C'era una volta Charlie Brown

Di

Editore: RCS Rizzoli libri

4.5
(221)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 124 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817810371 | Isbn-13: 9788817810371 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fumetti & Graphic Novels , Umorismo

Ti piace C'era una volta Charlie Brown?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Mai chiedere Beethoven alla radio!!

    Letto con l'Hammerklavier in sottofondo! Invece di chiedere alla radio come Schroeder (per poi rimanere deluso!), mi sono affidata al fido Youtube! xD

    Il giovanissimo pianista in erba cita in una str ...continua

    Letto con l'Hammerklavier in sottofondo! Invece di chiedere alla radio come Schroeder (per poi rimanere deluso!), mi sono affidata al fido Youtube! xD

    Il giovanissimo pianista in erba cita in una striscia anche l'Inno alla gioia di Schiller (ode che racchiude l'ideale tipicamente romantico di una società di uomini legati tra loro da vincoli di gioia e amicizia universale, di fratellanza), poi musicato da Beethoven e incluso nella Sinfonia n. 9 (il finale corale viene definito da C. Rosen una "sinfonia all'interno della sinfonia", perchè suonata senza interruzione).
    Al riguardo Luigi Magnani nel suo Beethoven nei suoi quaderni di conversazione scrive: [..] nel Finale della Nona Sinfonia, ove si esalta il regno della fraternità umana, la vittoria dell'uomo su ciò che fisicamente e moralmente l'opprime, la sua vittoria sulla tirannide politica e su quella delle passioni, la sua libertà. Con la Nona Sinfonia è come se egli, anzi la musica, uscisse appunto dall'ambito della esperienza personale dei sentimenti privati per abbracciare una visione più ampia in cui gli ideali non siano vane ombre, soggettivo riflesso dei desideri, ma vengano affermati e riconosciuti come oggettivamente validi. [...]

    ha scritto il 

  • 5

    Violet: Se io fossi l'unica ragazza al mondo, mi ameresti Charlie Brown?

    Charlie Brown: Vuoi dire se non ci fossero nemmeno cani? O gatti? Se non ci fossero pesci rossi, cavalli, pecore, scoiattoli o

    ...continua

    Violet: Se io fossi l'unica ragazza al mondo, mi ameresti Charlie Brown?

    Charlie Brown: Vuoi dire se non ci fossero nemmeno cani? O gatti? Se non ci fossero pesci rossi, cavalli, pecore, scoiattoli o niente altro? ... In questo caso, forse sì!"

    Volume dedicato ai piccoli Peanuts (che già sono piccoli "normalmente", quindi di più, piccolissimi). Adorabile è dir poco: Charlie Brown, il più grande del gruppetto di "noccioline" ha un inquietante capoccione a forma d'arancia ma già si vede nel suo carattere il seme di quel tira-e-molla che saremo abituati a vedere negli anni seguenti. Tiranneggiato spesso e volentieri dalle fanciulle e persino da Lucy, più piccola di lui forse di un anno (e con una cottarella per lui, incredibile a pensarci!), cosa che non avrei mai detto, così come non avrei mai detto che Schroeder è di poco più grande di Linus (ma cresce peggio dell'erba cattiva, gli ci vuole pochissimo a raggiungere l'altezza di Charlie Brown e soci! :D). Snoopy è un cucciolo adorabile e ancora abbastanza "normale".
    Linus da piccolo è assolutamente delizioso!

    ha scritto il 

  • 3

    uhm... le prime strisce (?) non mi entusiasmano poi tanto. sono completamente diverse da quello che i peanuts sono diventati dopo. boh, sarà l'abitudine.
    però essere abituati a quelle robe brillanti, ...continua

    uhm... le prime strisce (?) non mi entusiasmano poi tanto. sono completamente diverse da quello che i peanuts sono diventati dopo. boh, sarà l'abitudine.
    però essere abituati a quelle robe brillanti, e poi leggere queste è incredibilmente triste.
    i caratteri dei personaggi sono poco definiti e in qualche modo "mischiati". charlie brown dispettoso? °_°" smoopy che fa il cane normale???
    beh si, alcuni personaggi sono quello che saranno nelle strisce future (tipo lucy >_>), altri -che poi diventeranno quelli principali, come linus- sembrano "cactus sullo sfondo" (i pkers capiscono u_ù) però... sembra la brutta copia dei peanuts ecco @_@"

    ha scritto il 

  • 3

    Il volume raccoglie le prime striscie pubblicate da Schultz. I caratteri non sono ancora perfettamente formati, i fratelli Van Pelt non son ancora abbozzati e ci sono dei caratteri che poi spariranno ...continua

    Il volume raccoglie le prime striscie pubblicate da Schultz. I caratteri non sono ancora perfettamente formati, i fratelli Van Pelt non son ancora abbozzati e ci sono dei caratteri che poi spariranno col tempo. Comunque indispensabile per chi ama i Peanuts

    ha scritto il 

  • 2

    Che dispetto, Charlie Brown !

    Questo volumetto è una scossa d'assestamento.
    I personaggi disegnati da Schulz non erano ancora ben definiti, sia graficamente che caratterialmente, con un Charlie Brown decisamente più dispettoso che ...continua

    Questo volumetto è una scossa d'assestamento.
    I personaggi disegnati da Schulz non erano ancora ben definiti, sia graficamente che caratterialmente, con un Charlie Brown decisamente più dispettoso che depresso, e con Snoopy in versione peluche, e ancora del tutto inespresso.
    Charles Schulz: Perdonato!

    ha scritto il