone.

    I personaggi sono caratterizzati in maniera poco umana a mio avviso. All'inizio sono state appiccicate delle etichette a tutti i personaggi: la vamp (Alma), l'allegra (Noemi), la musona (Aghata), il chiuso e incazzato con il mondo (il fratello), angioletto (la sorellina)... E per tutta la durata del romanzo questi personaggi si sono comportati proprio come ci aspettavamo che si comportassero date le premesse iniziali.
    Giusto le ultime 50 pagine hanno dato una 'svegliata' all'intero cast dei personaggi. Alma sembra più vulnerabile e, appunto, umana ad esempio.

    L'unico personaggio veramente degno di nota è per l'appunto Morgan che, per la gioia dei miei occhi NON fa mai quello che ci si aspetterebbe da lui. In ultimo? Fare fuori l'assassino catturato dalla polizia. Non era dei buoni?

    Ripeto nel complesso la storia mi intriga e i personaggi verso la fine perdono quell'aria di 'burattini' diventando leggemente più dinamici. Una grossa pecca? Non ci ha detto nulla!
    E' una triologia, e va bene qua lo sappiamo, ma come ogni triologia che si rispetti devi dare un po' di informazioni per volta per non annoiare/snervare il lettore.
    400 pagine di introduzione pura e semplice? Non sono un po' troppe?

    A mio avviso questo è sempre da imputare alla scarsa esperienza dell'autrice ma, il servizio editing non dovrebbe servire a forza al romanzo? A che serve se non vengono segnalati queste macroscopici chiamiamoli errori, o comunque imperfezioni? Bah!

    Cercherò di procurarmi anche il secondo, magari in prestito.

    ha scritto il 

  • 3

    Appassionante e ben scritto, ma un poco troppo adolescenziale. Si salva perchè riesce a prevalere l'intreccio del mistero, ma in molti punti è lento e, considerando che è un fantasy, l'elemento fantas ...continua

    Appassionante e ben scritto, ma un poco troppo adolescenziale. Si salva perchè riesce a prevalere l'intreccio del mistero, ma in molti punti è lento e, considerando che è un fantasy, l'elemento fantastico stenta ad arrivare nella narrazione, ed è nell'insieme poco presente. Tuttavia l'ho letto in un soffio ed ho subito cominciato il successivo!

    ha scritto il 

  • 4

    Non male

    Per dare un giudizio del libro diciamo che preferirei leggere il seguito, perché questo libro inizia con un mistero, e finisce con il mistero irrisolto. Un po' mi ha incuriosito, però non saprei defin ...continua

    Per dare un giudizio del libro diciamo che preferirei leggere il seguito, perché questo libro inizia con un mistero, e finisce con il mistero irrisolto. Un po' mi ha incuriosito, però non saprei definirlo bene. Comunque è scritto bene e la storia mi ha coinvolta.

    ha scritto il 

  • 4

    Carino, ma niente di eccezionale

    Premesso che questo libro mi è stato regalato (io onestamente non lo avrei mai scelto) ho trovato la trama carina, anche se inizialmente la protagonista era insopportabile. Mi è piaciuto, però niente ...continua

    Premesso che questo libro mi è stato regalato (io onestamente non lo avrei mai scelto) ho trovato la trama carina, anche se inizialmente la protagonista era insopportabile. Mi è piaciuto, però niente di eccezionale. Sicuramente leggerò il seguito perché ci sono troppi interrogativi non chiariti. Sarebbero state tre stelle e mezzo, arrotondate a quattro per l'originalità della trama.

    ha scritto il 

  • 5

    Non demordete

    Libro molto lento. A volte la trama è confusa. Personalmente ha subito colpito come storia e non riuscivo a staccarmi dalla lettura. La trama è e rimarrà sempre intricata e confusa, ma serve per prepa ...continua

    Libro molto lento. A volte la trama è confusa. Personalmente ha subito colpito come storia e non riuscivo a staccarmi dalla lettura. La trama è e rimarrà sempre intricata e confusa, ma serve per preparare agli avvenimenti degli libri della trilogia. Saga stupenda. Consigliatissima.

    ha scritto il 

  • 3

    http://toccareilcieloconunlibro.blogspot.it/2013/04/recensione-buio-di-elena-p-melodia.html
    Ho letto questo libro in un tempo molto breve,ma purtroppo non mi è rimasto molto.La storia racconta di Alma ...continua

    http://toccareilcieloconunlibro.blogspot.it/2013/04/recensione-buio-di-elena-p-melodia.html
    Ho letto questo libro in un tempo molto breve,ma purtroppo non mi è rimasto molto.La storia racconta di Alma,una ragazza bellissima,forte,sicura di sè e popolare che vive in una città non adatta a lei.Un giorno Alma compra un quaderno viola,il suo colore preferito,e inizia a scrivere nel sonno di omicidi che avvengono realmente due giorni dopo.
    Tra amicizie che stanno andando in pezzi,sette sataniche e sogni premonitori, il mistero per Alma diventa sempre più fitto: chi è l'assassino?
    Quando dico che non mi è rimasto molto intendo dire che nel libro non c'era scritto molto.Infatti la storia va avanti molto lentamente e alla fine ci sono ancora parecchie questioni in sospeso,che suppongo verranno chiarite nei due volumi successivi.
    Inizialmente non riuscivo ad inquadrare bene la protagonista.Non capivo se mi stesse antipatica,cosa pensassi di lei e del suo modo di vivere.Non è che adesso la cosa mi sia più chiara,ma essendo lei la voce narrante di tutto il libro non ho potuto evitare di entrarci in sintonia e seguire ogni suo gesto,così mi sembra di conoscerla un po' meglio.Ho capito che è forte,determinata e desiderosa di apprendere la verità.Non si lascia intimidire facilmente e cerca di affrontare i problemi di petto.
    Tutti i personaggi sono piacevoli e ben caratterizzati.
    Oltre alla storia principale vengono introdotte anche molte tematiche giovanili come l'anoressia e le sette sataniche.
    La storia d'amore è molto marginale,cosa che non mi è dispiaciuta affatto.Anche il fatto che Alma non stia la vita a pensare a Morgan è un punto a favore del libro.
    Una tra le altre cose degne di nota è lo sfondo su cui passeggiano i personaggi,la Città.Non viene chiamata con altro nome se non questo e viene descritta come grigia e triste.Gli abitanti sono privi di felicità e voglia di vivere.
    L'autrice è stata capace di creare la giusta suspance in alcuni "punti cruciali",facendomi entrare emotivamente nella storia.
    Mi è piaciuto il fatto che il titolo abbia un significato all'interno del libro,che appunto è basato anche sul buio.
    Come ho già detto molte questioni sono ancora in sospeso,così spero di riuscire a leggere il seguito al più presto.
    Il mio voto è di
    @@@ stelle e mezzo

    ha scritto il 

  • 1

    Ma la protagonista è INSOPPORTABILE!!! E' un libro scritto con i piedi, davvero. Non c'è trama, non c'è un filo logico, solo una serie di eventi tragici&spaventosi&assurdi random... Alma è come la sig ...continua

    Ma la protagonista è INSOPPORTABILE!!! E' un libro scritto con i piedi, davvero. Non c'è trama, non c'è un filo logico, solo una serie di eventi tragici&spaventosi&assurdi random... Alma è come la signora Fletcher: porta sfiga level 100!!
    Sconsigliatissimo anche come libro "leggero", perché in realtà è scritto talmente male che è un mattone pazzesco!

    ha scritto il 

  • 2

    Si fa leggere, nonostante una sintassi talvolta strana. A metà viene la curiosità di sapere come andrà a finire.
    La storia inizia con ampio ritardo e a rilento. L'intreccio è appena interessante e spe ...continua

    Si fa leggere, nonostante una sintassi talvolta strana. A metà viene la curiosità di sapere come andrà a finire.
    La storia inizia con ampio ritardo e a rilento. L'intreccio è appena interessante e spesso si nota come alcune descrizioni servano solo ad allungare il brodo.
    Molto fastidioso l'uso della prima persona: un conto è leggere "Alma era bellissima e tutti si giravano a guardarla", altro trovare "Sono bellissima e tutti si girano a guardarmi". Indispettisce.
    Il libro - l'episodio - termina in sospeso, in vista del secondo volume della trilogia. A me non interessa continuare. Resto con la curiosità di scoprire come andrà a finire.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    2/10

    Ti lascia un'incredibile voglia di leggere il seguito... perché il finale di questo non spiega una ceppa!
    Durante tutto il libro si susseguono avvenimenti random - lei che ha i sogni profetici, l'amic ...continua

    Ti lascia un'incredibile voglia di leggere il seguito... perché il finale di questo non spiega una ceppa!
    Durante tutto il libro si susseguono avvenimenti random - lei che ha i sogni profetici, l'amica ricattata, l'amica preda della setta satanica, gli stalker vestiti da tenente Colombo, la misteriosa cartoleria, l'amica psicopatica che pietrifica la zia, il figo del liceo che la segue, l'anello del drago, l'origami del drago, il figo del liceo che parla con gente mysteriosa,l'incidente della sua infanzia, il professore di chimica che fornisce all'amica psicopatica il kit di pietrificazione, la possessione omicida, la sorella muta, ci manca solo dottor House con mitragliatore e l'assistente vampiro - e il volume termina senza spiegare praticamente niente, così, lasciando tutto a mezzo. Puppa! I casi sono due: o l'autrice ha in mente una spiegazione geniale per tutto questo, oppure la spiegazione è una cagata pazzesca e per questo motivo non è stata data nel primo volume, perché se fosse stata data qui col cappero che uno si comprava il secondo volume (propendo per la seconda).
    Così come stanno le cose, comunque, mi è rimasta una gran voglia di proseguire con questa storia per vedere dove andrà a parare. A un certo punto del volume viene introdotta un'ipotesi che se fosse vera sarebbe quasi interessante, salvo venire negata con forza dal belloccio di turno qualche capitolo dopo (non sia mai che io mi illuda di avere fra le mani un libro interessante). In generale il libro ha un po' questo problema, cioè che le idee di partenza non sarebbero neanche male ma vengono sviluppate a cazzo di cane.
    Ad esempio, prendere come protagonista una ragazza "cattiva" non sarebbe una brutta idea ma per come ci viene presentata Alma è - oltre che una Mary Sue - una ridicola caricatura di Regina George dei poveri, tante chiacchiere ma poco cervello, al contrario dell'etichetta che l'autrice le ha appiccicato addosso e in cui vuole disperatamente farci credere: in alcuni punti la cosa diventa addirittura ridicola, come quando Alma ci mette una facciata a dedurre che A, estremamente somigliante a B e che afferma di essersi recato in un certo luogo dove è B per vedere il fratello, è effettivamente il fratello di B (non mi dire); o quando ci viene detto che Alma non ha la più pallida idea di come risolvere un problema di chimica che un ragazzino di terza media potrebbe affrontare in due minuti netti. Melodia, se per te questa è una ragazza brillante... Stesso discorso per la sua amica psicopatica, che sarebbe potuta essere un personaggio interessante se non fosse così irrimediabilmente stupida.
    In alcuni momenti poi sembra che l'autrice non abbia il coraggio di andare fino in fondo alle sue stesse scelte: crea un gruppo di bullette, ma alla fine sono più mosce del Rio Mare e incapace di fare alcunché; adombra la possibilità che sia la protagonista a uccidere, ma la scarta subito dopo; adombra la possibilità che il figo del liceo abbia ucciso un uomo, e con la stessa velocità la smentisce; tira in ballo tematiche forti come l'anoressia o lo stupro e le liquida il più in fretta possibile; inserisce una bambina muta ma con la quale tutti si comportano come se niente fosse, anche a scuola.
    Altri personaggi sono invece scadenti in partenza: Morgan l'Edward Cullen della situazione, l'amica grassa e stupida, la sorellastra brutta e kattiva, la sorellina angelica e meraviglioserrima con il trauma infantile e via con la Fiera dello Stereotipo che ci sono i saldi. Come in una puntata di C'è posta per te tutti hanno una storiella lacrimevole, vivono nel degrado, hanno sofferto traumi in passato o cose così.
    Lo stile è amatoriale: ho letto fanfiction scritte meglio. Soprattutto l'introduzione delle amiche di Alma è qualcosa di vomitevole, un pigerrimo elenco schiaffato lì senza nessuna grazia. La Melodia pare pensare che inserire una secchiata di metafore casuali ovunque faccia "trp poetico e trp Grande Autore", il che è un peccato perché se si sforzasse IMO sarebbe in grado di scrivere decentemente, solo che sembra non aver mai considerato l'idea di dover studiare la materia. Per lo stesso motivo troviamo ovunque delle perle di saggezza degne appunto del diario di una liceale che si crede troppo figa e alternativa, roba che si merita solo una grassa risata in faccia.
    Ci sono poi le vere e proprie cagate: Alma fa parte di un gruppo di bullette che impone delle prove crudeli per entrare a far parte della cricca, ma poi afferma di detestare i gruppi chiusi in cui solo il capo può decidere chi entra; Alma riesce con la sua sola bella presenza e lingua svelta ad adescare un giornalista E un commissario di polizia che la tengono sempre aggiornata sugli ultimi sviluppi di una serie di omicidi; il commissario di polizia se ne va a prendere un caffé lasciandola sola con un faldone di informazioni super segrete; una minorenne che viene drogata, picchiata e stuprata riesce a non far sapere niente ai genitori né quando viene ricoverata né mentre è in terapia, facendosi coprire da un estraneo che si spaccia per suo fratello e al quale non viene chiesto mezzo documento; la ragazza che tiene vasi di pericolose sostanze chimiche in cucina (NH3? Ossido di rubidio?!), uno accanto all'altro, senza mezza protezione - e il professore che lavora con sostanze altrettanto pericolose con la mascherina ma senza occhiali né cappa.

    ha scritto il 

Ordina per