Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Caín

By Jose Saramago

(7)

| Hardcover | 9788420471754

Like Caín ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

512 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Altro bel libro di Saramago. Caino è sì l'uccisore del fratello, ma il disegno che sta dietro al suo agire è delineato da un dio con enormi poteri usati in modo cattivo e maldestro. Una rilettura nuova e critica di alcuni episodi dell'Antico Testamen ...(continue)

    Altro bel libro di Saramago. Caino è sì l'uccisore del fratello, ma il disegno che sta dietro al suo agire è delineato da un dio con enormi poteri usati in modo cattivo e maldestro. Una rilettura nuova e critica di alcuni episodi dell'Antico Testamento che con l'ironia tipica dello scrittore portoghese non può che far piacere ai suoi estimatori.

    Is this helpful?

    Francesco Giudici said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "La storia degli uomini è la storia dei loro fraintendimenti con dio, né lui capisce noi, né noi capiamo lui."

    "E che razza di signore è questo che ordina a un padre di uccidere il proprio figlio, E il signore che abbiamo, il signore dei nostri antenati, il signore che c’era già quando siamo nati, E se quel signore avesse un figlio, farebbe uccidere anche lui ...(continue)

    "E che razza di signore è questo che ordina a un padre di uccidere il proprio figlio, E il signore che abbiamo, il signore dei nostri antenati, il signore che c’era già quando siamo nati, E se quel signore avesse un figlio, farebbe uccidere anche lui, domandò isacco, Lo dirà il futuro..."

    Questo romanzo mi è stato consigliato da mia sorella e devo dire che mi è piaciuto, purtroppo devo dire che non ho apprezzato il finale che non porta da nessuna parte!
    L'idea di Saramago è geniale, quella di prendere il personaggio più negativo della Bibbia e trasformarlo in una sorta di errante filosofo/eroe/salvatore/vendicatore, ma non solo, Saramago è blasfemo anche nella scrittura oltre che nella narrazione, usando le lettere minuscole per i vari nomi biblici (non sono proprio stinchi di santo e?) non risparmiando ovviamente anche il suo/nostro caro dio, un Dio (io devo usare la maiuscola)rancoroso, malvagio, pigro, bugiardo e soprattutto geloso.
    "La gelosia è il suo grande difetto,invece di essere orgoglioso dei figli che ha, ha preferito dar voce all'invidia, è chiaro che il signore non sopporta di vedere gente felice."

    Is this helpful?

    La lettrice sognatrice (libri & manga) said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "[...] Era scritto però, che la vita di caino non sarebbe finita qui, soprattutto perché non sarebbe valsa la pena che il signore avesse perso tanto tempo a maledirlo se poi doveva venire a morire in questa landa[...]."

    Irriverente, sarcastico, brillante Saramago (questa volta, si , usiamo la lettera maiuscola)dà la propria revisione dell'Antico Testamento.
    L'autore trasforma il personaggio più negativo della Bibbia in uno scanzonato avventuriero che dimostrerà ai ...(continue)

    Irriverente, sarcastico, brillante Saramago (questa volta, si , usiamo la lettera maiuscola)dà la propria revisione dell'Antico Testamento.
    L'autore trasforma il personaggio più negativo della Bibbia in uno scanzonato avventuriero che dimostrerà ai lettori, proprio come se fosse un teorema di matematica, la malvagità di dio.
    "[...]La storia degli uomini è la storia dei loro fraintendimenti con dio, né lui capisce noi, né noi capiamo lui[...]"
    Da leggere!

    Is this helpful?

    Aspasia said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Qui sembra che ci sia la voce e a sentire narrare in questo modo, ritorno piccola a quei giorni in cui non volevo più uscire "dalla stanza" e tormentavo la zia quando stanca interrompeva la lettura di una favola avvincente: "Leggi leggi" le dicevo. ...(continue)

    Qui sembra che ci sia la voce e a sentire narrare in questo modo, ritorno piccola a quei giorni in cui non volevo più uscire "dalla stanza" e tormentavo la zia quando stanca interrompeva la lettura di una favola avvincente: "Leggi leggi" le dicevo. Sono a pagina 34 e ci sono arrivata in pace e con il sorriso sulle labbra, insomma la felicità.

    Felicità fino alla fine. Si tratta ora, per me, di trovarne altri di questi sorrisi che piacciono tanto al "cherubino a guardia del frutteto del signore".
    Mi hanno detto che " in cielo si sorride molto, ma sempre seraficamente e con una leggera espressione di contrarietà, come chi chiede scusa del fatto di essere contento". La prendo come notizia tanto il paradiso non lo frequento.

    Is this helpful?

    Patty said on Jun 10, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book