Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

COMO DEJAR DE HACERSE PAJAS MENTALES Y DISFRUTAR DE LA VIDA

By

Publisher: La Esfera De Los Libros, S.L.

3.3
(1928)

Language:Español | Number of Pages: 165 | Format: Others | In other languages: (other languages) Italian , German

Isbn-10: 8497341740 | Isbn-13: 9788497341745 | Publish date: 

Also available as: Softcover and Stapled

Category: Health, Mind & Body , Humor , Self Help

Do you like COMO DEJAR DE HACERSE PAJAS MENTALES Y DISFRUTAR DE LA VIDA ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Detrás de este título provocativo se esconde un manual prêt-à-porter que cualquier neurótico, o aspirante a tal, debería llevar siempre en el bolsillo. En él se explican técnicas de yoga, budistas y zen, practicadas desde hace siglos por los orientales -que, evidentemente, también son unos neuróticos-, pero exportables a nosotros, pobres hombres y mujeres de Occidente. La neurosis, y en especial su forma más difundida, la neurosis ansioso-depresiva que afecta hoy en día a la mayoría de la población, nos inunda de miedos y angustias que no nos permiten disfrutar de la vida y de las relaciones con los demás. Un pequeño gran libro, con mucho éxito en otros países, que se incorpora a la corriente del secular río de la sabiduría que fluye hacia la felicidad, pero en el que ninguno de nosotros encuentra nunca tiempo -o valor- para sumergirse. Hacerse una paja mental es pensar en cosas que no tienen relación alguna con la realidad. Las pajas mentales se producen ellas solas. El pensamiento, muy frecuentemente, es una paja mental. El pensamiento que no da lugar a la acción es una paja mental. El pensamiento originado por problemas imaginarios es la más maligna de las pajas mentales.
Sorting by
  • 2

    Devo dire che l'idea è buona, come lo è l'approccio che l'autore intende assumere nei confronti dell'argomento e del rapporto col lettore: uno stile colloquiale è senz'altro molto più piacevole da recepire, perché è come se si parlasse di persona con lo scrittore. Purtroppo però il linguaggio spe ...continue

    Devo dire che l'idea è buona, come lo è l'approccio che l'autore intende assumere nei confronti dell'argomento e del rapporto col lettore: uno stile colloquiale è senz'altro molto più piacevole da recepire, perché è come se si parlasse di persona con lo scrittore. Purtroppo però il linguaggio spesso è esagerato, inappropriato, peccato, perché gli spunti e i concetti sono interessanti, ma, a mio avviso, è proprio il linguaggio esageratamente comico a renderli spesso incomprensibili. Mi ha lasciato di certo qualcosa, come ogni libro, ma non ho apprezzato molto lo stile, che scalfisce il contenuto. La cosa positiva in tutto questo è che, sicuramente, riuscirò a scordarlo difficilmente, il che è un punto a favore!

    said on 

  • 3

    Buon libro per tutti coloro che soffrono di una qualche nevrosi. I consigli all'interno, anche se utilissimi, sono spiegati però in maniera a volte contorta e non sempre immediata

    said on 

  • 4

    Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita

    Libro molto simpatico e istruttivo. Certe parti erano un po' pesantucce, ma l'autore riesce comunque a far superare quelle pagine con tocchi di ironia e battute simpatiche.. il finale molto bello, nel quale diventa lui un osservatore del mondo e descrive nel dettaglio cosa vede.. da rileggere pi ...continue

    Libro molto simpatico e istruttivo. Certe parti erano un po' pesantucce, ma l'autore riesce comunque a far superare quelle pagine con tocchi di ironia e battute simpatiche.. il finale molto bello, nel quale diventa lui un osservatore del mondo e descrive nel dettaglio cosa vede.. da rileggere più avanti!!

    said on 

  • 2

    Se all'inizio era molto carino e interessante, poiché spiegava i processi mentali che portano a pensare in maniera ossessiva, poi diventa la fiera del buddhismo, quindi il mio interesse è colato a picco.

    said on 

  • 4

    RISATE

    Ottimo libro per qualche sana lezione di autocritica, sorridendo della propria tendenza alla paranoia ossessiva compulsiva e per farsi un buon esamino di coscienza sull'utilità di pare inutili.

    said on 

  • 4

    Divulgativo e utile, al netto delle battute che non fanno ridere

    Il libro è profondo e allo stesso tempo leggero, è fatto per raggiungere una vasta platea di lettori, e per questo è scritto in un linguaggio semplice e giovanile.
    Unico neo: le continue battute del autore, fatte anche in forma di note a piè di pagina, che vorrebbero essere scherzose, alla ...continue

    Il libro è profondo e allo stesso tempo leggero, è fatto per raggiungere una vasta platea di lettori, e per questo è scritto in un linguaggio semplice e giovanile.
    Unico neo: le continue battute del autore, fatte anche in forma di note a piè di pagina, che vorrebbero essere scherzose, alla maniera statunitense, ma che a me non solo non hanno fatto ridere, ma sono sembrate un vero disturbo. Se non ci fossero state, il libro avrebbe la metà del volume attuale...

    said on 

Sorting by