C'è silenzio lassù

Voto medio di 111
| 42 contributi totali di cui 32 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Attraverso il minimalismo poetico di una prosa lenta e inesorabile, Gerbrand Bakker ci conduce, in punta di piedi, al cuore di una felicità minima. Un romanzo sulla possibilità o sull’impossibilità di prendere la vita tra le mani e cambiarla. ... Continua
Ha scritto il 07/07/16
Un intimo contatto con la Natura
Molto intimista, essenziale, autentico. Adoro gli scrittori nordici, le atmosfere rarefatte che riescono a rendere così vividamente, il loro intimo rapporto con la natura, non sempre semplice nè idilliaco, tutt'altro...la crudeltà è ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 01/03/16
Una prosa semplice, scarsa, raffinata, con frasi brevi e secche. I personaggi sono agricoltori, ma la vera protagonista è la natura del nord: il cielo, il mare, la terra, l'acqua, gli animali, il clima. Dolori, ricordi, nostalgie, dentro gesti ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 27/12/15
C’È SILENZIO LASSÙ
Helmer è un cinquantenne solitario. Morta la madre e il fratello gemello, reclude in una stanza l’odiato padre, ormai anziano e non più autosufficiente, mettendo in esecuzione una non violenta ma spietata forma di parricidio. Unici compagni sono ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 15/10/15
Non succede nulla per pagine e pagine, ma è un nulla pieno di pensieri, ricordi, assenze, rimpianti, vacche, asini, cornacchie. Bello.
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 07/01/15
Pur nella sua lentezza, ti coinvolge la storia di Helmer, di quello che è, di quello che sarebbe potuto essere. Bellissimo, a mio avviso, il rapporto con il gemello che via via esce fuori dal racconto. Durissimo il suo atteggiamento col padre.Non ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Oct 08, 2010, 06:49
É arrivato con una cicatrice, se ne va con due.
Pag. 269
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 07, 2010, 06:46
Di nuovo non so cosa farò tra un istante.
Pag. 245
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 07, 2010, 06:45
Mi sveglio perchè qualcuno s'infila nel mio letto. C'è un po' di movimento e dei sospiri. La federa sul cuscino accanto al mio fruscia. Non ha acceso la luce. Aspetto."Non voglio dormire più in quella cameretta", dice. "É triste e fredda."Lo so. ... Continua...
Pag. 237
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 07, 2010, 06:44
Non puoi essere più vicino a nessuno di quando senti il battito del cuore di un altro e pensi che sia il tuo cuore.
Pag. 233
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 05, 2010, 07:39
"Lo so anch'io che sono alla fine."
"Ma?"
"Voglio ancora una primavera."
Pag. 167
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi