Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

C'è ancora una cosa che non capisco, Charlie Brown!

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai (Tascabili Peanuts, 18)

4.5
(148)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 120 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8880894560 | Isbn-13: 9788880894568 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Comics & Graphic Novels , Humor

Ti piace C'è ancora una cosa che non capisco, Charlie Brown!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Continuano le quotidiane avventure a fumetti dello "strano bambino dalla testa rotonda" e dei suoi amici. Lui, Charlie Brown, è un perdente nato, tenero, insicuro, perseguitato da un eterno complesso di inferiorità e innamorato, ma non corrisposto, della ragazzina dai capelli rossi. Linus, incostante genialoide, è diventato, insieme alla sua coperta, il simbolo del bisogno di sicurezza dell'individuo moderno. Snoopy, un cane che è più umano degli umani, pensa, scrive e sogna di combattere il Barone Rosso. Lucy, bisbetica e supponente, ha un'unica debolezza: ama (non riamata) Schroeder, bambino prodigio che adora Beethoven. Poi ci sono Sally, Piperita Patty e tanti altri personaggi che negli anni hanno via via raggiunto la banda dei Peanuts.
Ordina per
  • 5

    ERA UNA NOTTE BUIA E TEMPESTOSA

    Snoopy alla macchina da scrivere (sicuramente una Lettera 22):
    Il suo vero nome era Lavinia Traviata. Ma tutti i suoi amici la chiamavano “La”. Per cui, spesso veniva indicata come “La Traviata”. Sebbene suo marito andasse spesso in viaggio per affari, ella odiava star sola. “Ho risolto ...continua

    Snoopy alla macchina da scrivere (sicuramente una Lettera 22):
    Il suo vero nome era Lavinia Traviata. Ma tutti i suoi amici la chiamavano “La”. Per cui, spesso veniva indicata come “La Traviata”. Sebbene suo marito andasse spesso in viaggio per affari, ella odiava star sola. “Ho risolto il nostro problema”, disse egli. “Ti ho comprato un San Bernardo. Si chiama Estrema Riluttanza. Adesso, quando vado via, sai che ti lascio con Estrema Riluttanza!” Ella lo colpì con un mestolo.
    La lettera di risposta dell'editore (il desiderio represso di ogni casa editrice):
    Egregio collaboratore, le rimandiamo il suo stupido racconto. Lei è uno scrittore tremendo. Perché ci importuna. Non compreremmo un suo racconto neanche se ci pagasse. Ci lasci perdere. Sparisca. Crepi.
    Il sogno dello scrittore:
    Signori, ho appena ultimato il mio nuovo romanzo. E' talmente buono che non ve lo mando nemmeno...perché non venite a prendervelo?
    Signori, ieri ho atteso tutto il giorno che veniste a prendere il mio romanzo per pubblicarlo e rendermi ricco e famoso. Non vi siete fatti vedere. Stavate forse poco bene?
    Signori, un altro giorno è passato e voi non siete ancora venuti a prendere il mio romanzo per pubblicarlo. Pertanto passo a offrirlo a un altro editore. Cicca! Cicca! Cicca!

    ha scritto il 

  • 5

    Schroeder: Vuoi che scriva una lettera per raccomandarti come "Cane dell'anno"? Quando mai tu haidetto qualcosa di carino a proposito di Beethoven?!


    Snoopy: ... Non ho mai saputo che Beethoven desiderasse essere eletto "Cane dell'anno"...


    Volume che contiene forse alcune dell ...continua

    Schroeder: Vuoi che scriva una lettera per raccomandarti come "Cane dell'anno"? Quando mai tu haidetto qualcosa di carino a proposito di Beethoven?!

    Snoopy: ... Non ho mai saputo che Beethoven desiderasse essere eletto "Cane dell'anno"...

    Volume che contiene forse alcune delle "saghe" più belle di sempre: a parte la succitata Snoopy "cane dell'anno", ci sono le strip in cui Charlie Brown diventa il bambino più acclamato del campo estivo col nome di Mr. Sacco, a causa di un brutto eritema che ha trasformato la sua nuca rotonda in una palla da baseball, e quelle in cui Piperita Patty decide di dormire per qualche giorno nel "villino per gli ospiti" di Ciccio, alias la cuccia del cane! :D Se ci fossero 6 stelline da dare a questo volume probabilmente le darei, ma non basterebbero. Sono ancora quelle vignette che riuscivano (e riescono) a farmi sganarsciare dalle risate mentre quelle più tarde riescono più che altro a farmi sorridere.

    ha scritto il 

  • 0

    snoopy typing:
    - sebbene suo marito andasse spesso in viaggio per affari, ella odiava star sola.
    - "ho risolto il nostro problema", disse egli. "ti ho comprato un san bernardo. si chiama estrema riluttanza. adesso, quando vado via, sai che ti lascio con estrema riluttanza!"
    - el ...continua

    snoopy typing:
    - sebbene suo marito andasse spesso in viaggio per affari, ella odiava star sola.
    - "ho risolto il nostro problema", disse egli. "ti ho comprato un san bernardo. si chiama estrema riluttanza. adesso, quando vado via, sai che ti lascio con estrema riluttanza!"
    - ella lo colpì con un mestolo.

    - "mi ami?" chiese lei?
    - "ma certo", rispose lui.
    - "mi ami davvero?" chiese lei?
    - "ma certo", rispose lui.
    - "mi ami davvero davvero?" chiese lei?
    - "no", rispose lui.
    - "mi ami?" chiese lei?
    - "ma certo", rispose lui.
    - lei non chiese più altro.

    - "il nostro amore durerà per sempre", disse lui.
    - "oh, sì, sì, sì!" esclamò lei.
    - "intendo sempre in senso relativo, però", disse lui.
    - lei lo colpì con una racchetta da sci.

    ha scritto il